Via Terre Bianche 1, 18100 IMPERIA • Tel: 0183.61119 - Fax: 0183.61243
email: imps010009@istruzione.it • pec: imps010009@pec.istruzione.it
GIORNATA DELLA MEMORIA 2021

Celebrare in modo non retorico e non burocratico la Giornata della Memoria non è un compito facile.

Il rischio, che spesso si corre, è quello di organizzare interventi, relazioni e altre iniziative di  grande spessore ed importanza, di fronte ai quali gli studenti sono chiamati ad essere spettatori silenziosi e passivi.

Al Liceo quest’anno, malgrado gli evidenti problemi organizzativi legati alla pandemia, abbiamo pensato a qualcosa che coinvolgesse i ragazzi e le ragazze in prima persona.Tra le numerose attività ci soffermiamo sul lavoro svolto dalla classe Quinta B Scientifico, che ha messo in cantiere e realizzato una tre giorni di iniziative e riflessioni sulla Giornata della Memoria e il suo significato.

È stato organizzato un cineforum, con la visione e il dibattito di due film estremamente significativi e strettamente legati al problema della Shoah. Il primo è La verità negata (Denial), film del 2016 diretto da Mick Jackson, tratto dal libro My Day in Court with a Holocaust Denier, in cui si racconta il processo per diffamazione intentato da David Irving, uno storico negazionista, contro la docente americana Deborah Lipstadt e la casa editrice Penguin. Data la particolarità del sistema giudiziario inglese, la Lipstadt e il suo collegio di difesa dovettero dimostrare in aula la reale esistenza dell’Olocausto, decidendo di non chiamare a testimoniare i sopravvissuti, e che Irving aveva deliberatamente manipolato e falsificato gli eventi storici per sostenere le sue tesi negazioniste.

Il secondo film, Hannah Arendt, diretto dalla regista tedesca Margarethe von Trotta nel 2012, racconta la partecipazione della grande filosofa al processo contro il funzionario nazista Adolf Eichmann, la genesi e le reazioni al suo straordinario libro La banalità del male, analizzato dagli studenti nell’ambito del corso di filosofia.

Il confronto su questi due film, integrati con le conoscenze dei programmi curriculari di diverse discipline, è sfociato nello svolgimento di un vero e proprio dibattito tra gli studenti sul tema Che significato e valore ha la celebrazione della Giornata della Memoria?

La discussione, preparata nelle settimane precedenti anche con diversi incontri online tra studenti e docenti, è stata estremamente animata ed ha visto una partecipazione ampia, informata ed appassionata da parte di molti allievi. I due gruppi principali, che sostenevano le tesi a favore e contro, sono stati diretti dalla giuria, formata da alcuni loro compagni, e hanno saputo portare all’attenzione di tutti argomentazioni ed idee dignitose ed adeguate. Il fascino di un tema così delicato ha acceso gli animi, tanto che non sono state sufficienti le tempistiche decise a priori.

Ancora non si sa chi effettivamente vincerà questo debate, ma un fatto è certo: nel momento in cui si offre agli studenti la possibilità di esprimere la loro opinione su avvenimenti, che la Storia considera delle pietre miliari, prevarranno sempre il sapere, la memoria e la libertà.

 

Prof. Giorgio Durante, Prof.ssa Federica Fruet

 

Un'altra iniziativa per celebrare la Giornata della Memoria è quella che ha visto impegnati la giovane collega Greta Violetta, Samuele Marchetti, Giulia Raimondo e Francesco Tripodi, componenti del Laboratorio teatrale.

I nostri ragazzi hanno voluto celebrare il giorno della Memoria con la lettura di alcune pagine di "Destinazione Ravensbruck" di Donatella Alfonso, Laura Amoretti, Raffaella Ranise.

Una toccante rievocazione del dramma delle donne nostro territorio deportate nel più grande campo di concentramento femminile.
 

 

 

Pubblicata il 26 gennaio 2021

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.