Via Terre Bianche 1, 18100 IMPERIA • Tel: 0183.61119 - Fax: 0183.61243
email: imps010009@istruzione.it • pec: imps010009@pec.istruzione.it
REGOLAMENTO EMERGENZA COVID19

REGOLAMENTO EMERGENZA COVID-19

Pubblichiamo in allegato il regolamento che disciplina le attività scolastiche 2020-2021 in considerazione della situazione di emergenza sanitaria.

PAGO IN RETE   Prime istruzioni per accedere ai pagamenti e rimborsi on line

PAGO IN RETE - Prime istruzioni per accedere ai pagamenti e rimborsi on line

Informiamo i genitori che è attivo PAGO IN RETE, un nuovo sistema di pagamento per tutto ciò che riguarda la scuola (contributi volontari, gite, partecipazione a progetti ecc...) I genitori che dovranno, nell’arco dell’anno scolastico, provvedere ai vari pagamenti e/o richiedere rimborsi devono preventivamente autorizzare la gestione della privacy di Pago in Rete (nuovo sistema di pagamenti obbligatorio da luglio 2020) e comunicare l’IBAN sul quale farsi accreditare eventuali rimborsi. Per fare ciò, bisogna accedere con le proprie credenziali di genitore al registro elettronico Classe Viva Web, cercare la sezione Autorizzazioni (autorizzazione privacy IBAN). Si aprirà questa schermata:   La pagina va compilata inserendo:  Nome e cognome  Codice fiscale  Flag su privacy pago in rete  Flag, facoltativo, sull’autorizzazione al rappresentante di classe di vedere la situazione dei pagamenti  Codice IBAN da utilizzare per eventuali rimborsi   La segreteria rimane a disposizione per eventuali chiarimenti sulla pratica. Si allega circolare relativa

RITIRO PASSWORD REGISTRO ELETTRONICO CLASSI PRIME

RITIRO PASSWORD REGISTRO ELETTRONICO CLASSI PRIME

Informiamo i genitori degli alunni iscritti alle classi Prime che l'orario in cui potranno recarsi a scuola per il ritiro delle credenziali di accesso al Registro Elettronico Spaggiari è il seguente:  Dal 21 al 25 settembre 2020 dalle ore 8.30 alle ore 9.30 e dalle ore 10.30 alle ore 11.30 presso la BIDELLERIA POSTA ALL'INGRESSO CENTRALE. Si ricorda che le credenziali di accesso al registro elettronico sono diversificate per alunni e genitori e si raccomanda di custodire tali dati con l'opportuna riservatezza.


Addio Brunella

Addio Brunella!

Il Liceo Vieusseux partecipa al lutto per la scomparsa della Professoressa BRUNELLA RICCI, una delle colonne portanti della nostra scuola per tutta la durata della sua lunga carriera di insegnante, ed anche oltre.  E' stata docente di Matematica e Fisica prima al Liceo Classico, poi al Liceo Scientifico fino alla fine degli anni '80. Alcuni insegnanti attualmente in servizio al Liceo Vieusseux vantano il privilegio di essere stati suoi alunni e la ricordano con affetto. Dice di lei il Prof. Giorgio Durante: Una grande insegnante, un vanto per il nostro Liceo. Ha sempre portato il Vieusseux nel cuore, ed infatti ha accettato con entusiasmo di presiedere nel marzo 2019 il nostro convegno "Gli universi di Stephen Hawking", a cui ha dato il suo prezioso contributo. Ricordo con piacere il suo messaggio ricevuto al termine del convegno: "Grazie Giorgio, ieri sera mi sono sentita di nuovo giovane!". Dopo don del Santo, se ne va un altro pezzo importante della nostra storia. Un ricordo personale quello della prof.ssa Emanuela Alberti, che occupa attualmente la stessa cattedra di Matematica e Fisica: Brunella è stata anche mia prof. Mi ha sempre voluto bene, stimato e incoraggiato. Siamo rimaste in contatto e spesso facevamo lunghe chiacchierate. Era molto orgogliosa del fatto che avessi seguito le sue orme sia negli studi, che nella professione. Un ricordo affettuoso anche da parte della prof.ssa Carla Nattero: È stata consigliere comunale per due legislature. Capogruppo del PD. Una amica. Una vera portorina, con tutti i pregi e i difetti.  Infatti non dimentichiamo che la professoressa Ricci è stata anche un esempio di impegno per la collettività: una donna impegnata a scuola, in parrocchia, nella Azione Cattolica, nella CISL, in politica: primo Presidente del Consiglio Scolastico distrettuale e Consigliere comunale a Imperia per 10 anni (dal 1999 al 2009). Eletta membro della prima Assemblea Nazionale PD nel 2007, è stata anche candidata al Senato nel 2008. Una cattolica-democratica che ha dato il meglio di sé per servire la sua Città. Il Vieusseux tutto esprime il suo affetto riconoscente e si stringe al dolore della famiglia. I funerali saranno celebrati nel Duomo di Porto Maurizio mercoledì 22 luglio alle ore 10.  

Classi Prime as 202021  Adempimenti conferma iscrizioni

Classi Prime a.s. 2020/21 – Adempimenti conferma iscrizioni

Si comunica alle famiglie che, per completare l’iscrizione degli alunni iscritti alle classi prime nell’anno scolastico 2020/21, dovranno consegnare in segreteria il certificato delle competenze rilasciato dalla scuola secondaria di primo grado dopo il superamento dell’esame conclusivo del primo ciclo d’istruzione (terza media). Si ricorda a coloro che avessero effettuato il pagamento del contributo volontario di € 100,00 tramite bonifico o bollettino postale entro il 30 giugno 2020, di consegnare la relativa ricevuta in segreteria. Coloro che non avessero ancora effettuato tale versamento sono pregati di attendere istruzioni dalla segreteria, considerato che le modalità di pagamento sono cambiate per disposizione ministeriale a partire dal 1 luglio 2020 e prevedono ora l’utilizzo della piattaforma PAGO IN RETE. Imperia, 06.07.20 IL DIRIGENTE SCOLASTICO Prof. Paolo AURICCHIA

LIBRI DI TESTO ANNO SCOLASTICO 202021

LIBRI DI TESTO ANNO SCOLASTICO 2020-21

In questa pagina potete trovare in allegato gli elenchi dei libri di testo suddivisi per corso e per sezione.

PASSAGGIO A SISTEMA PAGO IN RETE

PASSAGGIO A SISTEMA "PAGO IN RETE"

Si comunica che dal 1° Luglio 2020 i versamenti alla Scuola dovranno essere eseguiti esclusivamente con il sistema PAGO IN RETE Seguiranno istruzioni


ORIENTAVIEUSSEUX

ORIENTAVIEUSSEUX

"ORIENTAVIEUSSEUX" è una rubrica dedicata all'orientamento in uscita. Alcuni nostri ex allievi ci raccontano le loro esperienze di studio e di lavoro, affinché gli alunni Vieusseux più giovani possano trarre idee e spunti per il loro futuro. L'intervista con cui inauguriamo la rubrica ci porta nel mondo dell'ingegneria: GABRIELE BERGAMELLI (ex 5A Scienze Applicate), neolaureato in INGEGNERIA MECCANICA presso l'Università di GLASGOW (UK), ci parla della sua esperienza di studio e di vita all'estero. La prof.ssa Monica Dulbecco intervista Anna Flumiani, ex studentessa di 5AS, neolaureata in Scienze Naturali (triennale) Università di Torino. Anna espone il proprio percorso di studi dando numerosi consigli e suggerimenti agli attuali diplomandi.

IL VIEUSSEUX ON LINE

IL VIEUSSEUX ON LINE

Dalla fucina di idee del Liceo Vieusseux, parte una nuova iniziativa: questi giorni di didattica a distanza hanno prodotto un blog dei docenti (clicca qui per saperne di più), le interviste del Preside a personaggi di spicco del panorama culturale italiano (clicca qui per saperne di più), mancava la partecipazione attiva della componente alunni, ed è così nato "IL VIEUSSEUX ON LINE", Blog dei contributi dei ragazzi alla didattica e alla cultura. Il primo appuntamento sarà con una gloria cittadina:  DAVIDE RE, l'atleta che ha stabilito il record nazionale dei 400 metri piani con il tempo di 45″01, prestazione ulteriormente migliorata a pochi giorni di distanza dal primo record: con il tempo di 44"77, è infatti diventato il primo italiano a scendere sotto i 45". L'intervista è stata realizzata dagli allievi delle classi 3BSA, 4BSA e 5BS, con la supervisione del prof. Samuele Perotti. Sono previsti incontri con personaggi, presentazioni di libri, contributi su argomenti scientifici e letterari, che sono in via di definizione in questi giorni.  Una particolare sezione del Blog sarà dedicata al nostro "PANDEMIC THEATRE": si tratta dell'evoluzione del Laboratorio Teatrale del Vieusseux, che quest'anno non potrà produrre il tradizionale spettacolo di fine anno, ma non per questo è meno attivo.  Restate sintonizzati su questa pagina e sui nostri social per ulteriori aggiornamenti. AGGIORNAMENTO DEL 29/6/20  PANDEMICTHEATRE - Acqua minerale - ACHILLE CAMPANILE (M. Papendieck 4AC - I. Ceccarelli 5AC) Uno dei pezzi più celebri di A. Campanile: apparentemente una gag, ma in realtà un sottile gioco di parole che nasconde un messaggio importante: la realtà non è così solida e univoca come ci potremmo aspettare... Ad interpretarlo due nomi del nostro Laboratorio teatrale, Martha Papendieck e Ida Ceccarelli; quest'ultima, felicemente appena "maturata", ci lascia quest'anno dopo essere stata una delle colonne del nostro Laboratorio Teatrale. AGGIORNAMENTO DEL 15/6/20  CLASSI 4AS E 4BSA - L'arte si racconta - Progetto MIUR Il progetto “ L’arte si racconta” portato avanti dalle classi 4A indirizzo scientifico e 4B indirizzo scienze applicate del Liceo G.P. Vieusseux di Imperia con le docenti Antonella Artuso e Sabina Cerzosimo, ha avuto come fulcro il Museo del Presepe di Porto Maurizio, costituito da due sale ospitanti la pinacoteca civica e la sala con la bacheca destinata all'esposizione della collezione delle statuette del presepe di Anton Maria Maragliano. Finalità ultima del lavoro è stato renderlo un ambiente digitale, utilizzando la tecnologia dei QR code, che permetteranno ai fruitori di scannerizzarli con il proprio telefono e ascoltare la descrizione dell'opera scelta. Dietro l'elaborazione dei testi si cela un lungo lavoro di ricerca: ad ogni componente della classe è stato assegnato un argomento specifico da approfondire o fonti iconografiche da reperire, utilizzando come fonti i siti ufficiali del museo e del comune di Imperia, i documenti dell'Archivio di Stato, la consulenza di esperti oppure visitando la biblioteca comunale e l'Istituto Nazionale di Studi Liguri. Crediamo che, soprattutto nella situazione attuale di emergenza COVID, il nostro progetto possa essere utile per riorganizzare la realtà delle visite culturali, garantendo un distanziamento sociale adeguato in quanto si utilizzano i propri dispositivi e le proprie cuffie, anziché le classiche audioguide. La realizzazione del progetto ha sicuramente migliorato la nostra capacità di ricerca e approfondimento di notizie e fonti, aiutandoci a incrementare le nostre competenze nel saper distinguere e rielaborare le informazioni utili, abilità fondamentale anche nella vita di tutti i giorni,  ad esempio per destreggiarci fra le fake news del mondo virtuale, oltre che averci permesso di migliorare le nostre conoscenze nel campo dell'informatica e ovviamente nel campo artistico e dei beni culturali del nostro territorio. Infine, l'esperienza è  stata importante anche dal punto di vista umano, grazie al lavoro di gruppo portato avanti, insegnandoci l'importanza della collaborazione. CLASSE 2BS - I Menecmi di Plauto  Ed ecco arrivata anche la fine di questo strano anno scolastico: la classe II BS, nonostante tutto, vuole salutarlo col sorriso: per questo vi propone alcuni estratti dei Menecmi di Plauto, una commedia che si fonda sullo scambio di persona e sull’equivoco: abbiamo studiato questo autore alla fine dell’anno, ci siamo divertiti e tutti insieme abbiamo pensato di metterci alla prova in una veste un po’ nuova; non siamo attori professionisti, ma ci siamo appassionati… L’esito…giudicatelo voi! AGGIORNAMENTO DEL 14/6/20  V.FERRARI - N.FRANCERI (4AS) - Il sistema immunitario Ciao a tutti! Siamo Viviana Ferrari e Nicole Franceri della 4^A Scientifico con opzione Esabac. Abbiamo deciso di realizzare una presentazione sul sistema immunitario per poter comprendere meglio la situazione che stiamo vivendo oggi a causa del Covid-19. La presentazione sarà divisa in due parti: -Parte 1: immunità innata aspecifica e immunità specifica (cellulo mediata, anticorpo mediata). -Parte 2: immunoprofilassi (sieroprofilassi, vaccinoprofilassi), prevenzione e profilassi, approfondimento Coronavirus. AGGIORNAMENTO DEL 13/6/20  PANDEMICTHEATRE - Monologo di Konstantin - Mattia Faggionato (3AS) Dopo la sua prima partecipazione agli "Uccelli" di Aristofane, Mattia Faggionato ci regala un'intensa versione del monologo di Konstantin tratto da "Il gabbiano" di A. Čekov. Rappresentato per la prima volta nel 1896, il dramma, forse l'opera più famosa di Čekov, affronta molti temi, tra i quali quello dello scontro tra un nuovo modo di intendere l'arte (Konstantin appunto) e un modello di arte tradizionale e destinato ad essere superato ( la madre di Konstantin). AGGIORNAMENTO DEL 11/6/20  F.Balasina, T.Saluzzo e D.Follese (1 BSA) - La rivoluzione della NASA Siamo 3 alunni della classe 1BSA e abbiamo pensato di dare il nostro contributo al blog del liceo portando questo argomento di attualità. In questo video chiariamo le cause della dismissione dello Space Shuttle e le caratteristiche del vettore “Falcon 9”, analizzando anche ciò che ha fatto Elon Musk. Abbiamo messo insieme le nostre passioni (rispettivamente quella per l’ingegneria aerospaziale, quella per la regia e per la tecnologia) sperando di poter portare un contenuto interessante ed innovativo. Ginevra Stefanì Zerbone (1AC) LEZIONI DI GIAPPONESE Facile scegliere di imparare l’inglese, il francese, lo spagnolo... io ho scelto di differenziarmi come al solito ed imparare una lingua “anomala”. Infatti sono qui oggi per introdurvi nel fantastico mondo del giapponese. AGGIORNAMENTO DEL 9/6/20  "2 ciapetti con Federico" - Speciale scuola in onda su SanremoNews e ImperiaNews Federico Marchi intervista docenti e alunni del Liceo Vieusseux per fare un bilancio della didattica a distanza e parlare del prossimo Esame di Stato. Speciale andato in onda su Sanremonews e Imperianews e visibile al seguente link: https://www.facebook.com/watch/?v=543045626364325 ELEONORA ROSSI (1AC) - Riesci a pensare al nulla? Ciao a tutti, sono Eleonora Rossi, della classe 1ACL. Ecco il mio contributo per il Blog "IL VIEUSSEUX ON LINE". In questo video ho scelto di raccontare la storia della concezione del vuoto, abbracciando sia la filosofia che la fisica. Buona visione. AGGIORNAMENTO DEL 8/6/20  #PANDEMICTHEATRE - L'Avaro di Molière (Scena III - Atto I) - Francesco Tripodi e Luca Semino Francesco Tripodi e Luca Semino (3AC) tornano in scena dopo le esperienze teatrali raccolte nel 2019 tra spettacolo di fine anno e notti del Liceo. In questo simpatico spezzone della famosa commedia del francese Molière, l'avaro padrone Arpagone non ripone fiducia nel servo Freccia e a tutti i costi cerca di incastrare il presunto ladro... Chi la spunterà? AGGIORNAMENTO DEL 7/6/20  3AC e 4AC - Intervista a Stefano Biolchini I ragazzi della 3AC e della 4AC incontrano Stefano Biolchini, autore del romanzo "Virginia nel cassetto". Giornalista, cagliaritano, scrive di narrativa contemporanea sulla Domenica de "Il Sole 24Ore", autore di saggi pubblicati in Italia e in Francia, dopo molti racconti ospitati sulle più prestigiose riviste letterarie, Biolchini approda al romanzo con una storia avvincente, di ampio respiro, ambientata nella sua Sardegna degli inizi del Novecento. AGGIORNAMENTO DEL 7/6/20  Eleonora Ramoino (1AC) - "La danza nei miti" Ciao, sono Eleonora. La mitologia e il ballo mi hanno sempre affascinata. La prima perché permette di viaggiare con la fantasia e di vedere e giudicare il mondo con gli occhi e la mente di popoli lontani. La danza, invece, è uno strumento attraverso il quale si può esprimere la propria interiorità, connettendosi con la musica. AGGIORNAMENTO DEL 6/6/20  #PANDEMICTHEATRE Ginevra Stefanì Zerbone, 1AC - Il monologo di Sonja da "Zio Vanja" di Cechov Ginevra Stefanì Zerbone, 1AC, partecipa al Pandemic Theatre con il monologo di Sonja tratto da "Zio Vanja" di Anton Cechov. Destinata e rassegnata a vivere un'esistenza piatta e scialba, Sonja, che pure non è la protagonista dell'opera, è comunque personaggio destinato a rimanere nella mente dello spettatore. E con il personaggio di Sonja Ginevra si accosta per la prima volta alla recitazione. AGGIORNAMENTO DEL 4/6/20  #PANDEMIC THEATRE - Samuele MARCHETTI (3AC)- Monologo di Marco Antonio  Dopo le commedie di Aristofane e la partecipazione allo spettacolo di fine anno 2018/2019, Samuele Marchetti interpreta il monologo di Marco Antonio dal "Giulio Cesare" di William Shakespeare. Uno dei pezzi più noti nella storia del teatro di tutti i tempi, il monologo di Marco Antonio affronta, in poche righe, il tema del relativismo etico e sollecita riflessioni sorprendentemente attuali. AGGIORNAMENTO DEL 4/6/20  Dr. SILVIA RAVERA - Come si diventa scienziati? In questa videoconferenza la dottoressa phd Silvia Ravera, attualmente ricercatrice presso l'Università di Genova, autrice di un numero significativo di pubblicazioni in ambito scientifico e collaboratrice dei protagonisti attuali della ricerca, illustrerà il percorso formativo e le dinamiche professionali che caratterizzano questo lavoro e questo mondo attraverso la sua personale esperienza. AGGIORNAMENTO DEL 3/6/20  4AS - F. MADONNA e F. RAMENZONI - L'apparato circolatorio Buongiorno a tutti! Siamo Francesca Madonna e Federica Ramenzoni, due alunne della classe 4AS e abbiamo pensato anche noi di portare un contributo alle "pillole" che abbiamo ascoltato dai nostri professori. Vi presentiamo l'apparato circolatorio, con la speranza che questo video possa tornare utile a tutti gli studenti, agli interessati e ai curiosi. AGGIORNAMENTO DEL 2/6/20  1AC - F. BARBERIS - La mia passione per il basso Francesco Barberis, della classe 1AC ha scoperto da non molto la sua grande passione per il basso, in questo breve video si mette in gioco per cercare di trasmetterci tutto il suo entusiasmo e tutto il suo sapere (che per ora è solo all'inizio). Bravo Francesco, saremo felici di seguire i tuoi progressi e di applaudire i tuoi successi! AGGIORNAMENTO DEL 1/6/20  Edoardo LUCIA - IL MONOLOGO DI AMLETO - #PANDEMICTHEATRE Secondo appuntamento del "Pandemic Theatre": è la volta di un nostro ex alunno, Edoardo Lucia, che dopo essere stato uno dei più vivaci e fecondi interpreti del Laboratorio teatrale del nostro Liceo, ha fatto del teatro la sua “strada”. Ora Edoardo studia recitazione a Milano e ha voluto regalarci un monologo dell’"Amleto" di Shakespeare.    AGGIORNAMENTO DEL 29/5/20 5AC - "Dall'eroina del mito all'eroina del caos" - Il video "imperfetto" Nella primavera del 2020 la 5AC del Liceo Vieusseux avrebbe dovuto partecipare ad un concorso nazionale indetto da "Libera" sul tema della condizione femminile. Come sappiamo, il Covid-19 ha sconvolto ogni cosa... Il video, abbozzato dalla classe, si intitola "Dall'eroina del mito all'eroina del caos" e verte sulla figura di Medea e di Alda Merini, due donne che non necessitano di commenti. Ha visto la luce perché abbiamo pensato, noi studenti e noi insegnanti , A. Garibaldi e N. Sasso, che, per quanto imperfetto, con parti che avremmo certamente rifatto se fossimo stati a scuola, sia la testimonianza del nostro ultimo essere gruppo-classe in presenza e che, dunque, per ragioni non solo culturali ma, diciamo, emotive e di "appartenenza", poteva e doveva essere montato e presentato come lavoro multimediale della 5AC. Con questi limiti ma con questa intenzione ve lo proponiamo. AGGIORNAMENTO DEL 28/5/20 - LE DAME COL MAZZOLINO La musa e l'artista: due cugine ingannano il tempo chiuse in casa riproducendo un busto rinascimentale del Bargello di Firenze, la celebre Dama col mazzolino del Verrocchio, maestro di Leonardo. Credit: C. Muscatiello- A. Re. AGGIORNAMENTO DEL 28/5/20 - L'APPARATO RESPIRATORIO Buongiorno! Siamo Nadia Muça e Alessandra Nante della 4AS. Parleremo dell'apparato respiratorio. Nella prima parte Nadia spiegherà le sue funzioni e da cosa è costituito. Nella seconda parte Alessandra parlerà della respirazione e delle malattie respiratorie. AGGIORNAMENTO DEL 25/5/20 - CAMUS19 - Per una rilettura del romanzo "La peste" Quando la letteratura ci regala le parole per interpretare e rielaborare la realtà. In una lettura scolastica assegnata in periodo pre-Covid, alcuni alunni di 4A Esabac (in ordine di apparizione: PAOLO BONSIGNORIO, FEDERICA RAMENZONI, GIULIA BONGIOANNI, FRANCESCA MADONNA, CAMILLA GIROMINI, ALESSIA PASTORE, JASMINA GJERGJI, ALESSANDRA NANTE) hanno trovato una chiave di interpretazione di ciò che stanno vivendo, e ne scaturisce una personale riflessione sull'esperienza della pandemia.   AGGIORNAMENTO DEL 21/5/20 -  PANDEMIC THEATRE - LUCILLA GAVI 4AC - Itaca (K.KAVAFIS) Classi 3BSA, 4BSA e 5BS - Intervista a DAVIDE RE    

INVITI AL VIEUSSEUX

INVITI AL VIEUSSEUX

È in arrivo una nuova fantastica serie di interventi formativi a distanza, a disposizione di tutta la grande, effervescente comunità del Vieusseux. Questa volta l'iniziativa viene dall'alto... direttamente dal preside! E vedrà nei prossimi giorni la partecipazione di personalità di assoluto rilievo nel panorama della cultura italiana. Il primo contributo lo dobbiamo ad Aldo Cazzullo, giornalista, editorialista del Corriere della Sera, saggista. Ci parlerà del 25 aprile, celebrazione che, mai come quest'anno, deve unire il Paese in uno sforzo comune di ripartenza civile e materiale. Continuate a seguire questa pagina, il canale Youtube e i profili social del Liceo per essere aggiornati sui prossimi "Inviti al Vieusseux". AGGIORNAMENTI DEL 28/09/20 Contributo di saluto ai ragazzi Vieusseux avvio anno scolastico post-covid PARTE I DONALD SASSOON - Queen Mary University - London "Perché la storia è bella e interessante... ma gli storici spesso brutti e cattivi" PARTE I DONALD SASSOON - Queen Mary University - London "Dalla Brexit in poi " (PARTE II) AGGIORNAMENTI DEL 19/06/20 Prof. MASSIMO CACCIARI - parte 1 - LA LIBERTA' DEL FILOSOFO NELL'OSSERVAZIONE DELLA SOCIETA', DELL'ECONOMIA E DELLA POLITICA. Prof. MASSIMO CACCIARI - parte 2 -GLI EQUILIBRI INTERNAZIONALI ALLA FINE DEL "SECOLO BREVE", LE IDEOLOGIE POLITICHE, L'HOMO DEMOCRATICUS, I MODELLI DI SVILUPPO. MASSIMO CACCIARI (Venezia, 5 giugno 1944) è un filosofo, politico, accademico e opinionista italiano, ex sindaco di Venezia. Laureato in Filosofia nel 1967 all'Università degli Studi di Padova, laurea Honoris Causa in Architettura, conferita dall'Università degli Studi di Genova nel 2003, Laurea Honoris Causa in Scienze politiche, conferita dall'Università degli Studi di Bucarest nel 2007, Laurea Honoris Causa in Scienze politiche, conferita dall'Università degli Studi di Bucarest nel 2007, Laurea Honoris Causa in Filologia, Letteratura e Tradizione Classica, conferita dall'Alma Mater Studiorum - Università di Bologna nel 2014, Laurea Honoris Causa in Filologia, Letteratura e Tradizione Classica, conferita dall'Alma Mater Studiorum - Università di Bologna nel 2014 Oltre ad aver ricoperto la carica di Sindaco di Venezia, è anche stato Europarlamentare e consigliere regionale veneto. AGGIORNAMENTO DEL 16/06/20 Prof. Alessandro ZUCCARI - IL PATRIMONIO ARTISTICO COME RISORSA IDENTITARIA ED ECONOMICA DEL PAESE - CARAVAGGIO NOSTRO CONTEMPORANEO ALESSANDRO ZUCCARI (Roma 1954), è stato docente di Storia dell’arte nelle Accademie di Belle Arti di L’Aquila, Urbino, Bologna e Firenze (1982-89) e professore associato nelle Università di Pescara, Viterbo e La Sapienza di Roma (1989-2003). Dal 2003 è professore ordinario di Storia dell’arte moderna alla Sapienza. La sua attività di insegnamento accademico è stata accompagnata da un’intensa produzione scientifica che ha privilegiato lo studio di grandi maestri (tra i quali Angelico, Raffaello, Pulzone, Barocci, Caravaggio, Borromini) e di filoni artistici di portata europea (il caravaggismo, cicli pittorici rinascimentali e manieristi, l’iconografia religiosa dopo il Concilio di Trento). Socio nazionale dell’Accademia Nazionale dei Lincei, Dal 2017 è membro della Commissione Scientifica delle Scuderie del Quirinale e del Consiglio Scientifico dell’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro (ISCR). Dirige la rivista “Storia dell’arte”, fondata da G.C. Argan. AGGIORNAMENTI DEL 12/06/20 O.BERGAMINI - LA PROFESSIONE GIORNALISTICA OGGI - LE INCHIESTE E GLI INVIATI DI GUERRA (parte 1°) OLIVIERO BERGAMINI Si è laureato in Storia e ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Storia delle Americhe presso l'Università di Genova. Dopo essere stato assunto per concorso in RAI nel 1996, ha lavorato presso le redazioni regionali TGR di Trento e Milano. Dal 2002 è passato al TG3, dove è stato inviato della Redazione Cronaca e della Redazione Esteri. Ha seguito eventi in numerose aree di crisi, realizzando servizi e reportage in Iraq, Afghanistan, Libano, Birmania, Haiti, Corea del Nord, Yemen, etc. Da ottobre 2017 è corrispondente Rai da New York. Vincitore di concorso per il ruolo di professore associato in Storia delle Americhe, è stato docente di Storia degli Stati Uniti e di Storia Contemporanea presso l'Università di Bergamo; attualmente è Docente a contratto di Storia del Giornalismo presso la stessa università, e tiene regolarmente lezioni presso altri atenei, tra cui l'Università di Torino, dove è stato più volte docente del Master in North-American Studies. È autore di numerosi articoli accademici e libri su temi di storia e politica degli Stati Uniti e di storia del giornalismo e dei mass-media. O. BERGAMINI - LA POLVERIERA DEL MEDIO ORIENTE - IL SOGNO AMERICANO (parte 2°)  AGGIORNAMENTI DEL 10/06/20 F. CERVINI parte 1 - LA VALENZA FORMATIVA DELLA STORIA DELL'ARTE E DEL RESTAURO F. CERVINI parte 2 - DALL'ARTE MAGGIORE AL SANTUARIO DI MONTEGRAZIE FULVIO CERVINI è nato a Sanremo nel 1964. Nel 1990 si è laureato in Storia dell'Arte Medievale presso l'Università di Firenze, nel 1995 ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia dell'Arte all'Università di Roma "La Sapienza", e dal 1996 al 1998 è stato borsista post-doctoral nella Scuola Normale Superiore di Pisa. Ha maturato esperienze di insegnante, di giornalista pubblicista, di consulente per enti locali, di schedatore di beni culturali, di ispettore onorario del Ministero per i Beni Culturali. Dal maggio 1999 all'ottobre 2005 è stato storico dell'arte direttore nella Soprintendenza per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico del Piemonte, dove si è occupato fra l'altro di tutela territoriale delle Province di Alessandria e di Verbania, e ha ricoperto l'incarico di direttore dell'Armeria Reale in Torino (2001-2005). Dal 2002 al 2005 è stato docente a contratto di Storia comparata dell'arte dei paesi europei presso l'Università di Pisa. Dal novembre 2005 è professore associato di Storia dell'arte medievale e Tutela dei Beni Culturali all'Università di Firenze: dove dirige, dal 2009 al 2014, la Scuola di Specializzazione in Beni storico-artistici. AGGIORNAMENTO DEL 05/06/20 Sergio ROMANO - STORIA, POLITICA, CITTADINANZA (parte 2) Sergio ROMANO - STORIA, POLITICA, CITTADINANZA (parte 1) Sergio Romano è uno storico, scrittore, giornalista e diplomatico italiano. Dal 1968 al 1977 è primo consigliere a Parigi e in Francia pubblica per la prima volta nel 1977 Storia d'Italia dal Risorgimento ai nostri giorni, uscito in italiano l'anno successivo, poi ampliata in successive edizioni. Dopo essere rientrato al ministero degli Esteri come direttore generale delle Relazioni culturali, è nominato ambasciatore presso la NATO (1983-85). Conclude la sua carriera diplomatica come ambasciatore a Mosca (1985-89). E' poi divenuto commentatore per alcune testate italiane (La Stampa, Panorama, Corriere della Sera, Limes, Il Mulino), e curatore di una collana storica per la casa editrice Corbaccio. Ha insegnato all'Università della California, a Harvard, all'Università di Pavia, all'Università di Sassari e all'Università Bocconi di Milano. AGGIORNAMENTO DEL 03/06/20 Sergio ROMANO - STORIA, POLITICA, CITTADINANZA (parte 1) Sergio ROMANO - STORIA, POLITICA, CITTADINANZA (parte 1) Sergio Romano è uno storico, scrittore, giornalista e diplomatico italiano. Dal 1968 al 1977 è primo consigliere a Parigi e in Francia pubblica per la prima volta nel 1977 Storia d'Italia dal Risorgimento ai nostri giorni, uscito in italiano l'anno successivo, poi ampliata in successive edizioni. Dopo essere rientrato al ministero degli Esteri come direttore generale delle Relazioni culturali, è nominato ambasciatore presso la NATO (1983-85). Conclude la sua carriera diplomatica come ambasciatore a Mosca (1985-89). E' poi divenuto commentatore per alcune testate italiane (La Stampa, Panorama, Corriere della Sera, Limes, Il Mulino), e curatore di una collana storica per la casa editrice Corbaccio. Ha insegnato all'Università della California, a Harvard, all'Università di Pavia, all'Università di Sassari e all'Università Bocconi di Milano. AGGIORNAMENTO DEL 27/05/20 Benedetta RINALDI - Il lavoro, i valori, le priorità Una chiacchierata a fini di orientamento dei ragazzi interessati alla carriera giornalistica e televisiva. BENEDETTA RINALDI è una giornalista, conduttrice televisiva e conduttrice radiofonica italiana. Laureata in scienze politiche all'Università LUMSA, debutta in tv su Rai 1 come inviata della trasmissione di approfondimento religioso "A sua immagine", di cui condurrà anche delle puntate nel 2008. E' stata anche conduttrice di trasmissioni molto popolari come "UNOMATTINA" e "LA VITA IN DIRETTA - ESTATE". AGGIORNAMENTO DEL 22/05/20 MARCO CASTELLAZZI - GEO&GEO Questa nostra Terra Laureato in Biologia marina, ha svolto diversi lavori scientifici presso importanti istituti di ricerca. Da sempre appassionato di scienza, natura e divulgazione, comincia fin da giovane a collaborare con alcune riviste di settore come giornalista e fotografo subacqueo, diventando poi documentarista. Si è immerso in quasi tutti i mari del pianeta e per vari anni ha lavorato come profondista per i più famosi recordman mondiali di apnea. Ha iniziato a lavorare in tv nel 1994 con una troupe del programma Lineablu (Rai 1), per il quale ha ottenuto il primo impiego come consulente esperto di mare. In seguito ha collaborato con vari altri programmi: La compagnia dell’Arca (Canale 5), Animali e Animali (Rai 3), Condominio Terra (Rai 3), Alle falde del Kilimanjaro (Rai 3) in veste di biologo marino, e come autore per il programma in prima serata Nati Liberi (Rai 3) È autore dei programmi Geo&geo e Cose dell’altro Geo (Rai 3) fin dalla loro nascita, rispettivamente nel 1996 e 1999 e dal 2011 è anche conduttore della rubrica Geoscienza. AGGIORNAMENTO DEL 20/05/20 CRISTOFORO GORNO "I MITI GRECI IN TV - STORIE DI UOMINI E DI DEI CHE PARLANO A TUTTI NOI" - parte 2 Cristoforo Gorno, laureato in Storia delle Religioni del mondo classico, è un autore televisivo che si è dedicato alla divulgazione storica e scientifica. Tra i programmi da lui realizzati "Gaia" (Rai3), "Atlantide e Impero" (La7), 'Il tempo e la storia' e 'Cronache dall'antichità' per Rai Storia. E' anche autore di romanzi (Io Cesare, 2019) AGGIORNAMENTO DEL 18/05/20 CRISTOFORO GORNO "Cesare e gli antichi come se fossero amici nostri" - parte 1 Cristoforo Gorno, laureato in Storia delle Religioni del mondo classico, è un autore televisivo che si è dedicato alla divulgazione storica e scientifica. Tra i programmi da lui realizzati "Gaia" (Rai3), "Atlantide e Impero" (La7), 'Il tempo e la storia' e 'Cronache dall'antichità' per Rai Storia. E' anche autore di romanzi (Io Cesare, 2019) AGGIORNAMENTO DEL 14/05/20 Prof. FRANCESCO SABATINI parte 2° -STRUTTURA DELLA LINGUA E DEL PENSIERO Dal 1971 FRANCESCO SABATINI è Professore ordinario di Storia della lingua italiana e linguistica italiana. Ha insegnato Storia della lingua italiana e Filologia romanza in vari atenei italiani. Dal 2010 è Professore Emerito nell'Università di Roma Tre. Dal 1977 al 1981 è stato presidente della Società di Linguistica Italiana e dal 1999 al 2001 dell'Associazione per la Storia della Lingua Italiana. Nel 2000 è stato eletto presidente della ACCADEMIA DELLA CRUSCA. E' autore di numerose pubblicazioni, tra cui il noto Dizionario Italiano (insieme a Vittorio Coletti). I suoi interessi di ricerca si concentrano sulle origini delle lingue neolatine, la pluralità di lingue e culture nell'Italia medievale, la formazione della norma linguistica italiana, l'evoluzione dell'italiano dopo l'unità politica e nell'era delle telecomunicazioni, la linguistica generale, il linguaggio giuridico, l'educazione linguistica nella scuola italiana, la posizione delle lingue nazionali nell'Europa contemporanea. AGGIORNAMENTO DEL 10/05/20 Prof. FRANCESCO SABATINI parte 1° -STRUTTURA DELLA LINGUA E DEL PENSIERO Dal 1971 FRANCESCO SABATINI è Professore ordinario di Storia della lingua italiana e linguistica italiana. Ha insegnato Storia della lingua italiana e Filologia romanza in vari atenei italiani. Dal 2010 è Professore Emerito nell'Università di Roma Tre. Dal 1977 al 1981 è stato presidente della Società di Linguistica Italiana e dal 1999 al 2001 dell'Associazione per la Storia della Lingua Italiana. Nel 2000 è stato eletto presidente della ACCADEMIA DELLA CRUSCA. E' autore di numerose pubblicazioni, tra cui il noto Dizionario Italiano (insieme a Vittorio Coletti). I suoi interessi di ricerca si concentrano sulle origini delle lingue neolatine, la pluralità di lingue e culture nell'Italia medievale, la formazione della norma linguistica italiana, l'evoluzione dell'italiano dopo l'unità politica e nell'era delle telecomunicazioni, la linguistica generale, il linguaggio giuridico, l'educazione linguistica nella scuola italiana, la posizione delle lingue nazionali nell'Europa contemporanea. AGGIORNAMENTO DEL 07/05/20 Prof. GIOVANNI BRIZZI parte 3° - LA SCIENZA E L'ARTE NEL MONDO ANTICO - L'ECONOMIA MODERNA E LA MORTE DELL'UMANESIMO  Giovanni Brizzi è professore ordinario di Storia romana presso l'Università di Bologna dal 1986. È stato più volte professore alla Sorbona IV di Parigi. È socio dell'Accademia delle Scienze di Bologna e dirige la Rivista Storica dell'Antichità. Specialista di storia annibalica e di storia militare antica, è autore di oltre centotrenta pubblicazioni, tra cui otto monografie su personaggi della Roma repubblicana, molte delle quali sono state tradotte in più lingue, e di alcune trasmissioni radio, tra cui una serie di 20 puntate andate in onda nel 1999 su Radio Due AGGIORNAMENTO DEL 04/05/20   Prof. GIOVANNI BRIZZI parte 2°- IL POTERE DI OTTAVIANO - IL RINASCIMENTO DI STAMPO GRECO NELL'ITALIA DEL XV SECOLO Giovanni Brizzi è professore ordinario di Storia romana presso l'Università di Bologna dal 1986. È stato più volte professore alla Sorbona IV di Parigi. È socio dell'Accademia delle Scienze di Bologna e dirige la Rivista Storica dell'Antichità. Specialista di storia annibalica e di storia militare antica, è autore di oltre centotrenta pubblicazioni, tra cui otto monografie su personaggi della Roma repubblicana, molte delle quali sono state tradotte in più lingue, e di alcune trasmissioni radio, tra cui una serie di 20 puntate andate in onda nel 1999 su Radio Due   AGGIORNAMENTO DEL 27/04/20 Prof. GIOVANNI BRIZZI parte 1° - LO SPIRITO GRECO E QUELLO ROMANO - LA CIVITAS E LA POLIS Giovanni Brizzi è professore ordinario di Storia romana presso l'Università di Bologna dal 1986. È stato più volte professore alla Sorbona IV di Parigi. È socio dell'Accademia delle Scienze di Bologna e dirige la Rivista Storica dell'Antichità. Specialista di storia annibalica e di storia militare antica, è autore di oltre centotrenta pubblicazioni, tra cui otto monografie su personaggi della Roma repubblicana, molte delle quali sono state tradotte in più lingue, e di alcune trasmissioni radio, tra cui una serie di 20 puntate andate in onda nel 1999 su Radio Due   AGGIORNAMENTO DEL 27/04/20 Intervento del Preside a presentazione e introduzione della rubrica di contributi culturali "Inviti al Vieusseux", per alunni, docenti, genitori.         

VIAGGIANDO CON IL VIEUSSEUX  OGGI TI PARLO DI

VIAGGIANDO CON IL VIEUSSEUX - OGGI TI PARLO DI...

Il Liceo Vieusseux, che in queste settimane ha sperimentato una proficua esperienza di didattica a distanza e videolezioni, ha pensato di mettere a disposizione di un pubblico più ampio le sue risorse umane e culturali, inaugurando un blog dal titolo “Viaggiando con il Vieusseux – Oggi ti parlo di…” È una proposta multidisciplinare, con cui i docenti si mettono in gioco per regalare, in questi giorni “sospesi”, pillole di cultura, spunti di riflessione, piccole dosi di bellezza, parlando di ciò che più amano. L’elenco degli interventi è in continuo aggiornamento ed essi sono qui sotto riportati in ordine alfabetico (per nome dell'autore). Restate sintonizzati sui canali Vieusseux, per viaggiare con il Liceo, tenendo a portata di mano la valigia dell’immaginazione. Vieusseux, distanti ma vicini. Prof.ssa Camilla Berio (Latino e Greco)- Due chiacchiere con SENECA Prof.ssa Camilla Berio (Lettere) - Invito alla lettura di "Rapsodia mediterranea" di Simone Perotti Prof.ssa Paola Consiglio (Lettere) - Attualità de "La peste" di Albert Camus Prof.ssa Paola Consiglio (Lettere) - Forme di comunicazione di ieri e di oggi: la neolingua di Winston -1984 Orwell Prof.ssa MONICA DULBECCO (Scienze) - Gioielli nostrani siamo circondati da tanta bellezza naturale ma non ci facciamo caso. Occorre esercitarsi a osservare.  In mare i tesori e i gioielli sono tantissimi, ma la distrazione spesso non ce li fa notare. Vi presentiamo alcuni di questi: non saranno i più eccezionali, ma sono i più frequenti e altrettanto belli rispetto a quelli dei mari esotici e famosi in tutto il mondo. Ricordate che il Mediterraneo è tra gli ambienti acquatici più ricchi di biodiversità. Prof. Giorgio Durante (Filosofia) - L'attuale condizione umana vista attraverso gli scritti di grandi filosofi del passato (Intervista al prof. Giorgio Durante andata in onda su Sanremonews e Imperianews e visibile anche cliccando qui Prof. Romano Lupi (Filosofia e Storia) - Gli albori del CINEMA Prof. Angelo Quaglia (Matematica e Fisica) - ASTRO...FAKES (parte 1) L'astrologia ha un fondamento? Secondo il prof.Quaglia no, e lo dimostra con ragionamenti matematici. Prof. Angelo Quaglia (Matematica e Fisica) - ASTRO...FAKES (parte 2) Abbiamo letto titoli di giornale allarmistici su un asteroide che avrebbe "sfiorato" la Terra: sarà vero? Seguite il prof. Quaglia nelle sue considerazioni e lo scoprirete. Prof.ssa Lidia Rianna (Arte) - IL RUMORE DEL SILENZIO La prof.ssa Lidia Rianna ci parla dell'importanza di ascoltare gli altri, prendendo spunto dal personaggio di Zi' Nicola della commedia "Le voci di dentro" di Eduardo de Filippo, e da un quadro dipinto dalla professoressa come omaggio al grande Eduardo. Prof.ssa Lidia Rianna (Arte) - L'arte nelle mani Riflessioni sull'importanza delle mani e la loro rappresentazione artistica. Prof.ssa Lidia Rianna (Arte) - Evasione a colori  Prof.ssa Barbara Rusponi (Lettere) - Dialogo di un Venditore di almanacchi e un Passeggere (dalle "Operette Morali" di Leopardi) La prof.ssa Rusponi chiude questo ciclo del Blog con la lettura di un dialogo tratto dalle "Operette Morali" di Leopardi. Un venditore di almanacchi (calendari) e un anonimo "passeggere" (sotto cui si nasconde Leopardi) hanno un breve scambio di battute sulla felicità e la speranza nel futuro. Un anno (scolastico) si chiude, e noi ci proiettiamo con la speranza sull'apertura di un anno nuovo, che ci porti maggiore serenità rispetto a quello appena passato. Prof.ssa Barbara Rusponi (Lettere) - Dialogo di un folletto e di uno gnomo (dalle "Operette Morali" di Leopardi)   Prof.ssa Barbara Rusponi (Lettere) - Perché leggere Madame Bovary? Lettura di passi scelti Un invito alla scoperta del grande romanzo di Flaubert, con lettura di passi scelti Introduzione alla scelta del romanzo: dal minuto 00.00 Inizio lettura passi scelti: dal minuto 10.11 Prof. DANIELE VACCARO - Prof.ssa BARBARA RUSPONI - DA TRIESTE ALLE GALAPAGOS (E RITORNO) - Una lettura comparata de "La coscienza di Zeno" di Italo Svevo e "L'origine delle specie" di Charles Darwin. La conversazione, con letture di brani, mette in luce i punti di contatto e le differenze fra i pensieri dei due autori, evidenziando come alcuni concetti del Darwinismo vengano spesso in realtà fraintesi o banalizzati, e come la lettura che Svevo fa di Darwin riesca a coglierne invece il senso autentico.  Prof. Daniele Vaccaro (Scienze) - Storia di in paradosso quasi invisibile PRECISAZIONI DELL'AUTORE: la patologia non colpisce esclusivamente i polmoni, ma l' organismo intero e soprattutto gli organi dove è presente l' ENZIMA ACE2 (polmoni, intestino, cuore...). nel video viene semplificato lo scenario. Nella trattazione viene trascurato l' aspetto immunitario per semplicità e scelta di trattazione Le pubblicazioni al momento non sono ancora in grado di definire in maniera completa e dettagliata il meccanismo d' azione virale.    


ESITI TEST DINGRESSO AL POLITECNICO

ESITI TEST D'INGRESSO AL POLITECNICO

Anche quest’anno un gruppo di studenti del Liceo Scientifico Vieusseux di Imperia ha sostenuto il TEST d’INGRESSO al POLITECNICO di TORINO (T.I.L. Test In Lab) il giorno mercoledì 19 febbraio 2020, riportando come sempre punteggi nel complesso buoni, con alcune valutazioni particolarmente elevate che garantiscono agli studenti più meritevoli di poter seguire il corso di prima scelta a cui si sono iscritti. In particolare emergono Rocco Olivari (VB Scienze Applicate), che ha totalizzato 79%, Novaro Thomas e Miceli Alessandro (VA Scienze Applicate) che hanno totalizzato il 72% . L’esperienza è stata comunque per tutti gli studenti un arricchimento delle proprie conoscenze e la scoperta di un ambiente quello del Politecnico, particolarmente stimolante sul piano culturale e formativo. La referente Prof.ssa Rosanna Garello

COMUNICAZIONI DEL DIRIGENTE PER LA DIDATTICA A DISTANZA

COMUNICAZIONI DEL DIRIGENTE PER LA DIDATTICA A DISTANZA

Riportiamo il contenuto delle circolari n. 123,124,125 a firma del D.S. Nella speranza che l’emergenza sanitaria possa rientrare in tempi ragionevoli e con esiti positivi per tutti, Scuola e Società, si auspica che le comunicazioni e la collaborazione con le famiglie nell’esperienza emergenziale della Didattica a Distanza possano proseguire proficuamente, nell’interesse della formazione e dell’inclusione di tutti i nostri ragazzi.  Si ricorda che i colloqui insegnanti-genitori sono sempre aperti, ora naturalmente in forma telefonica. Le modalità di prenotazione sono quelle usuali e consolidate, attraverso il Registro Elettronico (di seguito RE), lasciando il recapito telefonico. I docenti chiameranno la famiglia nell’ora abituale di ricevimento.  Si coglie l’occasione per segnalare come la consuetudine di molti genitori di consegnare la propria password per il RE ai figli abbia creato diversi problemi nelle comunicazioni scuola-famiglia, le quali in molti casi dovrebbero appunto bypassare i ragazzi. Le famiglie che ritengano di dover chiedere nuove credenziali personali per il RE sono invitate a segnalare l’esigenza al coordinatore di classe, che provvederà a farle emettere.    Si raccomanda ancora di accedere giornalmente al RE per visionare eventuali annotazione dei docenti (che in molti casi non sono spuntate) e di seguire, per quanto possibile, le attività scolastiche dei ragazzi, anche dal punto di vista della netiquette, perché è indispensabile garantire a tutti una corretta fruizione del diritto allo studio.   Si ricorda inoltre che  è fatto divieto di diffusione e registrazione dei contenuti (salvo deroghe). I link che permettono di seguire eventuali lezioni in streaming devono avere esclusiva diffusione fra i membri della classe a cui la lezione è riservata e ne è vietata la condivisione con estranei.

NUOVO ORARIO DI APERTURA DELLEDIFICIO SCOLASTICO

NUOVO ORARIO DI APERTURA DELL'EDIFICIO SCOLASTICO

AGGIORNAMENTO DEL 3 AGOSTO 2020 SI INFORMA CHE L'EDIFICIO SCOLASTICO E' APERTO DAL LUNEDì AL VENERDì DALLE 8 ALLE 13   AGGIORNAMENTO DEL 01/07/20 SI INFORMA CHE GLI UFFICI DI SEGRETERIA DEL LICEO VIEUSSEUX SARANNO APERTI AL PUBBLICO TUTTI I GIORNI DALLE ORE 10.00 ALLE ORE 12.00, in rettifica alla comunicazione sotto allegata. PER RICHIESTE E COMUNICAZIONI, L'UTENZA E' INVITATA AD UTILIZZARE LA POSTA ELETTRONICA DELLA SCUOLA: IMPS010009@ISTRUZIONE.IT   SI RACCOMANDA DI RECARSI PERSONALMENTE A SCUOLA SOLO IN CASO DI INDIFFERIBILI NECESSITA'.    

STAGE DI FISICA   UNIVERSITA DI GENOVA

STAGE DI FISICA - UNIVERSITA' DI GENOVA

Anche quest’anno un numeroso gruppo di studenti delle classi 4AS, 4BS, 4BSA e 5BS del Liceo Scientifico Vieusseux di Imperia ha partecipato allo stage di fisica svoltosi al Dipartimento di Fisica (DIFI) presso l’Università di Genova, sotto la sapiente guida dello staff del prof. Fabio Cavaliere. I ragazzi sono stati inseriti in diversi filoni di ricerca e approfondimento quali: I MATERIALI SUPER CONDUTTORI IL DUALISMO ONDA-CORPUSCOLO IL MAGNETISMO E LE NANOSTRUTTURE Nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro hanno lavorato come ricercatori in attività simili a quelle che si svolgono al CERN di Ginevra, insieme a studenti di altri istituti. L’esperienza è stata come sempre molto positiva, perché ha permesso di comprendere il fascino della pura ricerca che si svolge nei grandi laboratori europei e gli studenti sono tornati pieni di entusiasmo e di curiosità per le problematiche scientifiche, come attestano le foto pubblicate, relative alle presentazioni che hanno realizzato per esporre i contenuti del lavoro svolto. La referente Prof.ssa Rosanna Garello


CORSO PRIMO SOCCORSO

CORSO PRIMO SOCCORSO

Il 7 febbraio si è concluso il ciclo di incontri iniziati a dicembre sul Primo Soccorso, tenuti da Davide Marino, formatore della Croce Bianca, e organizzati dalla nostra scuola nell'ambito dell'Educazione alla salute. Le classi terze hanno partecipato alla prima parte del corso di Primo Soccorso, le classi quarte hanno seguito il corso sull'uso del defibrillatore e le classi quinte la seconda parte del corso di Primo Soccorso.   I ragazzi hanno partecipato attivamente provando le varie manovre di soccorso.    

Concorso Giornata del Ricordo

Concorso "Giornata del Ricordo"

I nostri alunni Tommaso Bessone e Margherita Tamietto sono stati premiati nella diciannovesima edizione del concorso del Consiglio regionale “Il sacrificio degli italiani della Venezia Giulia e Dalmazia: mantenere la memoria, rispettare la verità, impegnarsi per garantire i diritti dei popoli”, indirizzato agli studenti degli istituti superiori della Liguria. Il concorso rientra fra le iniziative promosse dalla legge regionale 24 dicembre 2004 numero 29 “Attività della Regione Liguria per l’affermazione dei valori della Memoria del Martirio e dell’Esodo dei Giuliano Dalmati”. Gli studenti vincitori parteciperanno, fra il 22 e il 28 marzo prossimo, al consueto viaggio in Venezia Giulia, Istria e Dalmazia per conoscere i luoghi e le città che furono teatro della persecuzione. La premiazione è avvenuta il 6 febbraio 2020, a Genova, dove si è svolta la seduta solenne del Consiglio regionale dedicata al Giorno del Ricordo. La cerimonia viene organizzata per celebrare le vittime della persecuzione degli italiani che vivevano nella Venezia Giulia, Istria e Dalmazia, dall’armistizio fino alla fine della Seconda Guerra Mondiale: migliaia di uomini e donne vennero torturati, uccisi e gettati nelle foibe dalle formazioni partigiane del maresciallo Tito, tantissime famiglie furono costrette alla fuga provocando il drammatico spopolamento delle città lungo la costa. Hanno partecipato alla cerimonia consiglieri, assessori e le massime autorità civili, militari e religiose.

ESAME ECDL  Rimandato a data da destinarsi

ESAME ECDL *** Rimandato a data da destinarsi

L'esame ECDL è rimandato a data da destinarsi a causa del periodo prolungato di chiusura delle scuole per l'emergenza sanitaria in atto. Per partecipare alla sessione occorre consegnare la ricevuta del versamento in segreteria entro le 12:00 del lunedì che precede l'esame secondo le modalità specificate nella pagina delle istruzioni per iscriversi agli esami.  Per sostenere l’esame è necessario esibire un documento d’identità (carta d’identità, passaporto, patente, ecc.) in corso di validità. I candidati del primo turno dovranno presentarsi per la registrazione alle ore 13:45. I turni saranno pubblicati il martedì che precede l'esame nella pagina apposita del Test Center.  Ulteriori informazioni sui costi e la prenotazione degli esami sono disponibili alla pagina del Test Center ECDL. 

FELPA DI ISTITUTO

FELPA DI ISTITUTO

Informiamo che è stata realizzata la felpa di istituto, con decorazione scelta mediante contest fra gli studenti, gestito dai rappresentanti di istituto. E' risultato vincente il progetto di Stefano Mattei. La decorazione comprende il logo del Vieusseux nella sua versione aggiornata (la "navicella dell'ingegno"), ed una scritta in cui le iniziali di "LICEO VIEUSSEUX" ricordano i simboli chimici del Litio e del Vanadio sulla tavola periodica. Le felpe sono modello unisex, con cappuccio e tasca anteriore, disponibili in varie taglie, nei colori nero tinta unita o grigio chiaro mélange, con decorazioni bianche e verdi. Il prezzo del capo stampato è 16 euro. Chi fosse interessato all'acquisto, verserà l'importo al momento della prenotazione, che avverrà indicando anche colore e taglia. Per prenotazioni rivolgersi ai rappresentanti di Istituto. La felpa potrà essere acquistata da alunni, docenti, ex-alunni e simpatizzanti. Sarà possibile raccogliere le prenotazioni anche durante l'iniziativa "Vediamoci al Vieusseux", venerdì 24 gennaio, dalle ore 17 alle ore 22.30    


Liceali epigrafisti per un giorno

Liceali epigrafisti per un giorno

Incontro al Classico Liceali epigrafisti per un giorno Lunedì 20 Gennaio le classi seconde dell’indirizzo classico hanno assistito alla lezione della professoressa Elena Cimarosti, docente di Epigrafia Latina e di Storia Romana presso l’Università degli Studi di Genova. L’intervento rientra nell’ambito del progetto “Incontro al Classico”, proposto dal corso di studi in Scienze dell’Antichità dell’ateneo genovese per cui un gruppo di docenti universitari si rende disponibile a tenere lezioni di approfondimento e di presentazione della propria disciplina agli studenti liceali. La professoressa Cimarosti ha guidato i ragazzi in un’interessante viaggio introduttivo agli studi epigrafici presentando le principali tipologie di monumenti iscritti e le diverse tecniche di realizzazione; al termine, gli studenti hanno avuto anche l’occasione di partecipare attivamente provando malleus (martello) e scalprum (scalpello), i veri e propri “ferri del mestiere” del lapicida romano. La lezione fa seguito a quella tenuta in Dicembre da Biagio Santorelli, docente di Storia della Lingua Latina, che ha incontrato gli studenti del quinto anno del Classico, con un intervento di approfondimento su alcuni autori della Letteratura latina. Visti il riscontro positivo e la riuscita degli incontri, organizzati dalla professoressa Elena Bernardini, si auspica che nei prossimi anni l’Università riproponga il progetto, a cui la scuola ha aderito più volte ospitando il grecista Franco Montanari, la filologa Lara Pagani e l’archeologa Silvia Pallecchi.  

Giochi studenteschi  corsa campestre

Giochi studenteschi - corsa campestre

Ottimo esordio dei nostri ragazzi alla prima gara dei campionati studenteschi dell'anno, la fase provinciale di corsa campestre, tenutasi il 28 gennaio.   Sia la squadra femminile (Liliana Calzona, Anna Colagiovanni, Giorgia Ferraris) che la squadra maschile (Samuele Bongiovanni, Alessandro Favaro, Riccardo Lanza, Stefano Marzorati e Pietro Zagarella) hanno disputato una buona gara.  Riccardo Lanza è salito sul podio, classificandosi al secondo posto.  Inoltre la squadra maschile ha passato il turno ed andrà alle gare regionali. Bravissimi tutti!   Daniela Tolomelli e Samuele Perotti       

PREPARAZIONE SCIISTICA A BARDONECCHIA 2020  IL REPORTAGE

PREPARAZIONE SCIISTICA A BARDONECCHIA 2020 - IL REPORTAGE

 Dal 7 al 10 gennaio 2020 si è tenuta l'ormai tradizionale 4 giorni di sci a Bardonecchia. Da 15 anni il Liceo Vieusseux ha scelto questa località come stazione ideale sia per la facilità di accesso, sia per la disponibilità di organizzazione da parte dello staff tecnico locale, ma anche per la straordinaria bellezza dello scenario naturale, che pure è poco conosciuto ai ragazzi imperiesi. Il progetto prevede 16 ore di lezione con maestri FISI. Al termine della giornata sugli sci, i ragazzi sono impegnati in ore di studio assistito dai docenti accompagnatori. L’ultimo giorno, i maestri organizzano una gara di slalom gigante maschile e femminile, i cui risultati saranno utilizzati per individuare gli atleti che parteciperanno ai giochi studenteschi di sci. Questi i risultati:   CLASSIFICA FEMMINILE:  GAGLIARDI Martina 36.76 RICCIARDI Martina 40.69 BONI Alessandra 41.15 GENTILI Viola Sofia 42.04 GILLI Martina 42.90 MUDADU Elisa 43.33 GABBIADINI Alice 44.34 GARIBBO Sofia 44.88 PUGGELLI Marta 45.20 STEFANI' ZERBONE Ginevra 45.44  CLASSIFICA MASCHILE:  PARODI Francesco 31.62 GANDOLFO Mattia 38.10 SALUZZO Tommaso 38.66 MURIALDO Matteo 39.49 ZAGARELLA Pietro Giovanni 39.78 MACRI' Gioele 40.68 RICCA Giacomo 42.47 GARIBALDI Federico 44.43 UGO Federico 44.90 SCAJOLA Lorenzo 45.27 Quest’anno hanno partecipato 90 alunni, delle classi dalla prima alla quarta. La novità 2020 è che, per la prima volta, il progetto è stato aperto anche agli alunni principianti, dando modo ad alcuni ragazzi di solcare le piste per la prima volta.  Questa edizione si è segnalata per alcuni aspetti: sono state significativamente incrementate le ore di sci seguite da Maestri FISI (da 12 a 16) e abbiamo potuto godere della presenza della Nazionale di sci femminile francese, in allenamento proprio sulle piste di Bardonecchia, seguita dal nostro ex allievo PIETRO SEMERIA, che della Nazionale è allenatore ufficiale (Clicca QUI per l'intervista). Particolarmente suggestiva la cena presso il rifugio "Pian del Sole", a quota 1550, da dove abbiamo anche potuto assistere alla discesa in notturna del 2° MEMORIAL VERTICAL BUMBA, gara di sci alpinismo con partenza da Campo Smith, 700 mt. di dislivello positivo. Anche per le condizioni meteo particolarmente gradevoli, quest’anno l'iniziativa è risultata assai apprezzata dagli studenti. Il "Progetto Bardonecchia" fa capo al Dipartimento di Scienze Motorie del Liceo Vieusseux, guidato dal prof. Samuele Perotti, che per l'organizzazione si è avvalso della collaborazione della prof.ssa Maria Antonietta Giordano. Intendiamo anche ringraziare il prof. Marco Amorino che, pur essendo in pensione, continua a seguire con grande entusiasmo, impegno e professionalità questo progetto, di cui è l’ideatore.   

ISCRIZIONI CLASSI PRIME AS202021

ISCRIZIONI CLASSI PRIME A.S.2020/21

Ale ore 8.00 del 7 gennaio si aprono le iscrizioni on line alla scuola superiore.  La scadenza per la presentazione delle domande è fissata alle ore 20 del 31 gennaio 2020. Per una scelta cosapevole, è disponibile il portale Scuola in Chiaro che raccoglie i profili di tutti gli istituti per consentire anche una valutazione comparativa in base alle proprie esigenze. Nel portale ci sono infatti tutte le informazioni utili e necessarie: dall’organizzazione oraria ai risultati ottenuti negli anni passati dagli studenti, compreso il percorso successivo (eventuali studi universitari e ingresso nel mondo del lavoro). QUI il link "scuola in chiaro" relativo al Liceo Vieusseux Clicca QUI per scoprire il nostro PIANO DELL'OFFERTA FORMATIVA COME FARE: - Se non si è ancora registrati sul sito http://www.istruzione.it/iscrizionionline/ , occorre completare la registrazione, procedura per cui sono necessari codice fiscale ed indirizzo e-mail (a cui si riceveranno le credenziali di accesso). La registrazione deve essere effettuata dal genitore o da chi esercita la responsabilità genitoriale. - Chi si fosse già registrato nel corso dell'anno non dovrà ripetere tale operazione, ma potrà accedere direttamente, usando le proprie credenziali. - Chi fosse dotato di IDENTITA' DIGITALE SPID può accedere direttamente con essa, evitando la registrazione. - Le famiglie prive di strumentazione informatica possono contare sul servizio di supporto offerto dalla nostra segreteria, aperta con i seguenti orari:  dal lunedì al venerdì dalle ore 07:30 alle ore 08:00 dalle ore 10:25 alle ore 10:35 (solo studenti) dalle ore 10:35 alle ore 12:00 martedi pomeriggio dalle ore 15:00 alle ore 16:00 COSA INDICARE NELLA DOMANDA: - Il codice meccanografico che identifica la nostra scuola è: IMPS010009 - Nella domanda di iscrizione andrà indicato l'indirizzo prescelto (Classico, Scientifico, o Scienze Applicate) ed eventuali, ulteriori preferenze in ordine di gradimento decrescente. - Si ricorda che è attiva la succursale a Pieve di Teco (solo per l'indirizzo SCIENTIFICO). Le famiglie interessate a questa opzione sono tenute ad indicarlo nell'apposita nota. - E' poi presente anche una liberatoria da compilare per l'utilizzo a fini di documentazione didattica del materiale foto/video prodotto durante le attività della scuola. - Più avanti nel modulo si trova lo spazio per la scelta dell'indirizzo ESABAC (Solo Scientifico) - Procedendo con la compilazione, si trova lo spazio dedicato all'insegnamento della religione: va indicata la scelta di avvalersene o meno e, in questo caso, occorre indicare se si preferisce seguire un'attività alternativa o se si preferisce la libera uscita dalla scuola, che potrà avvenire anche durante la mattinata (a seconda dell'orario in cui è prevista l'ora di religione). - Si trova infine uno spazio Note della famiglia: si tratta del luogo per eventuali richieste personalizzate, fra cui, ad esempio, la richiesta di essere inseriti nella stessa classe di compagni preferiti. ATTENZIONE La domanda, una volta inviata alla scuola, non può più essere modificata. In caso occorresse apportare delle modifiche, è necessario contattare la segreteria, che può restituirla, sempre attraverso il portale. Vi aspettiamo al Liceo a Settembre 2020!


Erasmus Zagabria  Il reportage

Erasmus+ Zagabria - Il reportage

Il Liceo Vieusseux ha partecipato al primo incontro del progetto di scambio culturale "Erasmus+ Connecting through heritage",  passando la settimana dal 20 al 26 ottobre a Zagabria (Croazia), ospiti dell'istituto Gimnazija Tituša Brezovačkog assieme ad altre scuole europee: Profesionalna Tehnicheska Gimnaziya "N.Y. Vaptsarov“, Vratsa (Bulgaria), Agrupamento de Escolas de Vilela, Paredes (Portogallo) e Escuela de Arte y Superior de Diseño de Burgos (Spagna). Il progetto, finanziato dalla Comunità Europea, ha per scopo la conoscenza reciproca attraverso l'esperienza diretta dell'eredità culturale dei vari Paesi partners. Durante la settimana, grazie alle attività svolte con i ragazzi croati, abbiamo infatti potuto conoscere i punti più suggestivi di Zagabria e i fatti salienti della sua storia, sentire cantare la Madama Butterfly di Puccini in uno dei teatri più belli d'Europa, ma anche assaporare piatti tipici croati preparati nel cortile della scuola, imparare a ballare le danze tradizionali e visitare la città dalmata di Zara o una autentica chicca come il museo dedicato allo scienziato Nikola Tesla a Smiljan, il suo piccolo paesino natale. I ragazzi e i docenti accompagnatori hanno usato l'inglese come lingua comune, ma non sono mancate improvvisazioni nelle altre lingue europee, cosa che ha dato modo di constatare le già note affinità fra le lingue neolatine (italiano, spagnolo e portoghese),  ma anche di scoprire più esotiche somiglianze fra il bulgaro e il croato. Dice Jasmina Gjergji, della 4AS:  Viaggiare e conoscere persone nuove è sempre bello: scoprire gli elementi comuni che, nonostante le culture diverse, ci uniscono anche a distanza di migliaia di kilometri è strano, ma allo stesso tempo ci fa sentire a casa; le diversità tra i modi di pensare, di vivere e comportarsi aprono nuovi orizzonti e portano a volerne cercare di nuovi. In una sola settima abbiamo instaurato amicizie oltre confine, che tra camminate, fotografie, balli, risate e qualche pronuncia sbagliata ci hanno accompagnato in queste giornate soleggiate, di un sole nuovo e colorato.   Il Liceo Vieusseux ringrazia i partners croati per la calorosa accoglienza.    Il prossimo incontro del progetto è previsto a Burgos (Spagna) nel marzo 2020, seguiranno poi la Bulgaria (ottobre 2020) e il Portogallo (marzo 2021). Infine, i partecipanti si ritroveranno tutti a Imperia, ospiti del Liceo Vieusseux, a maggio 2021.   Qui sotto i link youtube ai video delle 5 giornate:   Giorno 1: Zagabria - Presentazione delle scuole Giorno 2: Caccia al tesoro per le vie di Zagabria Giorno 3: Zagabria - Impariamo le danze tradizionali croate Giorno 4: Escursione a Smiljan (Museo Tesla) e Zara Giorno 5: Zagabria - Impariamo la cucina croata - Saluti  

CERVO IN BLUDINCHIOSTRO LA RIVIERA DEI LIBRI  IV EDIZIONE

CERVO IN BLU...D'INCHIOSTRO, LA RIVIERA DEI LIBRI - IV EDIZIONE

 Cervo in blu…d’inchiostro arriva alla sua quarta edizione. Dopo il pieno successo dello scorso anno, la ricchissima rassegna letteraria, definita da Paolo Giordano (Premio Strega 2008) “la più importante e bella attualmente in Italia”, cresce e tocca adesso ben cinque comuni del Ponente: Cervo, Imperia, Sanremo, Ospedaletti e Sasso di Bordighera. Un'edizione davvero speciale, un appuntamento con i più importanti e autorevoli scrittori del panorama della cultura, della letteratura, della storia e con le loro novità editoriali. Venti incontri ad ingresso gratuito – dall’8 dicembre al 30 maggio – moderati da eccellenti giornalisti e docenti e inseriti in contesti preziosi e ricchi di storia, a partire dall’Oratorio di Santa Caterina a Cervo, o in luoghi suggestivi e incantevoli, come la bilioteca vista mare di Ospedaletti e il meraviglioso giardino di Irene Brin a Sasso di Bordighera; o ancora nelle due sale più capienti e prestigiose di Imperia e Sanremo: l’Auditorium della Camera di Commercio e il Palafiori. Lo scrittore e magistrato Gianrico Carofiglio, Simona Lo Iacono - scrittrice e magistrato candidata al Premio Strega, Simone Perotti, Lia Piano, il vincitore del Premio Campiello Andrea Tarabbia, Carlo Lucarelli, Corrado Augias, il Premio Strega Melania Mazzucco, il giornalista Ferruccio De Bortoli, Benedetta Cibrario: sono solo alcuni dei nomi che costellano il cartellone di Cervo in blu, anche quest’anno motivo di orgoglio per la vita letteraria della Riviera del Ponente Ligure. La rassegna Cervo in blu... d’inchiostro ha lo scopo di promuovere la diffusione della letteratura contemporanea, non solo narrativa, stimolando la passione per la lettura nei giovani e offrendo l’opportunità del dialogo diretto con gli scrittori, e di creare una rete di dialogo tra Istituzioni, associazioni e il mondo della scuola. La Rassegna è ideata e curata da Francesca Rotta Gentile, professoressa dell’Istituto "Colombo" di Sanremo, e promossa dall’ Associazione Culturale Cumpagnia du Servu, con il patrocinio dell'Assessorato alla Cultura e Istruzione del Comune di Cervo, del Comune di Imperia, del Comune di Sanremo, della Provincia di Imperia, della Città di Bordighera, del Comune di Ospedaletti. Il Progetto ha ottenuto il Patrocinio del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria Ufficio V – Ambito Territoriale di Imperia e l’autorizzazione come corso di formazione gratuito per i docenti di ogni ordine e grado di tutta Italia: gli incontri saranno registrati sul sito di formazione S.O.F.I.A del MIUR. Gli incontri che vedono coinvolti docenti del Liceo Vieusseux sono i seguenti: CERVO (ore 17:00 - Oratorio di Santa Caterina) • Venerdì 7 febbraio: Gianrico Carofiglio presenta La misura del tempo, Ed. Einaudi. Dialoga con l’autore la Prof.ssa Nicoletta Sasso SANREMO (ore 17,00 - Palafiori, Centro Congressi) • Domenica 23 febbraio: Corrado Augias presenta Il grande romanzo dei Vangeli. Dialoga con l’autore il prof. Giorgio Durante OSPEDALETTI (ore 17:00 - Biblioteca e "La Piccola") • Venerdì 6 marzo: Annarita Briganti, in occasione della festa della donna, presenta Alda Merini, l'eroina del Caos, Ed. Cairo. Dialoga con l’autrice la Prof.ssa Emanuela Rotta Al mattino incontro con gli studenti presso il Liceo Vieusseux di Imperia. IMPERIA (ore 17:00 - Auditorium Camera di Commercio Riviere di Liguria) • Domenica 29 marzo: Andrea Tarabbia, vincitore Premio Campiello 2019, presenta Madrigale senza suono, Ed. Bollati Borighieri. Dialoga con l’autore la prof.ssa Emanuela Rotta  SASSO DI BORDIGHERA (presso il giardino di Irene Brin) • Sabato 30 maggio: - ore 10:30-12:30 e 14:00-16:00: laboratorio di scrittura sensoriale: Parole Petali e Profumi, a cura della prof.ssa Emanuela Rotta  Gli incontri con gli autori saranno intervallati da momenti musicali grazie alla collaborazione con l’Associazione San Giorgio Musica di Cervo, con il Centro Studi Musicali di Imperia e con la Band “Aula 73” dell’Istituto Ruffini di Imperia. Si consolida una sempre più incisiva collaborazione tra l'Associazione Cumpagnia du Servu e alcuni Istituti scolastici della Provincia, tra cui il Liceo Vieusseux di Imperia.

Corsi ECDL

Corsi ECDL

Comunicazioni relative ai corsi ECDL In allegato la circolare relativa ai corsi ECDL organizzati dal liceo per l'anno scolastico 2019/20. La responsabile dei corsi è la prof.ssa Sabina Cerzosimo coadiuvata dal docente di informatica prof. Davide Baglietto. Per chi fosse interessato a conseguire la Certificazione ECDL Full Standard e volesse un supporto didattico-digitale, il Liceo ha a disposizione un certo numero di codici per l'ebook di Aula01. Per informazioni sul costo, è possibile chiedere al Responsabile del Test Center (leonardo.boselli@posta.istruzione.it)

i Changestart vincono TALENT OLIO 2019

i "Changestart" vincono TALENT OLIO 2019

Il gruppo del Liceo Statale "G.P. Vieusseux" Changestart, nato l'anno scorso dal laboratorio di musica di insieme, seguito dal prof.Davide Baglietto, docente dello stesso istituto, il giorno 8 novembre 2019 ha vinto il "Talent Olio", concorso facente parte delle manifestazioni collaterali di "OLIOLIVA", organizzato dall'IIS Ruffini.   Durante l'esibizione, gli studenti hanno proposto una cover e un brano originale ("Enrico") scritto da Luca Memeo, cantante e chitarrista della band. Il gruppo Changestart, che si è esibito presso l'Auditorium della Camera di Commercio di Imperia è composto da: Luca Memeo (chitarra e voce), Valentina Chessa (flauto), Carlo Lodin (pianoforte e chitarra), Stefania De Cesari (basso), Marina Vigo (chitarra), Anisa Shehu (percussioni). Indispensabile elemento anche Maria Vittoria Bottino, fonico e tecnico audio. Fanno inoltre parte del gruppo, sebbene non presenti a Talent Olio: Silvio Palmero (batteria), Serena Venturino (voce), Filippo Tedeschi (cajon), Sabina Bendibha (tastiera).   I componenti del gruppo Lodin e Oggiana hanno scritto un'altra canzone che intitolata "Casa nostra", che ha come tema l'inquinamento. Il giorno 12 novembre il gruppo si esibirà a Genova, a Palazzo San Giorgio, all'interno della manifestazione "Orientamenti". Con l'anno nuovo il gruppo terrà altri concerti nella città di Imperia e curerà la realizzazione di un video clip.   Ai nostri ragazzi i complimenti della Scuola.


ORARIO SEGRETERIA a s 201920

ORARIO SEGRETERIA a. s. 2019/20

ORARIO  dal lunedì al venerdì dalle ore 07:30 alle ore 08:00 dalle ore 10:25 alle ore 10:35 (solo studenti) dalle ore 10:35 alle ore 12:00 martedi pomeriggio dalle ore 15:00 alle ore 16:00      

Il Vieusseux scelto per il programma ERASMUS PLUS

Il Vieusseux scelto per il programma "ERASMUS PLUS"

Abbiamo il piacere di informare che il Liceo Vieusseux è stato scelto per partecipare al progetto della Comunità Europea "Erasmus+, connecting through heritage".  Il progetto, di durata biennale,  si propone di valorizzare il patrimonio culturale europeo e coinvolge 5 Paesi: Italia, Croazia, Spagna, Bulgaria e Portogallo. Le classi aderenti sono quelle dei tre indirizzi (Classico, Scientifico, Scienze Applicate), con alunni compresi nella fascia di età 15-17 anni. I nostri studenti, ospitati presso famiglie locali, avranno la possibilità di visitare i vari Paesi, conoscere la loro cultura e il loro sistema scolastico. Gli allievi degli altri Paesi verranno a loro volta ospitati dai nostri studenti e parteciperanno alle nostre lezioni. Lo scopo del progetto è quello di far capire i diversi usi e costumi dei vari Paesi, conoscere la loro storia e il loro sistema scolastico, favorendo l'inclusione e la coesione europea.   Per saperne di più, clicca qui  

Ciao Dondi

Ciao, Dondi!

"Ciao, Dondi!".  Così probabilmente avrebbe voluto essere salutato, anche per l'ultima volta, dai suoi amati alunni. Chi scrive, da ex allieva che ha avuto modo di conoscerlo ed apprezzarlo, si permette dunque questa confidenza. Per tutti gli altri, si è spento oggi don Gustavo Del Santo, professore emerito di Storia e Filosofia per lunghi anni presso il Liceo Vieusseux, appassionato fotografo, Medaglia d'oro della Presidenza della Repubblica ai benemeriti della scuola della cultura e dell'arte, Cappellano del Duomo di Porto Maurizio, Direttore della Corale San Maurizio, già organizzatore del Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo. Pensiamo però che, al di là delle parole di circostanza che spettano al personaggio pubblico di alto profilo, il miglior omaggio che si possa rendere a don Del Santo sia il ricordo di chi ha potuto apprezzarne le doti didattiche, ma soprattutto umane. Di lui gli ex allievi ricordano il professore speciale, coltissimo, intelligente, capace di coltivare il pensiero critico dei suoi studenti, la sua fine ironia, con cui non disdegnava di colorire le spiegazioni, l'equilibrio sapiente con cui riusciva a conciliare il rapporto di fiducia e complicità che aveva con i suoi alunni, e il rispetto dovuto al suo ruolo. Riportiamo dunque le parole del prof. Durante, suo ex allievo ed ora suo successore nella cattedra di Storia e Filosofia del Liceo Vieusseux:  Le cose che più colpivano me e i miei compagni di Liceo del modo di insegnare di don Del Santo erano molte. Tra queste, certamente, la profonda conoscenza degli argomenti che trattava e che padroneggiava con la sicurezza di uno che aveva letto e riletto i testi degli autori che spiegava. Grazie a lui, Platone e Kant, Hegel e Aristotele diventavano familiari, parlavano, letteralmente parlavano alla nostra mente e al nostro cuore di adolescenti, stimolavano la nostra riflessione, ci provocavano con dubbi e domande sulle quali discutevamo per ore anche al di fuori della scuola. Così lui ci ha insegnato a pensare con la nostra testa, e a confrontarci con tutti. Poi ci colpiva il fatto che studiasse anche lui, ogni giorno. Tutti noi avevamo chiarissima la percezione che avesse studiato per ore il pomeriggio prima di entrare in classe a farci la sua lezione, che avesse in qualche modo dialogato idealmente con i filosofi di cui ci avrebbe parlato l’indomani, e che avesse passato lungo tempo a riflettere su come farci comprendere, e non solo ripetere, concetti complessi e teorie solo apparentemente astruse, ma che con lui diventavano straordinarie avventure intellettuali. Così lui ci ha trasmesso l’amore per lo studio, l’amore per la cultura, per la ricerca della verità. Inoltre ammiravamo il suo equilibrio, la sua ironia, la sua capacità di spaziare in tanti campi del sapere, la sua voglia di conoscere quello che interessava a noi, la sua capacità di portarci sempre all’essenziale, al nocciolo di ogni problema. Ci faceva continuamente parlare, era interessato a qualunque nostra idea, sapeva valorizzarla e darle spazio. Così lui ci ha insegnato che andare a scuola non era solo un dovere, ma anche un piacere, un’occasione straordinaria per confrontarci e andare a fondo nelle cose. Però la cosa che più ci colpiva era qualcosa di indefinibile, che alla nostra età non capivamo bene, ma che sentivamo come muoversi nell’aria quando lui entrava in classe e si metteva in cattedra. Non sapevamo dire cos’era, allora. Il tempo ce lo ha chiarito negli anni successivi, quando moltissimi di noi sono andati a trovarlo personalmente, si sono confrontati con lui, gli hanno chiesto consiglio e lo hanno preso come un punto di riferimento stabile, una fonte inesauribile di saggezza, razionalità ed equilibrio. Abbiamo allora compreso che il segreto del suo insegnamento, quello che lo rendeva e lo renderà unico e inarrivabile, stava nel suo credere in noi, nel suo trattarci da persone adulte. Lui non era per nulla interessato ai nostri limiti di adolescenti, ma guardava alla nostra grandiosità e dignità di persone umane, alla profondità del nostro io, al mistero della nostra coscienza, della quale lui non era il giudice o il padrone, ma davanti alla quale stava con ammirazione e rispetto. Con lui ci siamo sempre sentiti uomini.  Per tutto questo ora ci manca, ma proprio per tutto questo gli saremo per sempre riconoscenti.  Qui il link ad una sua intervista del 2014 Le esequie avranno luogo giovedì 31 ottobre, alle ore 15, presso il Duomo di Porto Maurizio

ATTIVAZIONE INDIRIZZO BIOMEDICO BIOLOGIA CON CURVATURA BIOMEDICA

ATTIVAZIONE INDIRIZZO BIOMEDICO (BIOLOGIA CON CURVATURA BIOMEDICA)

Anche per l'a.s. 2019/20 il Liceo Vieusseux attiva il progetto Biologia con curvatura biomedica.  Si tratta di un percorso sperimentale avviato in questa scuola tre anni fa e che riproduce il modello adottato presso il Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” di Reggio Calabria: il percorso ha una struttura flessibile e si articola in periodi di formazione in aula e in periodi di apprendimento mediante didattica laboratoriale. La sperimentazione è indirizzata a tutti gli studenti delle classi terze di tutti e tre gli indirizzi e agli studenti delle classi quarte e quinte che intendono proseguire il percorso già iniziato; avrà una durata triennale (per un totale di 150 ore), con un monte ore annuale di 50 ore: 20 ore tenute dai docenti di scienze, 20 ore dai medici indicati dagli Ordini provinciali, 10 ore “sul campo”, presso strutture sanitarie, ospedali, laboratori di analisi individuati dagli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri Provinciali; l’accertamento delle competenze acquisite avverrà in itinere in laboratorio attraverso la simulazione di “casi”. Con cadenza bimestrale, a conclusione di ogni nucleo tematico di apprendimento, è prevista la somministrazione di un test: 45 quesiti a risposta multipla condivisi dalla scuola capofila di rete che il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha individuato nel Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” di Reggio Calabria. Il successo dell’iniziativa è tale, che dalle 25 scuole individuate da MIUR nell’anno scolastico 2017/18 si è passati quest’anno a 134 Licei su tutto il territorio nazionale. Fra tutti i candidati che hanno superato i test d’ingresso universitari per le facoltà mediche e sanitarie, la percentuale degli allievi che hanno preso parte a tale percorso e si è rivelata più alta della media. Acquisite le adesioni degli alunni di terza, sarà costituito un gruppo di max 25 alunni, provenienti da tutte le sezioni, individuati attraverso criteri di merito. Il percorso sarà sviluppato secondo un calendario di seguito comunicato, impegnando di norma un pomeriggio alla settimana. Formalizzata l’istanza, la disciplina sarà inserita nel piano di studi dell’allievo/a e diverranno obbligatori la frequenza, lo studio e la certificazione a conclusione del 1° e 2° periodo didattico, con relativa valutazione. Sul registro elettronico le famiglie e gli alunni interessati troveranno maggiori informazioni e la modulistica necessaria a formalizzare l'iscrizione.




INCONTRO CON LA SCRITTRICE CRISTINA RAVA

INCONTRO CON LA SCRITTRICE CRISTINA RAVA

Venerdì 7 giugno, presso il nostro liceo, è avvenuto l’incontro degli studenti delle classi IV C scientifico e II A classico con  la scrittrice Cristina Rava.  La nota giallista, autrice della fortunata serie del commissario Rebaudengo, ha parlato del suo ultimo romanzo Di punto in bianco, uscito lo scorso febbraio ed edito da Nero Rizzoli, letto ed apprezzato dai ragazzi partecipanti all’incontro.  Molti i temi che sono stati affrontati dall’autrice durante le due ore trascorse insieme: dalla vita nelle piccole realtà di provincia (la vicenda narrata è ambientata nelle colline delle Langhe) al rapporto genitori/ figli (presentato come privo di ascolto reciproco dunque  problematico) dalla giustizia all’accettazione del diverso... Cristina Rava ha raccontato anche di sé, della sua formazione, della strada che l’ha condotta alla scelta del genere giallo e di come sono nati i suoi personaggi, in particolar modo quelli del suo ultimo libro. E il prossimo, ha rivelato, non ci farà attendere molto.      

PROGETTO FOCUS 2019  CLASSE 3 BSA

PROGETTO FOCUS 2019 - CLASSE 3 BSA

La classe 3 B Scienze Applicate, seguita dalla prof.ssa Graziella Battistin, ha partecipato al concorso “FOCUScuola: redazioni di CLASSE”, realizzando un “Mini Focus” contenente articoli, immagini e ricerche frutto del lavoro di gruppo. Ogni elaborato si compone della copertina e di tre rubriche a scelta tra quelle che si trovano ogni mese su Focus. Le rubriche tra cui scegliere erano: Come è fatto/Come funziona? (si tratta di un infografica in cui viene descritto un oggetto/meccanismo in tutte le sue componenti/fasi) Domande & Risposte (uno specifico tema o temi diversi trattati in pillole nella forma di domande e risposte) La buona notizia (una pagina singola dedicata a una buona notizia in ambito scientifico: nuove scoperte in ambito scientifico, tecnologico, medico, ambientale, etc.) L'intervista (un'intervista in pagina singola ad un personaggio, uno scienziato, un ricercatore, uno scrittore, qualcuno che abbia una storia da raccontare, corredata da una breve biografia). Vi presentiamo quindi nella fotogallery le immagini del numero di "Focus" creato dai nostri studenti.

LETS DEBATE

LET'S DEBATE!

“I giovani dovrebbero ambire a posti e ad ambienti di lavoro innovativi, superando la logica del posto fisso”  Questo è stato il tema preparato che la nostra squadra, composta da Tommaso Bessone, Sara Meneghello, Patrick Pastorelli, Claudia Sicari e Margherita Tamietto, frequentanti la classe quarta del Liceo Scientifico, ha dibattuto giovedì 31 maggio, presso le aule dell'Istituto Ruffini di Porto Maurizio, in occasione della Fiera del Libro. Alla manifestazione hanno aderito diverse squadre provenienti dal Nord Italia, che si sono affrontate in due round: il tema preparato ed un impromptu, intitolato “L'e-book avvicina i giovani alla lettura”, nella discussione del quale i ragazzi hanno messo in campo le loro conoscenze sull'argomento, dimostrando competenza e spirito critico. La nostra squadra ha vinto entrambi i round distinguendosi per bravura, prontezza e grande retorica, conquistando il primo posto nella finale, disputata il 1 giugno contro l'Istituto “Ettore Majorana” di Segrate, già vincitore del torneo di Novembre e quindi difficile avversario. Grande entusiasmo e divertimento da parte di tutti i ragazzi che hanno affrontato questo nuovo impegno con serietà ed entusiasmo, anche tra coloro che non hanno presenziato fisicamente sul palco, ma che hanno comunque, durante le settimane di preparazione, aiutato i compagni a cercare le informazioni da poter utilizzare in sede di dibattito. Tanta soddisfazione anche per le insegnanti che hanno creduto in questo progetto e hanno seguito i debaters: Silvana Covino, Natascia Frattaioli, Stefania Glorio.  Il Debate è una metodologia all' avanguardia che permette di acquisire competenze trasversali, le così dette life skills, favorendo il cooperative learning e la peer education: è un nuovo modo di apprendere sviluppando competenze di public speaking e di educazione all'ascolto: allenare la mente a considerare posizioni diverse dalle proprie aiuta a sviluppare il pensiero critico, allargando i propri orizzonti e arricchendo le menti. Bravissimi ragazzi! ..e grazie per averci fatto sognare...!

Con la testa tra le nuvole rileggendo Calvino

Con la testa tra le nuvole (ri-leggendo Calvino)

Con la testa tra le nuvole (ri-leggendo Calvino) È lo spettacolo teatrale del Liceo Vieusseux 2019. Lo spettacolo è la "lettura", come al solito leggera e un po' scanzonata, che i nostri ragazzi hanno fatto di due opere di Calvino. Quali? Venite e vedrete...   Noi possiamo solo dirvi che abbiamo anticipato Greta Thunberg già a ottobre, momento della scelta del testo e di inizio dei lavori ...   Un campionario di varia umanità... e non solo "umanità", anche... "felinità"!   Intanto noi lavoriamo intensamente alle prove, anche en plein air....    Vi aspettiamo numerosi il 23 e 24 maggio 2019, alle ore 21, presso l'Auditorium della Camera di Commercio di Imperia.       La referente per il laboratorio teatrale Prof.ssa Milla Berio


UNA PASSEGGIATA CON MONET

UNA PASSEGGIATA CON MONET

Dopo 135 anni tornano in Riviera alcuni splendidi dipinti di Monet: “Le Château de Dolceacqua”, “Vallée de Sasso, effet de soleil”, “Monte Carlo vu de Roquebrune”. Per l’occasione la classe VB del Liceo Scientifico G.P. Vieusseux di Imperia ha realizzato il progetto Una passeggiata con Monet, grazie al quale i ragazzi, coordinati dalla loro docente di disegno e storia dell’arte Antonella Artuso, hanno allestito presso i Giardini Monet di Bordighera delle schede che presentano e riproducono una ventina di opere dell’artista francese, alcune delle quali realizzate proprio in città. Alle immagini hanno poi aggiunto alcune delle frasi più famose del pittore. L’esposizione sarà aperta e visitabile gratuitamente accedendo ai giardini, durante tutto il periodo di soggiorno dei dipinti dell’artista in città, e cioè fino al 31 Luglio 2019. Un’occasione unica dunque, quella di passeggiare lungo i viali dei Giardini Monet tra le immagini e i pensieri del grande artista, che tanto si è ispirato alla Riviera.   AGGIORNAMENTO DEL 28 GIUGNO 2019  Siamo orgogliosi di pubblicare la lettera di ringraziamento inviata dal Sindaco di Bordighera alla nostra scuola:    Liceo Statale G.P. Vieusseux Imperia Preg.mo prof. Paolo Auricchia Vorrei esprimere i più sentiti ringraziamenti per l’attività svolta da alunni di codesto Liceo in occasione della mostra “Claude Monet Ritorno in Riviera” attualmente allestita presso Villa Regina Margherita a Bordighera e il Castello di Dolceacqua. Attraverso il loro impegno i ragazzi hanno valorizzato uno dei luoghi simbolo della presenza di Monet a Bordighera, i Giardini Monet. Un ringraziamento particolare va anche alla prof.ssa Artuso che li ha seguiti in questo progetto. Nella speranza di future collaborazioni l’occasione è gradita per inviare i miei migliori saluti. Il Sindaco di Bordighera Dott. Vittorio Ingenito  

Gara Nazionale Olimpiadi di Problem Solving

Gara Nazionale Olimpiadi di Problem Solving

Cesena, ore 16:30 del 12 Aprile 2019, gli alunni Carlo Lodin, Marco Agnese, Silvio Palmero e Andrea Garaccioni hanno appena concluso la gara a squadre delle Olimpiadi di Problem Solving contro le migliori squadre italiane. Dopo essere arrivati nei primi 400 su 20000, si classificano con un meritato diciottesimo posto. Invece nella gara individuale Carlo Lodin si classifica ottavo su 21 partecipanti! Ai nostri ragazzi vanno i complimenti della scuola.      

FISICI DELLE PARTICELLE PER UN GIORNO

FISICI DELLE PARTICELLE PER UN GIORNO

Venerdì 5 aprile 2019 un nutrito gruppo di studenti del Liceo Scientifico Vieusseux di Imperia ha partecipato alla CERN - MASTERCLASS svoltasi al Dipartimento di Fisica (DIFI) presso l’Università di Genova sotto la sapiente guida dello staff del prof. Silvano Tosi e di Angelo Poggio. Alcuni ragazzi delle classi IVCS,  IVBSA, IVBS,  nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro, hanno svolto la mansione di ricercatore in attività simili a quelle che si svolgono al CERN di Ginevra insieme a studenti di altri istituti. Grazie a questa esperienza, che era già stata svolta positivamente anche l'anno scorso, gli studenti hanno compreso il fascino della ricerca pura che si sviluppa nei grandi laboratori europei e sono tornati pieni di entusiasmo e di curiosità per le problematiche scientifiche. Le splendide foto pubblicate sono relative alle collisioni tra fasci di protoni avvenute nell'acceleratore LHC del CERN di Ginevra e ricostruite dal rivelatore CMS. Si vedono tracce di muoni ed elettroni provenienti dal decadimento di bosoni W e Z, i mediatori dell'interazione nucleare debole, o dal famoso bosone di Higgs, scoperto al CERN, il responsabile della massa delle particelle. La referente  prof.ssa Rosanna Garello

Il Vieusseux vince le gare regionali delle Olimpiadi di Problem Solving

Il Vieusseux vince le gare regionali delle Olimpiadi di Problem Solving

   Il Liceo “G.P Vieusseux” è fiero di annunciare la vittoria nella gara regionale delle Olimpiadi di Problem Solving  sia per la sessione individuale sia per quella a squadre. Al primo posto nella regione Liguria si classificano: per la gara individuale l’alunno Carlo Lodin della 1 C scientifico, per la gara a squadre si classifica la “Gang of Four” (1) formata da Carlo Lodin (1 C Scientifico), Marco Agnese (1 A Scienze Applicate ), Andrea Garaccioni (2 A Scienze Applicate) e Silvio Palmero (2 A Scienze Applicate). Gli alunni gareggeranno per il titolo nazionale il giorno 12 aprile presso la sede dell’Università di Cesena.  (1) Il nome Gang Of Four è stato scelto dal prof. Baglietto Davide (docente di Informatica ) in onore alla “banda dei quattro” (E. Gamma, R. Helm, R. Johnson, J. Vlissides) e al loro testo fondamentale per l’Ingegneria del Software : Design Patterns – Elementi per il riuso di software a oggetti


Gli universi di Stephen Hawking

Gli universi di Stephen Hawking

  Venerdì 22 marzo 2019 dalle 14.30 alle 18.30 al Liceo Scientifico si parlerà di Stephen Hawking. A un anno dalla sua scomparsa, è stato organizzato un Convegno di studio a cui parteciperanno studiosi di diversi campi del sapere che si confronteranno tra loro e con il pubblico su tematiche legate alla ricerca scientifica e alla figura umana del grande cosmologo inglese. Questo è il secondo Convegno organizzato quest’anno dal Liceo Vieusseux, che anche in questo modo vuole mantenere e rafforzare la sua missione di promozione e diffusione della cultura, aprendo le porte della scuola alla cittadinanza. A illustrare i vari temi legati alla figura di Stephen Hawking sono stati invitati esperti provenienti da università italiane ed europee, la maggioranza dei quali sono stati, da giovani, alunni del Liceo Vieusseux. Ma anche alcuni studenti che stanno oggi frequentando il Liceo presenteranno i loro lavori, preparati con l’aiuto dei loro insegnanti. I relatori e i temi svolti sono indicati di seguito: Cord Friebe, Universität Siegen L’espansione dell’universo e il passaggio del tempo Leonardo Boselli, Università di Genova, Liceo “Vieusseux” Imperia La radiazione di Hawking: i buchi neri sono davvero così neri come li si dipinge? Stefano Salvia, Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere, Università di Pisa La scommessa di Stephen Hawking: dal paradosso dell’informazione al principio olografico Paolo Enrico, Università di Milano, Ospedale Maggiore Policlinico, Dipartimento di Psichiatria Stephen Hawking e la malattia del motoneurone: una mente libera in un corpo sotto scacco A presiedere la Conferenza è stata invitata la professoressa Brunella Ricci, per lunghi anni stimata insegnante di matematica e fisica presso il liceo Vieusseux. A coloro che ne faranno richiesta (studenti e docenti) verrà rilasciato un attestato di frequenza. La partecipazione è gratuita ma, per ragioni organizzative, chi intende partecipare è pregato di iscriversi inviando una email all’indirizzo conferenzeliceo@gmail.com Il Dirigente scolastico e i Docenti organizzatori sono orgogliosi di proporre alla cittadinanza un momento di studio e riflessione su una figura così significativa della cultura contemporanea. Ma Hawking non è meritevole di essere ricordato solo per i suoi straordinari contributi alla ricerca scientifica: la sua grandezza umana, il suo coraggio di fronte a una malattia terribile, la sua straordinaria onestà intellettuale sono e saranno sempre fonte di ammirazione e ispirazione per tutti. Vogliamo fare nostro un suo pensiero che ci aiuta ad avere coraggio e speranza in noi stessi e nel futuro dell’umanità, una sorta di motto per il nostro Convegno: Remember to look up at the stars and not down at your feet. And however difficult life may seem, there is always something you can do, and succeed at.

Una vita da social  Iniziativa formativa sul tema del cyberbullismo

"Una vita da social" - Iniziativa formativa sul tema del cyberbullismo

Venerdì 8 febbraio 2019, su proposta dei Poliziotti di Quartiere Tiziana Cavalleri e Marco Bruni, le classi 1A Classico e 1A Scientifico hanno fatto un'uscita didattica a Sanremo, per visitare il Bus "Una vita da social". Si tratta di un'iniziativa promossa dalla Questura di Imperia, volta a sensibilizzare i giovani sull'uso corretto della tecnologia. I nostri ragazzi hanno così potuto assistere ad una lezione interessante e altamente educativa sul  tema del Cyberbullismo, tenuta dall'Ing. Roberto Surlinelli, Direttore Tecnico Capo della Polizia di Stato, ed ingegnere elettronico esperto in sicurezza dei sistemi informatici ed in digital forensic. Durante la lezione, il relatore ha chiarito molti dubbi riguardo all'uso di Internet, uso spesso privo di adeguata consapevolezza, spiegando che le conseguenze di tale uso scorretto rimangono permanentemente sul web, andando poi ad incidere sulla vita futura e lavorativa di ragazzi che, magari in un momento di goliardia, pubblicano foto o contenuti che potrebbero poi condizionare anche eventuali assunzioni. Questo perchè inevitabilmente chi vuole assumere un lavoratore va a fare ricerche sul web, trovando tutte le informazioni riguardo alla persona in questione, anche quelle che potrebbero danneggiarne l'immagine. Inoltre i ragazzi hanno assistito ad un filmato molto emozionante che racconta la storia di una ragazza che si è suicidata in seguito alla pubblicazione di foto che dovevano rimanere "private" ma che sono poi diventate virali. Molto toccanti anche le riflessioni che sono state fatte dopo tale video e le spiegazioni fornite dal relatore in merito. Una bella mattinata, molto educativa.   Daniela Tolomelli Referente Cyberbullismo

IL VIEUSSEUX AI CAMPIONATI STUDENTESCHI DI SCI

IL VIEUSSEUX AI CAMPIONATI STUDENTESCHI DI SCI

Il 26 febbraio 2019, a Limone Piemonte, si sono disputate le gare interprovinciali di sci dei Campionati Studenteschi.  Le squadre del liceo  hanno fatto un'ottima gara in una giornata piena di sole, arrivando entrambe a metà classifica.  La Squadra femminile era composta da:  Alessia Pastore, Alice Basso, Viola Sofia Gentili, Francesca Madonna. La Squadra maschile: Giorgio Mancuso, Manuele Giamminola, Mattia Gandolfo, Gabriele Ramoino. Complimenti ai nostri atleti!  

La montagna nel cuore  Ciaspolate a Garessio

La montagna nel cuore - Ciaspolate a Garessio

Il 20 ed il 22 febbraio 2019 le prime scientifico e classico e la 1BSA hanno partecipato alla ciaspolata prevista dal progetto " La montagna nel Cuore".  La passeggiata sulla neve si è svolta a Garessio 2000 in due giornate veramente eccezionali, calde e soleggiate. Le guide della Cooperativa Brigí, Ludovico Ramella, Paola Ferrari e Mattia Dani, si sono alternate nel condurre i ragazzi e i professori nelle ciaspolate. Al termine della passeggiata il gruppo ha pranzato in Rifugio. Nel pomeriggio la tradizionale battaglia di palle di neve ha concluso una giornata all'insegna della natura e del buonumore!  La docente referente del progetto Daniela Tolomelli


LA NOTTE DEL VIEUSSEUX

LA "NOTTE" DEL VIEUSSEUX

Si è conclusa questa seconda "Notte Notte Nazionale del Liceo Classico" al Vieusseux, che quest'anno aveva per argomento CLASSICITA' E SCIENZA e prevedeva le seguenti iniziative:    Lettura del BRANO DI APERTURA, in contemporanea con tutti i licei italiani aderenti CONFERENZA della Prof.ssa GAZZANO, dell’Università degli Studi di Genova – BEAUTIFUL MINDS – parte I – GRECIA ARCAICA E CLASSICA  Premiazione del concorso letterario “Gianfranco Moro”, rivolto agli alunni delle classi Terze Medie CONFERENZA del Dott. ENRICO, dell’Università degli Studi di Genova – Université Paris Sorbonne - BEAUTIFUL MINDS – parte II – GRECIA ELLENISTICO-ROMANA PLUTO – commedia di ARISTOFANE (lettura animata) Conversazione con IPPOCRATE ESIBIZIONI MUSICALI degli artisti del Liceo Vieusseux Γωνίδιον νόμου - Angulus legis - Angolo della legalità (a cura del presidio "Libera" del Liceo Vieusseux) IPAZIA DI ALESSANDRIA e l’astrolabio   Gioco dei MIMI – Il latino nell’italiano  Lettura del BRANO DI CHIUSURA, in contemporanea con tutti i licei italiani aderenti. Anche quest'anno l'evento ha visto una buona partecipazione di pubblico, che ha particolarmente gradito le attività proposte. La serata ha avuto inizio con il discorso inaugurale del Dirigente Scolastico, Prof. Paolo Auricchia e con i saluti del Sindaco, On. Claudio Scajola ( QUI IL VIDEO ). In apertura è stato proiettato il video ufficiale della manifestazione, visibile a QUESTO LINK, e il nostro alunno ANDREA GHIRARDINI ha letto il brano introduttivo vincitore della selezione nazionale, scritto da una alunna del ginnasio "Ludovico Ariosto" di Ferrara. ( QUI IL VIDEO della lettura ). Durante le sei ore della "Notte", le attività più specialistiche, come le conferenze sulla scienza nella Grecia Classica ed ellenistico-romana tenute dalla Prof.ssa Gazzano e dal Dott. Marco Enrico, dell'Università degli Studi di Genova, si sono alternate ad altre più divulgative, come quella incentrata sulla figura di Ipazia e l'invenzione dell'astrolabio, o francamente ludiche, come il Gioco dei mimi. Il cuore della serata è stato lo spettacolo costituito dalla lettura drammatizzata di una commedia di Aristofane, il PLUTO ( QUI il servizio di Francesco Basso realizzato per "Il Secolo XIX" QUI invece il video dello spettacolo), preceduta dal saluto del Presidente della Provincia, Avv. Fabio Natta, che nel suo intervento ha sottolineato l'attenzione alle scuole, pur nelle difficoltà che l'Ente sta attraversando. Questo il commento della Prof.ssa Francesca Gazzano, docente di Storia greca ed Epigrafia greca presso l'UNIGE:  Ho partecipato con piacere e gioia alla NNLC 2019 al Liceo Vieusseux: è una manifestazione indovinata e ho percepito un clima di entusiasmo e di passione sia nei docenti che la hanno organizzata – con un impegno personale ben al di là dei loro “doveri ufficiali” – sia fra gli studenti, che sono stati bravissimi, coinvolgenti e insieme molto professionali. Confesso che per me è stata una vera e propria iniezione di fiducia, e non perché io speri che tutti gli studenti diventino classicisti: al contrario, anzi, mi auguro che la maggior parte di loro scelga strade diverse, rivolgendosi per esempio alla medicina, all’economia, alle "hard sciences”. Sono certa che, qualunque via intraprenderanno, porteranno con sé la voce dei classici, e questa li aiuterà a capire e a studiare più di quanto ora non possano immaginare. Del resto, la scelta del tema di quest’anno, da parte degli organizzatori - il rapporto fra scienza e classicità - è stata intelligente e coraggiosa, come ho detto nel mio intervento, sia perché in controtendenza rispetto alla sbandierata separazione delle culture “scientifica” e “umanistica”, che nella realtà non esiste, sia perché l’esperienza stessa della “coabitazione” fra Classico e Scientifico al Vieusseux mi sembra assolutamente positiva. Quando ero liceale esisteva una certa rivalità fra i due indirizzi, ma a ben vedere era più forma che sostanza: adesso, con l’età della ragione, mi sentirei davvero di indicare questa formula di liceo come un modello virtuoso da seguire. In fondo, è un modello greco, perché – come ho cercato di mettere in rilievo – nell’antichità scienza e letteratura erano in rapporti strettissimi, come testimoniano i casi di Platone, Aristotele, Euclide e molti altri, e come prova la sinergia fra la Biblioteca e il Museo di Alessandria, le massime istituzioni culturali dell’antichità. QUI il video della conferenza della Prof.ssa Gazzano QUI il video della conferenza del Dott. Enrico  Nata da un'idea del prof. Rocco Schembra, del Liceo "Gulli e  Pennisi" di Aci Reale, la Notte Nazionale del Liceo Classico è stata organizzata per il Vieusseux dalle prof.sse Milla Berio e Barbara Rusponi, che per la realizzazione hanno potuto contare sulla collaborazione delle Prof.sse Battistin, Bertani, Cimbali, Consiglio, Dulbecco, Garibaldi, Frattaioli, del prof. Rossati e di un folto gruppo di alunni, non solo del Classico, ma anche degli altri indirizzi della scuola. Il Dirigente Scolastico, Prof. Paolo Auricchia, commenta così la serata:  Vorrei esprimere il mio apprezzamento e plauso agli alunni e ai docenti che anche quest'anno hanno saputo preparare e presentare nella Notte de Classico lavori di pregio e di interesse. Grazie a loro il Vieusseux ha potuto partecipare all'iniziativa nazionale di valorizzazione e promozione della cultura classica. Ma ancora più mi piace sottolineare come la Notte sia un'occasione per dare visibilità nazionale e consapevolezza al senso di identità di un indirizzo di studi quanto altri mai formativo e tuttavia trascurato dalle scelte tecnocratiche e pseudoeconomicistiche della politica scolastica degli ultimi decenni. La partecipazione e la passione dimostrate da ragazzi e docenti è un segnale confortante in un'epoca in cui abbondano le manifestazioni di superficialità e scarseggia l'apprezzamento della cultura in genere.   Vi aspettiamo per l'edizione 2020.  

ON THE ROAD  Convegno sulla sicurezza stradale

"ON THE ROAD" - Convegno sulla sicurezza stradale

Si è tenuto il 20 febbraio 2019, presso il Teatro dell'Opera del Casino di Sanremo, il convegno "On the Road" sulla tematica della sicurezza stradale organizzato dalla Consulta Provinciale degli Studenti di Imperia in collaborazione con la Prefettura di Imperia e tramite il Protocollo Giovani del Ministero dell'Interno.  Fortemente voluto da Andrea Ghirardini, Presidente della Consulta nonché rappresentante di istituto del nostro Liceo, l'evento ha fatto sentire i ragazzi, ancora una volta, vicini alle istituzioni.  Riferisce Ghirardini: "Credo molto negli effetti positivi prodotti dalla vicinanza delle istituzioni al mondo giovanile e scolastico, non solo per una sinergia di intenti educativi, ma anche per un proficuo stimolo ad avvicinare i ragazzi ai valori fondamentali dello Stato. La tematica di oggi sulla sicurezza stradale non va considerata come a sé stante, ma inserita nel più ampio puzzle di cultura alla legalità che abbraccia temi che toccano spesso da vicino il nostro mondo, come l'alcol, la droga, la violenza ed il bullismo".   All'evento, tra le classi quarte e quinte di tutte le scuole secondarie di secondo grado della Provincia di Imperia, ha partecipato la classe 4CS del nostro Liceo.   La IV C scientifico è inoltre una delle cinque classi quarte della regione che stanno partecipando al progetto regionale Guida sicura (che con l’incontro di domani volge al termine) ossia un corso di educazione stradale e di  riflessione sui rischi che si corrono sulla strada e sulla responsabilità di chi guida, voluto dall’assessorato alle Politiche giovanili. Nell'ambito di questa iniziativa, la nostra scuola ha ospitato figure professionali come psicologhe del traffico e testimonial della sicurezza stradale.     Qui il servizio di Riviera Time     I giovani e la sicurezza stradale al centro di un convegno from Riviera Time on Vimeo.                

Se ognuno fa qualcosa allora si pu fare molto due eventi dedicati a Don Pino Puglisi e a Claudia Barbieri

"Se ognuno fa qualcosa, allora si può fare molto": due eventi dedicati a Don Pino Puglisi e a Claudia Barbieri

Si sono svolti domenica 20 gennaio, presso l’oratorio di Santa Caterina a Porto Maurizio, e lunedì 21 , presso l’Aula Magna del Liceo, due appuntamenti realizzati dai presidi “Rita Atria” e “G. Montalbano” di Libera Imperia, dedicati a due figure straordinarie: Don Pino Puglisi, sacerdote ucciso nel 1993 da Cosa Nostra il giorno del suo 56esimo compleanno a causa del suo costante impegno sociale con i ragazzi del quartiere Brancaccio di Palermo, e Claudia Barbieri, professoressa molto amata e attiva in Libera Imperia, nonché docente presso il nostro liceo, nel terzo anno dalla sua scomparsa.   In ambedue le occasioni sono state presenti due invitate speciali, direttamente da Palermo: Giusi e Lia Caldarella, due insegnanti che hanno conosciuto sia Claudia Barbieri sia don Pino Puglisi e hanno reso una preziosa testimonianza raccontando con semplicità, pacatezza e molta umanità lo straordinario operato del sacerdote a Godrano, a scuola e nel quartiere palermitano di Brancaccio. Le due nostre ex colleghe Claudia e Giusi hanno trasmesso, tra gli altri, il messaggio che “se ognuno fa qualcosa allora si può fare molto”, messaggio di speranza che la Prof.ssa Orengo, responsabile provinciale di Libera, sta da anni cercando di diffondere nelle scuole, anche attraverso l’aiuto del primo presidio scolastico provinciale G.P.Montalbano, seguito da  cinque anni dalla Prof.ssa Battistin nel nostro Liceo Vieusseux. L’incontro del 21 gennaio era rivolto agli studenti delle scuole imperiesi, che hanno partecipato in gran numero e con grande attenzione e rispetto. La presentazione è stata affidata a Rita Cersosimo e a Irene Zanchi, referenti dei due Presidi imperiesi di Libera.  

LA NOTTE DEL VIEUSSEUX

LA "NOTTE" DEL VIEUSSEUX

Si è conclusa questa seconda "Notte Notte Nazionale del Liceo Classico" al Vieusseux, che quest'anno aveva per argomento CLASSICITA' E SCIENZA e prevedeva le seguenti iniziative:    Lettura del BRANO DI APERTURA, in contemporanea con tutti i licei italiani aderenti CONFERENZA della Prof.ssa GAZZANO, dell’Università degli Studi di Genova – BEAUTIFUL MINDS – parte I – GRECIA ARCAICA E CLASSICA  Premiazione del concorso letterario “Gianfranco Moro”, rivolto agli alunni delle classi Terze Medie CONFERENZA del Dott. ENRICO, dell’Università degli Studi di Genova – Université Paris Sorbonne - BEAUTIFUL MINDS – parte II – GRECIA ELLENISTICO-ROMANA PLUTO – commedia di ARISTOFANE (lettura animata) Conversazione con IPPOCRATE ESIBIZIONI MUSICALI degli artisti del Liceo Vieusseux Γωνίδιον νόμου - Angulus legis - Angolo della legalità (a cura del presidio "Libera" del Liceo Vieusseux) IPAZIA DI ALESSANDRIA e l’astrolabio   Gioco dei MIMI – Il latino nell’italiano  Lettura del BRANO DI CHIUSURA, in contemporanea con tutti i licei italiani aderenti. Anche quest'anno l'evento ha visto una buona partecipazione di pubblico, che ha particolarmente gradito le attività proposte. La serata ha avuto inizio con il discorso inaugurale del Dirigente Scolastico, Prof. Paolo Auricchia e con i saluti del Sindaco, On. Claudio Scajola ( QUI IL VIDEO ). In apertura è stato proiettato il video ufficiale della manifestazione, visibile a QUESTO LINK, e il nostro alunno ANDREA GHIRARDINI ha letto il brano introduttivo vincitore della selezione nazionale, scritto da una alunna del ginnasio "Ludovico Ariosto" di Ferrara. ( QUI IL VIDEO della lettura ). Durante le sei ore della "Notte", le attività più specialistiche, come le conferenze sulla scienza nella Grecia Classica ed ellenistico-romana tenute dalla Prof.ssa Gazzano e dal Dott. Marco Enrico, dell'Università degli Studi di Genova, si sono alternate ad altre più divulgative, come quella incentrata sulla figura di Ipazia e l'invenzione dell'astrolabio, o francamente ludiche, come il Gioco dei mimi. Il cuore della serata è stato lo spettacolo costituito dalla lettura drammatizzata di una commedia di Aristofane, il PLUTO ( QUI il servizio di Francesco Basso realizzato per "Il Secolo XIX" QUI invece il video dello spettacolo), preceduta dal saluto del Presidente della Provincia, Avv. Fabio Natta, che nel suo intervento ha sottolineato l'attenzione alle scuole, pur nelle difficoltà che l'Ente sta attraversando. Questo il commento della Prof.ssa Francesca Gazzano, docente di Storia greca ed Epigrafia greca presso l'UNIGE:  Ho partecipato con piacere e gioia alla NNLC 2019 al Liceo Vieusseux: è una manifestazione indovinata e ho percepito un clima di entusiasmo e di passione sia nei docenti che la hanno organizzata – con un impegno personale ben al di là dei loro “doveri ufficiali” – sia fra gli studenti, che sono stati bravissimi, coinvolgenti e insieme molto professionali. Confesso che per me è stata una vera e propria iniezione di fiducia, e non perché io speri che tutti gli studenti diventino classicisti: al contrario, anzi, mi auguro che la maggior parte di loro scelga strade diverse, rivolgendosi per esempio alla medicina, all’economia, alle "hard sciences”. Sono certa che, qualunque via intraprenderanno, porteranno con sé la voce dei classici, e questa li aiuterà a capire e a studiare più di quanto ora non possano immaginare. Del resto, la scelta del tema di quest’anno, da parte degli organizzatori - il rapporto fra scienza e classicità - è stata intelligente e coraggiosa, come ho detto nel mio intervento, sia perché in controtendenza rispetto alla sbandierata separazione delle culture “scientifica” e “umanistica”, che nella realtà non esiste, sia perché l’esperienza stessa della “coabitazione” fra Classico e Scientifico al Vieusseux mi sembra assolutamente positiva. Quando ero liceale esisteva una certa rivalità fra i due indirizzi, ma a ben vedere era più forma che sostanza: adesso, con l’età della ragione, mi sentirei davvero di indicare questa formula di liceo come un modello virtuoso da seguire. In fondo, è un modello greco, perché – come ho cercato di mettere in rilievo – nell’antichità scienza e letteratura erano in rapporti strettissimi, come testimoniano i casi di Platone, Aristotele, Euclide e molti altri, e come prova la sinergia fra la Biblioteca e il Museo di Alessandria, le massime istituzioni culturali dell’antichità. QUI il video della conferenza della Prof.ssa Gazzano QUI il video della conferenza del Dott. Enrico  Nata da un'idea del prof. Rocco Schembra, del Liceo "Gulli e  Pennisi" di Aci Reale, la Notte Nazionale del Liceo Classico è stata organizzata per il Vieusseux dalle prof.sse Milla Berio e Barbara Rusponi, che per la realizzazione hanno potuto contare sulla collaborazione delle Prof.sse Battistin, Bertani, Cimbali, Consiglio, Dulbecco, Garibaldi, Frattaioli, del prof. Rossati e di un folto gruppo di alunni, non solo del Classico, ma anche degli altri indirizzi della scuola. Il Dirigente Scolastico, Prof. Paolo Auricchia, commenta così la serata:  Vorrei esprimere il mio apprezzamento e plauso agli alunni e ai docenti che anche quest'anno hanno saputo preparare e presentare nella Notte de Classico lavori di pregio e di interesse. Grazie a loro il Vieusseux ha potuto partecipare all'iniziativa nazionale di valorizzazione e promozione della cultura classica. Ma ancora più mi piace sottolineare come la Notte sia un'occasione per dare visibilità nazionale e consapevolezza al senso di identità di un indirizzo di studi quanto altri mai formativo e tuttavia trascurato dalle scelte tecnocratiche e pseudoeconomicistiche della politica scolastica degli ultimi decenni. La partecipazione e la passione dimostrate da ragazzi e docenti è un segnale confortante in un'epoca in cui abbondano le manifestazioni di superficialità e scarseggia l'apprezzamento della cultura in genere.   Vi aspettiamo per l'edizione 2020.  


PREPARAZIONE SCIISTICA A BARDONECCHIA

PREPARAZIONE SCIISTICA A BARDONECCHIA

Dal 7 al 10 gennaio 2019 si è tenuta l'ormai tradizionale 4 giorni di sci a Bardonecchia. Da 14 anni il Liceo Vieusseux ha scelto questa località come stazione ideale sia per la facilità di accesso, sia per la disponibilità di organizzazione da parte dello staff tecnico locale, ma anche per la straordinaria bellezza dello scenario naturale, che pure è poco conosciuto ai ragazzi imperiesi. Il progetto prevede 12 ore di lezione con maestri FISI, mentre le restanti ore di sci vengono gestite dagli insegnanti accompagnatori. Al termine della giornata sugli sci, i ragazzi sono impegnati in ore di studio assistito dai docenti accompagnatori. Quest'anno i nostri alunni hanno avuto anche un gradito fuoriprogramma: l'incontro con gli atleti della Nazionale Sci in allenamento proprio a Bardonecchia: hanno fraternizzato con loro scattando foto e chiedendo autografi e sono stati L'UNICO PUBBLICO AMMESSO ad assistere alle loro discese cronometrate, grazie ad un permesso speciale e all'accompagnamento dei maestri di sci.   L’ultimo giorno i maestri organizzano una gara di slalom gigante maschile e femminile, i cui risultati saranno utilizzati per individuare gli atleti che parteciperanno ai giochi studenteschi di sci. Al termine delle gare sulla discesa olimpica del Melezet, questi sono stati i piazzamenti: CLASSIFICA FEMMINILE:  MADONNA Francesca FERRI Alessia PASTORE Alessia GENTILI Viola Sofia BASSO Alice PAPENDIECK Martha Francesca BONI Alessandra  CLASSIFICA MASCHILE:  RONDELLI Edward Francesco GIAMMINOLA Manuele GANDOLFO Mattia RAMOINO Gabriele CANOVA Giovanni MANCUSO Giorgio   Anche quest’anno l'iniziativa è risultata assai apprezzata dagli studenti, anche grazie all’impegno e alla professionalità del prof. Amorino, che, pur essendo in pensione, continua a seguire con grande entusiasmo questo progetto, di cui è l’ideatore.

ISCRIZIONI ANNO SCOLASTICO 20192020

ISCRIZIONI ANNO SCOLASTICO 2019-2020

Il 7 gennaio si sono aperte le iscrizioni on line alla scuola superiore. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata alle ore 20 del 31 gennaio 2019. COME FARE: - Se non si è ancora registrati sul sito http://www.istruzione.it/iscrizionionline/ , occorre completare la registrazione, procedura per cui sono necessari codice fiscale ed indirizzo e-mail (a cui si riceveranno le credenziali di accesso). La registrazione deve essere effettuata dal genitore o da chi esercita la responsabilità genitoriale. - Chi si fosse già registrato nel corso dell'anno non dovrà ripetere tale operazione, ma potrà accedere direttamente, usando le proprie credenziali. - Chi fosse dotato di IDENTITA' DIGITALE SPID può accedere direttamente con essa, evitando la registrazione. - Le famiglie prive di strumentazione informatica possono contare sul servizio di supporto offerto dalla nostra segreteria, aperta con i seguenti orari:  dal lunedì al venerdì dalle ore 07:30 alle ore 08:00 dalle ore 10:25 alle ore 10:35 (solo studenti) dalle ore 10:35 alle ore 12:00 martedi pomeriggio dalle ore 15:00 alle ore 16:00   COSA INDICARE NELLA DOMANDA: - Il codice meccanografico che identifica la nostra scuola è: IMPS010009 Clicca QUI per scoprire il nostro PIANO DELL'OFFERTA FORMATIVA - Nella domanda di iscrizione andrà indicato l'indirizzo prescelto (Classico, Scientifico, o Scienze Applicate) ed eventuali, ulteriori preferenze in ordine di gradimento decrescente. - Dal prossimo anno scolastico, potrà essere aperta anche una succursale a Pieve di Teco (solo per l'indirizzo SCIENTIFICO). Le famiglie interessate a questa opzione sono tenute ad indicarlo nell'apposita nota. - E' poi presente anche una liberatoria da compilare per l'utilizzo a fini di documentazione didattica del materiale foto/video prodotto durante le attività della scuola. - Più avanti nel modulo si trova lo spazio per la scelta dell'indirizzo ESABAC (Solo Scientifico) - Procedendo con la compilazione, si trova lo spazio dedicato all'insegnamento della religione: va indicata la scelta di avvalersene o meno e, in questo caso, occorre indicare se si preferisce seguire un'attività alternativa o se si preferisce la libera uscita dalla scuola, che potrà avvenire anche durante la mattinata (a seconda dell'orario in cui è prevista l'ora di religione). - Si trova infine uno spazio Note della famiglia: si tratta del luogo per eventuali richieste personalizzate, fra cui, ad esempio, la richiesta di essere inseriti nella stessa classe di compagni preferiti. ATTENZIONE La domanda, una volta inviata alla scuola, non può più essere modificata. In caso occorresse apportare delle modifiche, è necessario contattare la segreteria, che può restituirla, sempre attraverso il portale. Vi aspettiamo al Liceo a Settembre 2019!

NOTTE NAZIONALE DEL LICEO CLASSICO 2019

NOTTE NAZIONALE DEL LICEO CLASSICO 2019

La V edizione della Notte Nazionale del Liceo Classico, avrà luogo l'11 gennaio 2019, dalle ore 18 alle ore 24. Nata da un’idea del prof. Rocco Schembra, docente di Latino e Greco presso il Liceo Classico Gulli e Pennisi di Acireale (CT), ha ottenuto l’approvazione del Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca. Da quest'anno si fregia anche di un partenariato con RAI Scuola e Rai Cultura. Negli scorsi anni, edizione dopo edizione, ha registrato la partecipazione di un numero sempre crescente di Licei Classici su tutto il territorio italiano, fino ad arrivare ai 433 dell'edizione 2019.  In una data comune, in contemporanea dalle 18:00 alle 24:00, le scuole aprono le loro porte alla cittadinanza e gli studenti dei Licei Classici d’Italia si esibiscono in svariate performances che variano da scuola a scuola; a titolo di esempio: maratone di letture di poeti antichi e moderni, drammatizzazioni in italiano e in lingua straniera, esposizioni di arti plastiche e visive, concerti ed attività musicali e coreutiche, presentazioni di libri e incontri con gli autori, proiezione cortometraggi e cineforum, esperimenti scientifici; degustazioni a tema ispirate al mondo antico … e molto altro ancora, lasciato alla libera inventiva e creatività dei giovani guidati dai loro docenti. Clicca QUI per aprire video dell'evento sul sito Rai Scuola  Il Liceo Vieusseux partecipa per il secondo anno consecutivo, con il seguente programma di eventi: PROGRAMMA DELLA NOTTE NAZIONALE DEL LICEO CLASSICO 2019  LICEO VIEUSSEUX ARGOMENTO: CLASSICITA' E SCIENZA Lettura del BRANO DI APERTURA, in contemporanea con tutti i licei italiani aderenti CONFERENZA della Prof.ssa GAZZANO, dell’Università degli Studi di Genova – BEAUTIFUL MINDS – parte I – GRECIA ARCAICA E CLASSICA  Premiazione del concorso letterario “Gianfranco Moro”, rivolto agli alunni delle classi Terze Medie CONFERENZA del Dott. ENRICO, dell’Università degli Studi di Genova – Université Paris Sorbonne - BEAUTIFUL MINDS – parte II – GRECIA ELLENISTICO-ROMANA PLUTO – commedia di ARISTOFANE (lettura animata) Conversazione con IPPOCRATE ESIBIZIONI MUSICALI degli artisti del Liceo Vieusseux Γωνίδιον νόμου - Angulus legis - Angolo della legalità (a cura del presidio "Libera" del Liceo Vieusseux) IPAZIA DI ALESSANDRIA e l’astrolabio   (performance ripetuta periodicamente) Gioco dei MIMI – Il latino nell’italiano (performance ripetuta periodicamente) Lettura del BRANO DI CHIUSURA, in contemporanea con tutti i licei italiani aderenti. Ci piace sottolineare la presenza e il prezioso contributo della Prof.ssa Gazzano e del Dott. Enrico, che partecipano sia in qualità di esperti, sia come orgogliosi ex alunni del Liceo Classico "De Amicis". La Notte Nazionale del Liceo Classico è un'occasione di condivisione e di divulgazione della bellezza e dell'attualità degli studi classici. Pur essendo un'iniziativa dedicata al solo Liceo Classico, vede la fattiva partecipazione di un certo numero di insegnanti e di alunni di tutti gli indirizzi del Liceo Vieusseux, felici di collaborare alla buona riuscita dell'evento. In particolare, ringraziamo l'ex alunno ALESSANDRO NUTI, che si occuperà del servizio audio e luci, e Paolo Bonsignorio e Federica Ramenzoni (3AS) che si occuperanno del servizio fotografico e delle riprese video. Vi aspettiamo numerosi VENERDI' 11 GENNAIO. Per entrare nel clima della "Notte", vi lasciamo con alcuni link relativi alla scorsa edizione. SPOT E BACKSTAGE DELLO SPOT SALUTI E BRANO DI APERTURA ESIBIZIONI MUSICALI LA SCRITTURA GENIALE - Conferenza prof.ssa Gazzano GENS VAGA - Presentazione del libro del Dott. Mattioli LE NUVOLE - Adattamento da Aristofane Brano di chiusura - INNO A SELENE  

OPEN DAY VIEUSSEUX

OPEN DAY VIEUSSEUX

Si comunicano le prossime iniziative del Liceo Vieusseux (Liceo Classico, Scientifico e delle Scienze Applicate) riguardo l’orientamento scolastico. PORTE APERTE AL LICEO “G.P. VIEUSSEUX” presso la sede di via Terre Bianche 1 – Imperia Porto Maurizio Venerdì 30 novembre 2018 dalle ore 16.30 alle ore 19 Venerdì 14 dicembre 2018  dalle ore 16.30 alle ore 19  Durante L’Open day, docenti ed alunni saranno lieti di accogliere ragazzi e famiglie e rispondere alle loro domande sulla scuola. Verrà illustrata l'offerta formativa del percorso liceale, si potranno conoscere i progetti e le opportunità culturali che il Liceo offre. Saranno presenti il Dirigente Prof. Paolo Auricchia, alcuni docenti ed alunni della scuola. I laboratori didattici coinvolgeranno i ragazzi più piccoli in esperimenti scientifici, percorsi multidisciplinari e giochi didattici sulla classicità, secondo il seguente programma: OPEN DAY VIEUSSEUX 14 DICEMBRE 2018 16.30 -19.00 Laboratori didattici Fisica  Esperienze - Garello + Gorlero Laboratorio fisica  3° piano a sinistra Ripetuto ogni 30 minuti Scienze Esperienze - Dulbecco + Puppo Laboratorio di chimica e aula Natta 3° piano a destra Ripetuto ogni 30 minuti Italiano Esperienza di DEBATE - Frattaioli 3°A scientifico secondo piano, centrale Ripetuto ogni 25 minuti Latino Eredità latina nella lingua italiana gioco a squadre - Rusponi 1A scienze applicate 1° piano, centrale Ripetuto ogni 25 minuti Disegno e Storia dell’Arte Talent Show: riflettori sugli scultori Michelangelo e Fidia- Rianna 2A classico 2° piano in fondo a destra Ripetuto ogni 20 minuti Informatica  Esperienza laboratoriale di coding - Baglietto Laboratorio informatica  1° piano, in fondo Ripetuto ogni 20 minuti Greco Mosaico linguistico della Grecia antica - Berio - 1B scienze applicate Piano terra, in fondo Ripetuto ogni 25 minuti Matematica Verda  - 4 A classico 1° piano, in fondo - Ripetuto ogni 20 minuti   OPEN DAY VIEUSSEUX 30 NOVEMBRE 2O18 16.30 -19.00 Laboratori didattici Fisica  Esperienze - Garello + Gorlero Laboratorio fisica  3° piano a sinistra Ripetuto ogni 30 minuti Scienze Esperienze - Dulbecco + Puppo Laboratorio di chimica e aula Natta 3° piano a destra DOPO LE 17.30 Ripetuto ogni 30 minuti Italiano La poesia dei cantautori - Ramoino 3°A scientifico secondo piano, centrale Ripetuto ogni 25 minuti Latino Eredità latina nella lingua italiana gioco a squadre - Rusponi 1A scienze applicate 1° piano, centrale Ripetuto ogni 25 minuti Disegno e Storia dell’Arte Progettazione! .? - Castagneto 2A classico 2° piano in fondo a destra Ripetuto ogni 20 minuti Informatica  Giochi informatici e didattica - Baglietto Laboratorio informatica  1° piano, in fondo Ripetuto ogni 20 minuti Storia / Latino / Greco Le grandi battaglie del mondo antico - Berio - 1B scienze applicate Piano terra, in fondo Ripetuto ogni 25 minuti L’ORIENTAMENTO rivolto agli alunni delle Scuole Medie intende: informare gli alunni e i genitori sui corsi curricolari: SCIENTIFICO, SCIENZE APPLICATE e CLASSICO; fornire a famiglie e alunni adeguate informazioni su strutture e servizi, finalità educative, indirizzi di studio, discipline e orari, attività integrative, iniziative culturali, progetti del LICEO; permettere agli alunni di TERZA MEDIA l’accostamento ad aspetti sia teorici che operativi dell’attività didattica attraverso la partecipazione a lezioni curricolari e ad esperienze di laboratorio; utilizzare le discipline e la programmazione didattica in funzione orientativa, responsabilizzando anche gli studenti del Liceo coinvolti nel progetto ORIENTAMENTO. E’ possibile svolgere anche mattinate di lezione presso il LICEO, previi accordi della scuola di provenienza con il Docente Orientatore L’Orientamento è un’attività CONTINUA che si svolge durante tutto l’anno scolastico. È possibile contattare la Responsabile, Prof.ssa Rusponi, all’indirizzo: orientamento.liceoimperia@gmail.com  Materiale informativo sarà pubblicato periodicamente sul sito www.liceoimperia.gov.it , sulla pagina Facebook  del liceo: www.facebook.com/liceoimperia.it e sul profilo Instagram vieusseux_official Ricordiamo le peculiarità dei tre indirizzi: LICEO CLASSICO La sua forte impronta umanistica rappresenta la continuità con la tradizione e la seria preparazione scientifica il ponte verso la modernità. Chi sceglie il Liceo Classico ama cogliere l’attualità negli insegnamenti del passato, ha una buona sensibilità linguistica, una spiccata attitudine allo studio ed alla riflessione. Ama gli aspetti antropologici del sapere ed acquisisce gli strumenti culturali adeguati a decodificare la realtà complessa in cui viviamo. Una scuola adatta ad alunni motivati, consapevoli, che amano sviluppare un maturo senso critico. Come dice il celebre classicista L. Canfora: “insegna a ragionare e a resistere”, e a cercare soluzioni creative per affrontare il futuro. LICEO DELLE SCIENZE APPLICATE È l’indirizzo più innovativo, ideato per rispondere alle crescenti esigenze di preparazione scientifica richieste dal progresso. La cultura umanistica conserva uno spazio importante, ma è nettamente privilegiato l’aspetto scientifico e tecnologico, unito alla pratica di laboratorio (che non è esclusa dagli altri indirizzi, ma che in questo trova maggiore spazio). Chi sceglie questo Liceo ama le scienze, la sperimentazione e l’informatica; è uno studente dotato di senso pratico, proiettato verso il futuro, curioso nei confronti della realtà che lo circonda, che si pone problemi e che si mette alla ricerca delle possibili soluzioni. LICEO SCIENTIFICO Possiamo dire che sia la sintesi, l’efficace compromesso fra gli altri due indirizzi. Un corso di studi che conferisce pari importanza sia alla cultura umanistica che a quella scientifica, come un Giano bifronte, che guarda in due direzioni. La cultura scientifica si intreccia saldamente con quella umanistica, e le due si potenziano a vicenda, consentendo all’alunno un arricchimento culturale a 360 gradi, che gli permetterà di affrontare con successo qualsiasi facoltà universitaria (come peraltro anche gli altri due percorsi liceali). Chi sceglie questo indirizzo aspira ad una formazione completa ed equilibrata, e apprezza in egual misura la tradizione e l’innovazione


CERVO IN BLU DINCHIOSTRO  LA RIVIERA DEI LIBRI

CERVO IN BLU D’INCHIOSTRO - LA RIVIERA DEI LIBRI

Il nostro Liceo è lieto di partecipare in prima fila quest'anno alla rassegna letteraria CERVO IN BLU D’INCHIOSTRO - LA RIVIERA DEI LIBRI. Questi gli appuntamenti che vedono portagonista il nostro Liceo:  18  GENNAIO E 1° FEBBRAIO, ore 17, Palazzo Viale a Cervo, la Prof.ssa Emanuela Rotta Gentile propone LETTORE CONSAPEVOLE, corso con finalità didattiche 27 GENNAIO, ore 17, Auditorium del Museo navale di Imperia, PAOLA MASTROCOLA - "Leone" - Dialoga con l'autrice il Preside, Prof. Paolo Auricchia 24 MARZO, ore 17, Oratorio di Santa Caterina a Cervo, ANTONIO SCURATI - "M. il figlio del Secolo" -  Dialogano con l'autore il Preside, Prof. Paolo Auricchia e il Prof. Giorgio Durante 31 MARZO, ore 17, Auditorium del Museo navale di Imperia, RAFFAELLA ROMAGNOLO - "Destino" - Dialoga con l'autrice la Prof.ssa Nicoletta Sasso 11 MAGGIO, ore 17, Oratorio di Santa Caterina a Cervo, JOHN COTTINGHAM - "Perché credere?" - Traduce dall'inglese il Prof. Giorgio Durante Ci parla più in dettaglio di questo evento la Prof.ssa Francesca Rotta Gentile, ideatrice e curatrice della rassegna, e co-organizzatrice della manifestazione assieme a Lina Cha, Presidente dell'Associazione Cumpagnia du Servu: Cervo in blu…d’inchiostro, appuntamento con la letteratura contemporanea e i suoi grandi protagonisti quest’anno raggiunge la terza edizione. Cervo, piccolo Borgo della provincia di Imperia, è diventato nel 2018 “faro della cultura” a livello regionale, riuscendo a coinvolgere i più prestigiosi nomi della letteratura contemporanea nazionale e ad attivare con le scuole della nostra provincia percorsi di formazione per docenti, alternanza scuola-lavoro e credito formativo per studenti.  La Rassegna, infatti, che ha visto coinvolti lo scorso anno gli Istituti scolastici Superiori (RUFFINI, VIEUSSEUX, CASSINI) che operano nelle due città più importanti della provincia, Imperia e Sanremo, ha dato il” la” per creare a livello provinciale una sinergia di risorse volte alla promozione e all’ampliamento della cultura letteraria nella Riviera di Ponente attraverso il decentramento e la ripartizione del calendario degli appuntamenti letterari. Si è creata  una vera e propria rete di collaborazione tra Associazioni, Enti locali, Istituzioni scolastiche, Librerie, Biblioteche, Centri di lettura e la  Rassegna Cervo in blu d’inchiostro 2018/19  è diventata itinerante con la qualificazione “La riviera dei libri  CERVO-IMPERIA-SANREMO”  Abbiamo così osato questo ulteriore slancio che unisce in un solo sguardo tre centri così significativi con cinque grandissimi incontri a  Cervo all' Oratorio di Santa Caterina, quattro a Imperia al Museo Navale e cinque a Sanremo al Palafiori  per un totale di quattordici incontri da giovedì 15 novembre 2018 alle ore 18.30 con Paolo Giordano Vincitore Premio Strega e Premio Campiello Opera Prima 2008 con "La solitudine dei numeri primi" per la prima volta a Cervo a presentare il suo ultimo appassionante romanzo "Divorare ilcielo" ed. Einaudi, intervistato da Anna Vatteone dell' Istituto Sauro di Imperia. La rassegna si concluderà sempre a Cervo sabato 11 maggio 2019, con la novità di un incontro internazionale con John Cottingham, professore emerito di filosofia della religione all'Università di Londra, il quale ci presenterà "Perché credere?" Dialogherà con la prof.ssa Lucinda Buja e tradurrà dall'inglese il prof.  Giorgio Durante, del Liceo Vieusseux.  Segnaliamo anche l'incontro del 27 gennaio con Paola Mastrocola, vincitrice del premio Campiello 2004 e finalista Strega nel 2001, che presenterà il suo ultimo libro "Leone" ed. Einaudi, intervistata dal Preside del Vieusseux, prof. Paolo Auricchia. Novità assoluta di questo anno è  anche l'ampliamento ad alcuni incontri strettamente didattici, come il corso " lettore consapevole", a cura della prof.ssa Emanuela Rotta Gentile, del Liceo Vieusseux, la lectio magistralis di Stefano Petrocchi dedicata ai romanzi  vincitori del Premio Strega, l’incontro di scrittura creativa per ragazzi  dell'inventrice di Geronimo Stilton Elisabetta Dami. La rassegna prevede la presenza del gotha del panorama nazionale.  Si pensi a nomi come Francesco Piccolo, vincitore del Premio Strega 2014, di tre Nastri d' Argento, due David di Donatello; o a Edoardo Albinati vincitore del Premio Strega 2016 e Michela Murgia vincitrice Premio Campiello 2010. Ci sarà poi l’ atteso ritorno di Rosella Postorino, imperiese, appena nominata vincitrice del Premio Campiello 2018, e poi il grande intellettuale Antonio Scurati: quello di Cervo sarà uno dei pochissimi incontri che concederà in Italia per la presentazione del suo capolavoro "M. il figlio del Secolo", ed. Bompiani e ancora un incontro molto coinvolgente, dedicato tutto al mare e ambientato proprio al Museo Navale di Imperia, con un uomo di mare e scrittore accattivante come Simone Perotti, autore  di "Atlante delle isole del Mediterraneo". Dialogherà con il prof. Luca Bonjean dell’Istituto Nautico di Imperia. Domenica 13 gennaio, al Palafiori di Sanremo, proprio nella settimana dedicata a livello nazionale,  alla notte del liceo classico, con la prof.ssa Stefania Sandra del Liceo Cassini di Sanremo, dedicheremo un incontro all' Eros per i classici con Matteo Nucci, finalista Strega, che ci parlerà degli antichi greci e del segreto dell' amore eterno. Sarà una bella festa dedicata al mondo classico, alla base della nostra cultura. Tutti autori grandi protagonisti dell' Italia di oggi, autori poi come Paola Mastrocola o Paolo Giordano che ritroviamo anche nelle antologie scolastiche. A dare ancora più valore a tutto ciò, l’inserimento di tutto il programma sulla piattaforma  del Ministero dell' Istruzione Sofia, con la possibilità di iscrizione gratuita per tutti i docenti d' Italia, di ogni ordine e grado, entro il 21 dicembre 2018. Per gli studenti gli incontri potranno essere riconosciuti come credito formativo. Tutti gli incontri saranno gratuiti, ad ingresso libero per tutta la cittadinanza, fino ad esaurimento posti.  

IL LICEO VIEUSSEUX PREPARA NUOVI RICERCATORI

IL LICEO VIEUSSEUX PREPARA NUOVI RICERCATORI

Il Liceo Vieusseux, da anni attento alle novità nella ricerca, nella cultura e nell'innovazione scientifica, ha proposto alle Scuole Superiori della Provincia una giornata di studi con l’Università di Genova. Il 6 Dicembre 2018, in aula Magna, dalle ore 10.40 alle 12.30 si è tenuto un seminario con il Dott. Riccardo Carlini, Coordinatore del Progetto Piano Lauree Scientifiche Scienza dei materiali. Il seminario ha riguardato le proprietà del Biossido di Titanio. Il Biossido di Titanio rappresenta un composto rivoluzionario che ha molteplici applicazioni: nell’ambito dei nuovi materiali, nell’industria alimentare, nella cosmetica, come molecola fotosensibile utilizzata nei filtri solari, nei catalizzatori, soprattutto se in forma nanoparticellare è un disinquinante. Alla presenza della luce catalizza l’ossidazione di composti organici inquinanti e microrganismi di vario genere. Il comportamento fotosensibile permette di ampliare il suo spettro di azione. Nel pomeriggio, dalle ore 14 alle 16, nel Laboratorio Giulio Natta, rinnovato nel 2018, si è effettuata la sintesi dei Biopolimeri. L’attività laboratoriale ha riguardato l’estrazione del  chitosano dall’esoscheletro degli insetti, mediante deacetilazione  e solubilizzazione. Il Chitosano è un polisaccaride che viene ottenuto dalla chitina dei crostacei, molecola presente ad esempio nel guscio dei gamberi. Biodegradabile, è adatto a sostituire le pellicole di plastica da cucina e quelle usate negli imballaggi. Questa molecola è un esempio di riciclo di composti organici per ricavare biopolimeri quali le BIOPLASTICHE. Questo evento vuole anche commemorare inoltre i prossimi 200 anni del Gabinetto Vieusseux,  centro di divulgazione scientifica e letteraria istituito da Giovanni Pietro Vieusseux a Firenze nel 1819. A questo illustre imperiese è dedicato il nostro Liceo Classico, Scientifico e delle Scienze Applicate. Il Progetto Piano Lauree Scientifiche dell’Università di Genova è un progetto nazionale che vuole avvicinare i giovani alle facoltà scientifiche, orientandoli con seminari, laboratori, incontri con i ricercatori. Responsabile del Progetto è la Dott.ssa Nadia Parodi, Coordinatore il Dott. Riccardo Carlini. L’organizzazione, coordinazione presso il Liceo è a cura della Prof. ssa Raffaella De Meo, che da ben 15 anni partecipa alle attività di aggiornamento e formazione presso l’Università di Genova ed organizza eventi culturali atti a diffondere la cultura e ricerca Scientifica nel nostro Liceo. Al Convegno e al laboratorio hanno partecipato gli studenti delle classi Quarte del Liceo Vieusseux, del "Cassini" e del "Colombo" di Sanremo e del Liceo "Amoretti" di Imperia. Il Liceo Vieusseux ancora una volta diventa nella provincia di Imperia il centro propulsore della cultura Scientifica e Tecnologica,  che collega la realtà liceale a quella Universitaria.    La Docente Responsabile del Progetto  Prof.ssa Raffaella De Meo                                                          

LETS DEBATE

LET'S DEBATE!

“ Il governo italiano dovrebbe prevedere incentivi per gli esercizi commerciali che vendono e propongono esclusivamente prodotti e piatti tipici della dieta mediterranea, per salvaguardare la tradizione enogastronomica nazionale." Questo è stato il tema che la nostra squadra, composta da quattro ragazzi frequentanti la quarta liceo scientifico della sezione B (Bessone Tommaso, Meneghello Sara, Pastorelli Patrick e Sicari Claudia) ha dibattuto venerdì 9 novembre 2018, presso le aule dell'Istituto Ruffini di Porto Maurizio, in occasione della manifestazione Olioliva 2018, con l'intento benefico di raccogliere fondi a favore delle scuole della “zona rossa” di Genova a seguito del tragico evento del 14 agosto 2018. Alla manifestazione hanno aderito 22 squadre provenienti da tutta Italia, che si sono affrontate in due round: il tema preparato ed un impromptu. La nostra squadra ha vinto entrambi i round distinguendosi per bravura, prontezza e grande retorica. Grande partecipazione e divertimento da parte di tutti i ragazzi che hanno affrontato questo nuovo impegno con serietà ed entusiasmo, anche tra coloro che non hanno presenziato fisicamente sul palco, ma che hanno comunque, durante le settimane di preparazione, aiutato i compagni a cercare e migliorare le informazioni da poter utilizzare in sede di dibattito. Il Debate è una metodologia all'avanguardia che permette di acquisire competenze trasversali, le cosiddette life skills, favorendo il cooperative learning e la peer education. Quindi un nuovo modo di apprendere sviluppando competenze di public speaking e di educazione all'ascolto. Allena la mente a considerare posizioni diverse dalle proprie e aiuta a sviluppare il pensiero critico, permettendo di allargare i propri orizzonti e arricchendo le nostre menti.   Grazie ragazzi per questa vittoria!  

PROGETTO ESPLORIAMO LANSIA

PROGETTO "ESPLORIAMO L'ANSIA"

Inizia quest'anno, nell'ambito dell'Educazione alla Salute, il progetto "Esploriamo l'ansia". Si tratta di progetto di monitoraggio e supporto psicologico per prevenire l'ansia scolastica, rivolto principalmente alle classi prime, condotto dalla dott.ssa Graziella Colazzo, psicologa.  Il progetto prevede anche il coinvolgimento di insegnanti e genitori, per aiutare i ragazzi a superare le loro ansie nel modo più completo possibile. Attuato in orario curricolare, partirà il 19 novembre p.v. per un totale di 24 ore suddivise tra le classi prime e le classi seconde che già avevano iniziato il percorso l'anno scorso. E' previsto un incontro informativo con i genitori il giorno 10 dicembre, dalle ore 17 alle ore 19. Sarà disponibile anche un servizio di sportello per genitori, alunni e docenti, su appuntamento, in orario pomeridiano.    La referente per l'Educazione alla Salute Prof.ssa Daniela Tolomelli



Al Liceo Vieusseux torna il CONCORSO LETTERARIO Gianfranco Moro   Tema di questanno Il mare

Al Liceo Vieusseux torna il CONCORSO LETTERARIO "Gianfranco Moro" - Tema di quest'anno: “Il mare”

Il Liceo G.P. Vieusseux indice la III edizione del concorso  letterario “Gianfranco Moro”. La gara è riservata agli alunni che frequentano il terzo anno della Scuola Secondaria di Primo Grado delle province di Imperia e Savona ed è intitolato alla memoria del professor Moro, insigne docente di Letteratura Italiana ed esemplare figura di educatore del nostro Liceo. La prova consisterà nella produzione di un racconto sul tema  “Il mare” nell’ambito di uno dei seguenti generi: fantasy o fantascientifico, psicologico, storico, realistico, giallo. Il genere prescelto dovrà essere espressamente indicato a seguito del titolo. L’elaborato  dovrà consistere in  massimo tre cartelle (interlinea 1,5, carattere Times New Roman, grandezza 11, giustificato). L’istituto di provenienza dei partecipanti dovrà far pervenire il testo del racconto in forma anonima, inserito in una busta contenente i fogli stampati, unitamente ad una seconda busta con il nome dell’autore e della scuola di provenienza.La busta dovrà essere inviata all’indirizzo del Liceo Scientifico e Classico “G.P. Vieusseux”, Via Terre Bianche 1, 18100 Imperia.  Il termine per l’invio dei racconti è fissato improrogabilmente al 14 dicembre 2018, al fine di consentire la premiazione prevista per il giorno 11 Gennaio 2019 (all’interno della manifestazione Notte Nazionale del Classico, con orario 18-24).   Categorie premiate: – il racconto “più giallo” – il racconto “più fanta…” – il racconto “più intimista” – il racconto “più storico” – il racconto “più realistico”   Premi - Primo classificato di ogni categoria: 40 euro in buono libri da spendersi presso la libreria Mondadori di Imperia Secondo classificato di ogni categoria: 20 euro in buono musica da spendersi presso il negozio di articoli e strumenti musicali “Lepre” di Imperia. La giuria sarà composta dai ragazzi della IV A  Liceo Classico, con la supervisione di alcuni docenti.    Le Responsabili del progetto Prof.sse Frattaioli e Garibaldi

Incontro di Debate

Incontro di Debate

In occasione della manifestazione OLIOLIVA 2018, prevista per il 9-10 e 11 novembre, la squadra di Debate del Liceo Vieusseux parteciperà al torneo rivolto alle scuole secondarie di II grado e organizzato dall'IIS G. Ruffini di Imperia, capofila regione Liguria per l'implementazione del Debate.  Il torneo, strutturato in due round (un tema preparato ed un impromptu), si svolgerà presso l'IIS Ruffini di Imperia il giorno 9 novembre, a partire dalle ore 14. La finalissima sarà disputata nell'Auditorium cittadino (Auditorium della CCIAA) la sera stessa alle ore 21, in concomitanza di un evento aperto alla cittadinanza, oltre che alle scuole partecipanti. Sarà in quella occasione attivata una raccolta fondi a favore delle scuole in "zona rossa" della città di Genova, duramente colpita dal tragico evento dello scorso 14 agosto. Alla serata saranno invitate le autorità locali e al tempo stesso l'evento rappresenterà un modo per far conoscere e diffondere l'alta valenza educativa del debate, associata, per l'occasione, ad un comune sentimento di solidarietà, verso la città capoluogo della nostra regione. Non mancheranno momenti di spettacolo, con le esibizioni musicali e di danza, curate da studenti ed associazioni partner dell’iniziativa. Hanno aderito alla manifestazione 150 tra studenti ed insegnanti, provenienti da tutta Italia, per un totale di 22 squadre (Campania, Sardegna, Emilia Romagna, Lombardia, Liguria, Piemonte). La cittadinanza è cordialmente invitata.  

Incontro con i docenti delle scuole medie

Incontro con i docenti delle scuole medie

Nell’ottica di una proficua collaborazione tra ordini diversi di scuola e per agevolare il passaggio degli allievi dalla scuola media alla scuola superiore, il Liceo Vieusseux organizza un incontro “per addetti ai lavori”, a cui sono invitati non solo i colleghi orientatori, ma tutti i docenti di scuola media inferiore o di scuola elementare interessati. Scopo di questo incontro è confrontarsi su metodologie, obiettivi, abilità, competenze raggiunte in uscita dalle Scuole Medie e requisiti richiesti in entrata nel nostro Liceo, presentare le peculiarità dei vari indirizzi, le modalità di lavoro, scopi, obiettivi e modalità di verifica. Saremo dunque lieti di incontrare i colleghi GIOVEDI' 8 NOVEMBRE, dalle ore 17 alle ore 18.30, presso l'Aula Dulbecco, al piano terra della nostra sede di Via Terre Bianche 1   Per informazioni: barbara.rusponi@gmail.com (responsabile orientamento in entrata) Sito web: www.liceoimperia.gov.it  

Celebrazioni 4 Novembre

Celebrazioni 4 Novembre

Sì è tenuta oggi, 4 Novembre, la Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate. Alla presenza delle massime autorità civili e militari e delle associazioni combattentistiche e d'arma, si sono svolte le tradizionali cerimonie in piazza della Vittoria presso il monumento ai Caduti: i nostri studenti Martina Murialdo della 2A classico e Luca Enotarpi della 3A classico hanno letto il Bollettino della Vittoria e la dichiarazione di conferimento della medaglia al Valore Militare alla Provincia di Imperia  da parte del Presidente della Repubblica Sandro Pertini. La cerimonia è poi proseguita nella sala Consiliare del Comune  con i saluti del sindaco Claudio Scajola e del Prefetto di Imperia dott. ssa Tizzano e si è conclusa con l'orazione commemorativa del dottor Luigi Sappa.  Prof.ssa Milla Berio 


Al Liceo la mostra Africa Bellezze Ricchezze Migrazioni

Al Liceo la mostra "Africa: Bellezze, Ricchezze, Migrazioni"

Segnaliamo questa iniziativa, realizzata dagli studenti delle terze medie dell’Istituto Cavour e da quelli del Liceo Artistico "Amoretti" di Imperia, in collaborazione con gli ospiti dell’ONLUS SPES di Ventimiglia. Dal 17 al 21 settembre la mostra “Africa: Bellezze, Ricchezze, Migrazioni” farà tappa al Liceo Scientifico "Vieusseux". Il progetto, ideato e organizzato dal Coordinamento di Libera Imperia, realizzato col sostegno della SPES e del CE.S.P.IM, ha la collaborazione della Caritas Diocesana di Ventimiglia-Sanremo, dell’Associazione Pace Lavoro Legalità e di alcuni Consigli Comunali dei Ragazzi. La nostra Provincia è stata sottoposta in questi ultimi anni a molte tensioni a causa di due fattori: la legalità e i migranti. Tali emergenze spesso si intrecciano tra loro e instaurano una pericolosa spirale che alimenta il disagio, l’ostilità e la diffidenza in tutta la collettività, al punto che l’attuale contesto socioculturale, come accade in molte zone in Italia, vede rinascere pregiudizi che inficiano anni di costruzione di una comunità solidale, capace di sussidiarietà, inclusione delle diversità e riconoscimento dei diritti fondamentali. “Africa-Bellezze, ricchezze e migrazioni” è una mostra ispirata da un’idea di fondo: presentare la terra d’origine della gran parte dei migranti che giungono nel nostro territorio come terra di grande bellezza, ricca di risorse e di culture impareggiabili, come la storia ci racconta, trasformatasi negli ultimi due secoli in un immenso territorio delle cui risorse buona parte degli abitanti non può più usufruire, lacerato dalle guerre e impoverito dallo sfruttamento dei paesi del Nord del Mondo. Si è cercato quindi di sottolineare bellezze e ricchezze dell’Africa per favorirne una conoscenza approfondita e capovolgere lo stereotipo di paese incivile, arretrato e povero, che alimenta, soprattutto negli ultimi tempi, l’atteggiamento di disprezzo e superiorità in una parte della popolazione. Si è utilizzata soprattutto la forza evocativa delle immagini, corredate da testi semplici e di facile lettura. Gli approfondimenti sono stati approntati utilizzando lo strumento del QRCode che consente ai visitatori dotati di smartphone di vedere una ampia gamma di produzioni degli studenti realizzate sotto la guida dei docenti delle varie discipline. La mostra, suddivisa in sette pannelli, affronta le seguenti tematiche: Africa-culla dell’umanità, gli antichi regni e le grandi civiltà, la tratta degli schiavi, il colonialismo, le bellezze naturali e le risorse del territorio, le migrazioni, fratellanza e solidarietà. La sua diffusione nelle scuole della Provincia consentirà di sensibilizzare gli studenti, la cittadinanza tutta e in particolare i giovani ad una riflessione oggettiva, aperta e lungimirante sulla realtà del fenomeno migranti, superando i pregiudizi e comprendendone le ragioni di fondo. Lo scopo è di creare un contesto culturale e formativo che consenta di incidere positivamente sul futuro delle nuove generazioni e una effettiva collaborazione tra gruppi sociali diversi, alunni, disabili, migranti, per la realizzazione di un obiettivo comune, creando i presupposti per una cittadinanza attiva e responsabile.

Evento Russiadonne letteratura e storia

Evento "Russia,donne, letteratura e storia"

Lunedì 22 ottobre, presso il Liceo Vieusseux, si è tenuto un incontro promosso dall’Ufficio di Parità provinciale e regionale nella persona della consigliera di pari opportunità, dott.ssa Laura Amoretti e  l’Associazione culturale ‘Liguria Russia Sanremo Nizza Côte d’Azur’. L’evento ‘Russia, donne, letteratura e storia’, attraverso la lettura di poesie in lingua e di brani musicali della tradizione  da parte di poetesse e musicisti russi, ha inteso avvicinare la cultura russa e quella italiana  in un gemellaggio ideale sviluppato in una dimensione storico artistica. Quest’anno inoltre, in occasione del centenario della morte dei Romanov, si è pensato di ricostruire  la storia della famiglia imperiale curando particolarmente la biografia  delle imperatrici e delle loro figlie. In questo senso, è stato coinvolgente e illuminante l’intervento della dott.ssa Ranise, autrice di un libro  sulla dinastia dei Romanov. Molto bella la sua ricostruzione delle vicende degli ultimi giorni dell’impero e della sciagurata fine dei regnanti e delle loro figlie. Gli allievi della 4 Bsa e della 5 Bsa  hanno partecipato con entusiasmo, gradendo tanto la ricostruzione storica quanto gli intermezzi  poetici e musicali.   Prof.ssa PAOLA CONSIGLIO

Dal cibo degli Dei al non cibo  Progetto della 5BSA

Dal cibo degli Dei al non cibo - Progetto della 5BSA

Il Liceo Vieusseux è sempre stato attento allo sviluppo del pensiero critico dei suoi alunni, e al potenziamento delle loro competenze in chiave europea, promuovendo azioni a livello curricolare ed extracurricolare. In particolare, leggendo il bando dell’Unesco che chiedeva di immaginare percorsi che valorizzassero i nostri giovani, indagando anche le loro abitudini rispetto alla tradizione e verso la modernità, lo scorso anno scolastico abbiamo ideato, con quella che allora era la classe 4BSA, un progetto che vedesse coinvolte diverse discipline come arte (Prof.ssa Rianna), storia, lettere (Prof.ssa Consiglio) e informatica (Prof. Amoretti), e che avesse come argomento centrale il cibo. Quindi abbiamo elaborato  un percorso culturale dal titolo:  ‘Dal cibo degli dei al non cibo’ che prevede la conoscenza del cibo e delle sue qualità   - dal punto di vista artistico  con: la creazione di pannelli didattici che rappresenteranno una nuova piramide alimentare che tenga conto delle variabili alimentari di oggi. L’analisi di alimenti dal punto di vista artistico: un viaggio nel cibo a partire dal manifesto della cucina Futurista. Schede di analisi sul cibo in generale: forma, colore, volume, come mangiamo con l’odorato e la vista. La realizzazione di un simbolo artistico del cibo di oggi come memoria futura. L’individuazione di un messaggio pubblicitario atto a stimolare il consumo critico del cibo no una relativa riflessione sui disturbi alimentari;  - dal  punto di vista storico-letterario con: la  creazione  di un webquest che, approfondendo argomenti quali la tradizione alimentare del Mediterraneo e quella legata al territorio ligure, con particolare attenzione alla pianta dell’Ulivo, colonna portante della cucina mediterranea, valorizzi la tradizione alimentare del Mediterraneo, operando un confronto tra la dieta mediterranea e il junk food. La produzione  di uno storytelling in formato cartaceo e digitale che racconti, anche attraverso le immagini, la storia delle abitudini alimentari del Mediterraneo. Un’indagine sui disturbi alimentari degli adolescenti e il rapporto di questi ultimi con il junk food.    I nostri allievi sono partiti da un questionario somministrato in forma anonima nel corso di un’assemblea d’istituto che hanno analizzato e restituito alla scuola sotto forma di report. Il 28 settembre 2018, presso il prestigioso Museo Archeologico di Napoli, si è tenuta la premiazione del progetto Futuropresente Unesco (Photogallery).    

LA RICOMPARSA DI MAJORANA  CONVEGNO

LA RICOMPARSA DI MAJORANA - CONVEGNO

Il Liceo Vieusseux organizza un convegno scientifico multidisciplinare sulla figura di Ettore Majorana. Majorana era un fisico che faceva parte dei famosi "Ragazzi di Via Panisperna",  ed era forse il più geniale studioso del gruppo guidato da Enrico Fermi, Premio Nobel per la fisica nel 1938, che diventerà poi uno dei direttori tecnici del progetto "Manhattan", che portò alla realizzazione della bomba atomica. Dice il Prof. Durante, docente di Storia e Filosofia al Vieusseux e coorganizzatore del Convegno:  Questa scuola ha un grande potenziale culturale: nel corso degli anni ha diplomato moltissimi studenti che si sono segnalati per una brillante carriera, contribuendo alla crescita e alla diffusione della cultura. Questo per noi è il vero motivo dell'esistenza di una scuola come il liceo: fare e trasmettere cultura. Da qui l'idea di questo convegno, i cui relatori sono prevalentemente nostri ex studenti, affermatisi in ambito accademico e professionale. Aggiunge la Prof.ssa Frassi, coorganizzatrice dell'evento insieme al Prof. Durante: Il convegno è stato organizzato quest'anno perché ricorre l'anniversario della scomparsa di Majorana, e le ragioni della sua sparizione sono tuttora avvolte nel buio: suicidio? Morte "politica"? Fuga volontaria? Il mistero della sua scomparsa è anche l'argomento di un'opera di Leonardo Sciascia, di cui si parlerà in questo convegno. A marzo abbiamo poi in programma un secondo incontro sulla figura di Stephen Hawking, l'astrofisico recentemente scomparso. Il convegno "LA RICOMPARSA DI MAJORANA" si terrà VENERDI’ 5 OTTOBRE 2018, presso il Liceo Vieusseux, dalle ORE 14.30 alle18.30.  E' aperto alla cittadinanza, la partecipazione è gratuita, ma per motivi logistici è necessaria l'iscrizione tramite e-mail all'indirizzo conferenzeliceo@gmail.com ENTRO MERCOLEDI' 3 OTTOBRE.   PROGRAMMA DEL CONVEGNO PRESIDENTE: PROF. MAURO SANTOMAURO Professore Emerito del Politecnico di Milano ed ex alunno del Liceo Classico De Amicis RELATORI RICCARDO MANDELLI Docente di Storia e Filosofia presso il Liceo Vieusseux            AL TEMPO DI MAJORANA GIAN LUIGI PULEO Docente di Scienze all’IS Marconi Imperia ed ex alunno Vieusseux MAJORANA UOMO E SCIENZIATO SIMONE BARBARINO Ricercatore presso la Technische Universität Dresden ed ex alunno Vieusseux IL FERMIONE DI MAJORANA LORENZA SAIA Dipartimento Studi Umanistici Torino ed ex alunna Vieusseux-De Amicis L’ETTORE MAJORANA DI SCIASCIA MARTA MONTANARO Shakespeare School Torino ed ex alunna Vieusseux-De Amicis                                    LETTURA DI TESTI    



PROGETTO FOCUS  CLASSE 3 B SA

PROGETTO FOCUS - CLASSE 3 B S.A.

La classe 3 B Scienze Applicate, seguita dalla prof.ssa Graziella Battistin, ha partecipato al concorso “FOCUScuola: redazioni di CLASSE”, realizzando un “Mini Focus” contenente articoli, immagini e ricerche frutto del lavoro di gruppo. Ogni elaborato si compone della copertina e di tre rubriche a scelta tra quelle che si trovano ogni mese su Focus. Le rubriche tra cui scegliere erano: Come è fatto/Come funziona? (si tratta di un infografica in cui viene descritto un oggetto/meccanismo in tutte le sue componenti/fasi) Domande & Risposte (uno specifico tema o temi diversi trattati in pillole nella forma di domande e risposte) La buona notizia (una pagina singola dedicata a una buona notizia in ambito scientifico: nuove scoperte in ambito scientifico, tecnologico, medico, ambientale, etc.) L'intervista (un'intervista in pagina singola ad un personaggio, uno scienziato, un ricercatore, uno scrittore, qualcuno che abbia una storia da raccontare, corredata da una breve biografia). Vi presentiamo quindi nella fotogallery le immagini del numero di "Focus" creato dai nostri studenti.

PREMIO STREGA 2018  Conferenza stampa di presentazione

PREMIO STREGA 2018 - Conferenza stampa di presentazione

Si è tenuta oggi 28 maggio 2018, presso il palazzo della Provincia, la conferenza stampa di presentazione della manifestazione "Cervo ti Strega", che Venerdi 22 giugno vedrà la presenza della cinquina di autori finalisti del Premio Strega 2018, e Lunedì 9 luglio quella del vincitore, intervistato da Dario Vergassola.  Anche quest'anno è prevista la partecipazione delle scuole superiori nella giuria che eleggerà il vincitore della categoria "Strega Giovani". Da 5 anni ormai, il nostro Liceo, prima scuola superiore della provincia di Imperia ad aver aderito,  fa parte della giuria con gli alunni delle classi terze e quarte, che sono attualmente impegnati nella lettura dei dodici romanzi selezionati per la finale. Ancora una volta dunque i nostri allievi saranno presenti sul sagrato della Chiesa dei Corallini di Cervo, per assistere alla presentazione dei romanzi finalisti e per intervistarne gli autori.  Dice Ida Ceccarelli, una delle allieve intervenute alla conferenza stampa di oggi: "Si tratta di una occasione unica per conoscere dal vero gli autori di cui abbiamo apprezzato i libri. E' una sensazione strana, avendo noi per lo più a che fare con la letteratura dei grandi della tradizione italiana del passato. Sarà bellissimo avere finalmente davanti lo scrittore in carne ed ossa, con cui dialogare a proposito della sua opera." Ida Ceccarelli ha quindi proseguito tracciando una breve storia della partecipazione del Vieusseux al Premio Strega, per poi lasciare la parola alla compagna Alessia Ferri, che ha letto una pagina tratta da Nemesis, di Philip Roth, il celebre scrittore scomparso in questi giorni, alla cui memoria è stato dedicato questo omaggio.  Il Dirigente scolastico prof. Paolo Auricchia ha sottolineato la profonda valenza formativa della lettura: essa non è da considerarsi come una semplice attività di svago e ricreativa, ma anche un vero e proprio filtro interpretativo della realtà contemporanea, che accompagna il giovane lettore nella sua crescita personale. Qui una sintesi degli interventi del Liceo Vieusseux alla conferenza stampa (Apertura del Presidente della Provincia Natta, Intervento Ida Ceccarelli: dal minuto 00.34.02 Intervento di Alessia Ferri: dal minuto 03.00.03 Intervento del Preside Auricchia: dal minuto 05.30.20) Qui la nostra Alessia Ferri su Imperiapost:  Nell'attesa di conoscere i vincitori nello splendido scenario cervese della piazza dei Corallini, auguriamo a tutti buona lettura con i dodici romanzi finalisti di quest'anno.

PRESENTAZIONE DE La crisi degli olivi in Liguria  FIERA DEL LIBRO 2018

PRESENTAZIONE DE "La crisi degli olivi in Liguria" - FIERA DEL LIBRO 2018

Domenica 27 maggio, alla Fiera del libro di Imperia, Rita Cersosimo, Simone Fiori e Gabriele Volpara, ex allievi del Liceo Vieusseux, hanno presentato il libro “La crisi degli olivi in Liguria”,  ristampa da loro curata dell’articolo di Giovanni Boine del 1911. I ragazzi, usciti da qualche anno dal liceo, e intrapreso con successo il proprio percorso di vita, hanno saputo tratteggiare egregiamente il profilo dello scrittore imperiese, anche per quanto riguarda gli aspetti biografici dell’autore più controversi. Un ringraziamento anche a Ettore Perlo, attuale alunno del Vieusseux ed esponente del Presidio di Libera "Montalbano", che ha presentato il progetto "Uliveto della Pace", spiegandone il significato e la valenza progettuale. Ancora una volta il liceo si sente orgoglioso di aver contribuito alla formazione di giovani così preparati. Complimenti ragazzi! Prof.ssa Paola Consiglio.  

IL PUNTO SULLINDIRIZZO BIOMEDICO

IL PUNTO SULL'INDIRIZZO BIOMEDICO

  Riportiamo un articolo pubblicato dalla testata on-line "Tecnica della scuola" (Cliccare qui per leggere l'articolo su "Tecnica della scuola" ), in cui si fa il punto sull'andamento di questa interessante e promettente sperimentazione. Dal prossimo anno scolastico, TALE SPERIMENTAZIONE SARA' APERTA ANCHE ALL'INDIRIZZO CLASSICO. I NUMERI DEL PERCORSO CHE HA MESSO IN RETE SCUOLE DI TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE Più di 1700 studenti, oltre 400 formatori (80 docenti di scienze e 323 medici), 26 licei scientifici individuati tramite bando del Miur, questi sono alcuni dei numeri del primo anno di sperimentazione del progetto ‘biologia con curvatura biomedica’, messo in atto, per l’anno scolastico 2017/18. Il percorso di orientamento ha previsto, per le terze classi degli istituti selezionati, l’introduzione nel piano di studi dello studente della disciplina “Biologia con curvatura biomedica”. Le ore di lezione, come abbiamo già spiegato all’inizio del percorso, sono 150 nel triennio, 50 per ogni anno scolastico, di cui: 20 ore di lezioni teoriche tenute dalle docenti e dai docenti di biologia dei Licei, 20 ore di lezioni pratiche tenute da medici individuati dagli Ordini, 10 ore presso strutture sanitarie individuate dagli Ordini dei Medici Provinciali. L’accertamento delle competenze avviene in itinere, in laboratorio, tramite la simulazione di ‘casi’, e attraverso la somministrazione di test con cadenza bimestrale. RISULTATI DEGLI STUDENTI CHE STANNO SEGUENDO IL PERCORSO A CURVATURA BIOMEDICA L’accertamento delle competenze è avvenuto in itinere, in laboratorio, tramite la simulazione di ‘casi’, e, ogni bimestre, attraverso la somministrazione di 45 test a risposta multipla. Il monitoraggio degli esiti dei test valutativi somministrati agli studenti ha rivelato una crescente positività dei risultati, registrata soprattutto a partire dal secondo test di verifica. Dai risultati mediamente sufficienti del primo test si è rilevato un significativo incremento nelle valutazioni riportate nei test successivi, i cui esiti sono stati in media buoni, ottimi e in diversi casi eccellenti. È emerso, infatti, che nel primo test il 65% degli studenti ha riportato una valutazione inferiore o uguale alla sufficienza e il 35% una valutazione superiore alla sufficienza. Tali percentuali si invertono nei risultati del secondo test, nel quale solo il 38% degli allievi ha conseguito punteggi inferiori o uguali alla sufficienza, mentre il 62% ha totalizzato punteggi di valore maggiore. Nel terzo test questa tendenza positiva degli esiti valutativi si mantiene costante. Positivo anche il monitoraggio delle attività laboratoriali esterne svolte presso strutture sanitarie dell’intero territorio nazionale, in gran parte effettuate presso reparti ospedalieri di Dermatologia, Ortopedia, Ematologia, Cardiologia e presso i Centri trasfusionali di diverse città. Il Liceo scientifico “Leonardo da Vinci” di Reggio Calabria, come scritto sul sito istituzionale del Ministero dell’Istruzione, individuato dal MIUR come scuola capofila di rete, ha condiviso con i Licei aderenti alla rete, attraverso la piattaforma web www.miurbiomedicalproject.net, il modello organizzativo e i contenuti didattici del percorso riguardanti le lezioni delle docenti e dei docenti, quelle dei medici e i test di verifica. IL PERCORSO SI ESPANDE ANCHE AI LICEI CLASSICI CON NUOVI ORDINI PROVINCIALI DEI MEDICI Visto il successo in termini di adesione al progetto e soprattutto di gradimento da parte di studentesse e studenti, docenti, scuole e medici, la sperimentazione, finora riservata ai Licei scientifici, dal prossimo anno scolastico, come aveva anticipato la nostra testata giornalistica, verrà estesa anche ad alcuni Licei classici, che verranno selezionati dal MIUR tramite apposito bando ed entreranno a far parte della rete. Inoltre, come riportato da una nota ANSA, la Fnomceo da parte sua coinvolgerà 37 nuovi Ordini, oltre ai 27 che già fanno parte della rete. IL PERCORSO PUNTA AD ESSERE UNA CORSIA PREFERENZIALE PER ACCEDERE ALLE FACOLTA’ SANITARIE Questo percorso di curvatura biomedica, che per il 2018/2019 vedrà coinvolti numerosi licei scientifici e classici, punta ad attribuire, agli studenti che lo supereranno con merito, un accesso preferenziale alle facoltà di medicina e più in generale sanitarie.


Ed alla Salute  Incontro sullansia

Ed. alla Salute - Incontro sull'ansia

Il 21 maggio 2018 i ragazzi delle classi prime del Liceo Scientifico hanno partecipato ad un incontro con la Psicologa, Dott.ssa Colazzo, sul tema dell'ansia.  Ogni classe è stata seguita per due ore dalla psicologa. Questi incontri sono i primi di un progetto, rivolto a studenti, insegnanti e genitori, che entrerà a regime nell'anno scolastico 2018/19 ed il cui scopo è quello di approfondire il tema dell'ansia, sempre più motivo di disagio nella nostra società.   Daniela Tolomelli, referente  Educazione alla salute.

Vieusseux ancora premiato ai concorsi di poesia

Vieusseux ancora premiato ai concorsi di poesia

 I nostri complimenti ad Eleonora Ascheri della classe II C del Liceo Scientifico, che con la poesia "Solitudine" si è classificata al terzo posto al Premio Internazionale di Poesia Città di Voghera XXIII edizione per la sezione under 16. Il Concorso, patrocinato dal  Ministero dei Beni Culturali, dalla Regione Lombardia, dall' Assessorato alla Cultura, dall'Unicef Provincia di Pavia,dalla Provincia di Pavia,dal Comune di Voghera – Assessorati alla Cultura e Gemellaggi, ha visto la partecipazione di concorrenti provenienti da tutta Italia; la premiazione è avvenuta sabato 12 maggio al Teatro san Rocco di Voghera. Le poesia è stata  pubblicata in un'antologia che ha raccolto i componimenti premiati.   Prossimamente, ed è notizia delle ore in cui scriviamo il presente articolo, saranno premiati anche VALENTINA BIANCO (5B Scientifico) LEONARDO FASCIANA (5A Classico), rispettivamente prima e terzo classificato al concorso “La Poesia, antitesi alla dittatura dell’utile”, curato dal poeta Gabriele Borgna,  giunto alla sua 11° edizione. “Questa edizione è stata riservata completamente agli studenti di ogni ordine e grado – dichiara il poeta Gabriele Borgna – decisione presa dalla giuria che, alla luce degli ottimi riscontri in termini di partecipazione, sottolinea una voglia di poesia che ancor non ci abbandona. Voglia di poesia che attraverserà l’intero arco di svolgimento della Fiera del Libro 2018, attraverso una molteplicità di letture e presentazioni che coinvolgeranno poeti e studenti uniti – insieme agli editori ospiti specializzati nel settore." Valentina e Leonardo saranno premiati domenica 27 maggio alle 10 in Piazza F.lli Serra (lato Teatro Cavour) a Imperia.  Questa la classifica:  Sez B. (scuole superiori):  1° “La scelta” di Valentina Bianco, 2° “È un momento” di Jacopo Franco,  3° “Sdraiati” di Leonardo Fasciana. Per Leonardo, si tratta di un premio che va ad aggiungersi ad una lunga lista di riconoscimenti ricevuti,  che fanno di lui, ormai possiamo dirlo, un poeta giovane, ma affermato. A tutti questi giovani poeti vanno i complimenti del Liceo Vieusseux.  

Graduatoria II fascia docenti

Graduatoria II fascia docenti

Documenti relativi alla Graduatoria di II fascia (in formato PDF)  

LA SQUADRA ROSA DEL LICEO ALLE REGIONALI DI ATLETICA

LA SQUADRA ROSA DEL LICEO ALLE REGIONALI DI ATLETICA

Venerdì 4 maggio 2018 si sono svolti a La Spezia, presso il Centro sportivo “Montagno”, le fasi regionali di atletica leggera. Nella categoria allieve la squadra del nostro Liceo, a causa anche di alcune defezioni, si classifica terza, sfiorando la qualificazione alla fase nazionale. Ottimi i risultati individuali delle nostre ragazze: 8° posto nel lancio del peso per Francesca Giglio, 6° posto nel salto in lungo per Eleonora Poracchio  e per Alessia Ferri  nei 100 hs, 4° posto di Chiara Megiovanni nel salto in alto, 7° di Anita Vassallo nei 100 mt, mentre sui 1000 m  Chessa Valentina ha ottenuto un 5° posto. Sul gradino piu basso del podio sono salite le ragazze della staffeta 4X100, al secondo posto nel lancio del disco si è classificata Arianna Ghirardo e, ciliegina sulla torta, Lidia Mastrogiovanni vince con un eccellente 59”03 i 400 mt.,  qualificandosi come individualista per la fase nazionale a Palermo. Orgogliosi delle nostre atlete. Prof. Samuele Perotti AGGIORNAMENTO DEL 22/5/2018 Ai lusinghieri risultati sopra riportati, aggiungiamo quello della nostra squadra di pallavolo femminile, che ha disputato a La Spezia la fase regionale dei campionati studenteschi, classificandosi al quarto posto.      Brave ragazze!


INCONTRO LUlivo portatore di pace e di sapienza

INCONTRO ‘L’Ulivo portatore di pace e di sapienza’

Ieri, venerdì 11 maggio 2018, nello splendido anfiteatro naturale dell’Uliveto sperimentale, si è tenuto un incontro letterario curato dal prof. Corrado Bologna, docente della Scuola Normale di Pisa, in collaborazione con il dott. Matteo Grassano, studioso del grande scrittore ligure Francesco Biamonti. L’incontro aveva come titolo ‘L’Ulivo portatore di pace e di sapienza’, ed è stato promosso dal Liceo Vieusseux in collaborazione con la Provincia e con l’associazione Libera.  Il prof. Bologna, partendo dall’Uliveto sperimentale, nato dall’idea del dott.Carrocci Buzi di piantare qui la maggior parte delle cultivar del Mediterraneo, ha messo in evidenza come la storia di questo mare, rappresentata dalla pianta dell’ulivo, sia testimonianza millenaria di scambi, relazioni e integrazione. In questo senso, il professore ha cominciato il suo ragionamento spiegando agli allievi del Liceo il significato della parola ‘politica’, intesa come espressione di volontà dei cittadini e non solo come oikonomia, ovvero arte di amministrare le cose dello stato. Il prof. Bologna ha insistito infatti sul concetto di politica come partecipazione, integrazione, ma anche mediazione,  e non come volontà di pochi, anche di ideologie diverse, di arrivare a obiettivi finali che niente  hanno a vedere con la volontà popolare. Altro spunto di riflessione è stato il concetto di tempo, partendo dal mito di Saturno il quale, non accettando i  propri figli, li divorava; il prof. Bologna ha così invitato tutti, fuor di metafora, a non divorare il tempo vissuto, le epoche precedenti, ma a cercare di far tesoro di queste per guardare avanti in maniera più ricca e consapevole di prima. L’incontro si è chiuso con un accenno alla tematica dell'immigrazione: sempre partendo dal mito, Bologna ha ricordato come Ulisse, grandissimo eroe greco, avesse peregrinato a lungo su zattere paragonabili ai gommoni contemporanei, giungendo su isole dove lui, principe di Itaca,  doveva definirsi col nome di ‘Nessuno’ per paura di ritorsioni.  Gli allievi e le altre persone presenti all’incontro hanno partecipato con entusiasmo alla lezione, intervenendo con spunti e domande alle quali il prof. Bologna e il dott.Matteo Grassano hanno risposto con piacere, invitando infine ogni ragazzo ad adottare un albero di ulivo per parlargli, cercando in lui un po’ di sé. Nell'ambito dell'iniziativa, gli allievi della classe IVB Scientifico, seguiti dalla prof.ssa Rotta, hanno presentato una loro installazione ispirata alla lettura di "Vento Largo", di Francesco Biamonti: dopo aver compiuto una rilevazione statistica di tutti i colori presenti nel libro, li hanno riprodotti su cartoncini colorati e li hanno attaccati ad un olivo per rappresentarne il legame con i colori della Liguria. “Gli vennero in mente i suoi ulivi e si propose di andarli a vedere prima di ripartire. Avrebbe voluto avere con loro un dialogo, divenire davanti a loro un uomo di preghiera”. Da Attesa sul mare – Francesco Biamonti Prof.ssa Paola Consiglio

La Commedia  spensieRosa

La Commedia (s)pensieRosa

Anche quest'anno fervono i preparativi che vedono il nostro Laboratorio teatrale impegnato nella messa in scena di uno spettacolo. Le date previste sono due,  come da tradizione, il 24 e 25 maggio 2016, alle ore 21, presso la Sala Don Piana a Diano Marina. Il titolo dello spettacolo è: LA COMMEDIA (S)PENSIEROSA. Qualche anticipazione sulla trama: In una Venezia settecentesca due amiche, lasciati a casa i mariti maldestri, pasticcioni e un po' in difficoltà, evadono dalle preoccupazioni quotidiane tuffandosi nel Carnevale....una compagnia di guitti "trainata" da un Capocomico bislacco allieta le calli e una ricca vedova avvenente... be', ora basta, non vogliamo raccontarvi tutto, venite e ne vedrete (e ascolterete)  delle "belle". Siete tutti invitati!  Costo del biglietto: euro 6, destinati a finanziare la realizzazione del progetto Teatro e altre attività dellla scuola. Per la prevendita alunni e famiglie,  rivolgersi a Andrea Nalli, Andrea Ghirardini (4B) o Alessandro Nuti (5C). Per la prevendita docenti rivolgersi alla prof.ssa Myriam Bertani.        

SECONDO POSTO DEL LICEO AL TORNEO REGIONALE DI DEBATE

SECONDO POSTO DEL LICEO AL TORNEO REGIONALE DI DEBATE

Si sono svolte a Genova il 3 maggio 2018, presso l’Istituto Vittorio Emanuele II, le selezioni  per il torneo regionale di Debate. La squadra del Liceo Vieusseux composta da: Accordino Loïc, Balbo Federico, De Angeli Lorenzo e Verda Filippo ha superato brillantemente la selezione per accedere alla finale, che si è tenuta  al Palazzo Ducale alle ore 14.30. Al torneo regionale hanno partecipato dieci Istituti Superiori della Liguria, per un totale di quaranta studenti. L’accesso alla finale si è svolto con un dibattito su temi differenti, in cui ogni squadra, attraverso un sorteggio, è stata chiamata a difendere opinioni diverse dalle proprie. Alla finale hanno assistito Dirigenti Scolastici, docenti delle scuole coinvolte,  il Presidente del Consiglio Regionale Alessandro Piana e il Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale  Dott.Ernesto Pellecchia. Nella prova conclusiva tra le due squadre finaliste, I.I.S. Ruffini Imperia e Liceo Vieusseux , il tema dibattuto è stato “Le navi ONG non dovrebbero salvare i migranti”. Il Liceo Vieusseux si è classificato secondo, superato solo per pochi punti dalla squadra avversaria, ma ognuno dei nostri speaker si è aggiudicato  un ottimo punteggio come miglior debater: Filippo Verda terzo posto, Federico Balbo quinto posto, Lorenzo De Angeli settimo posto e Loïc Accordino il decimo  posto. Grande soddisfazione nell’ambiente del Liceo perché,  ancora una volta, i nostri alunni hanno dimostrato grandi capacità oratorie e competenze approfondite sui temi trattati. Prof.ssa Stefania Glorio AGGIORNAMENTO DEL 12/5/2018 A seguito di alcune incomprensioni verificatesi riguardo al Torneo di Debate, in particolare concernenti il tema dibattuto, si riportano le dichiarazioni della Prof.ssa MARA FERRERO, referente per la Liguria nel Consiglio Nazionale della Rete WEDEBATE, pubblicate in data odierna sulla testata Imperiapost (qui il link all'articolo completo):  "Chi ha rilasciato dichiarazioni improprie, è sicuramente all’oscuro del percorso di formazione che le studentesse e gli studenti, gli enti patrocinatori e la stessa rete hanno messo in atto, anche in relazione al topic proposto. (...) Erroneamente si è detto che il Debate è un mero esercizio di public speaking: nulla di più falso. Il Debate è una palestra di pensiero, una metodologia che sviluppa competenze trasversali e che prepara le studentesse e gli studenti alla vita democratica, in quanto li mette in condizione di vagliare diversi punti di vista. Questo non vuol significare che i debaters siano stati chiamati ad assumere posizioni estreme, né in un senso, né nell’altro. I debaters sono stati chiamati a documentarsi, e a non formulare giudizi aprioristici (...) Ringrazio, in qualità di referente regionale, tutta la cabina di regia e la RETE WEDEBATE, ringrazio di cuore tutte le scuole partecipanti e gli insegnanti che hanno aderito all’iniziativa, perché  lo spirito che ha animato l’evento è stato proprio l’opposto di quello per il quale si è ingiustamente accusati. Ragazze e ragazzi hanno imparato che cos’è il confronto, che cosa significa non soffermarsi alla prima impressione, che cosa vuol dire accettare l’opinione altrui. La referente del Progetto Debate per il Liceo Vieusseux, Prof.ssa Stefania Glorio, aggiunge: "Il tema è stato scelto dalla Rete Nazionale Wedebate, e pone i ragazzi davanti alla realtà. Appare poco sensato censurare sia queste problematiche che, soprattutto, la discussione in merito. Tutti i Debaters hanno iniziato la loro argomentazione sottolineando che assolutamente non era in discussione la necessità di salvare vite umane". IN ALLEGATO AL PRESENTE ARTICOLO, IL TESTO DELLA PRIMA PARTE DELLA DISCUSSIONE DELLA SQUADRA DEL LICEO VIEUSSEUX.

LULIVO PORTATORE DI PACE E DI SAPIENZA

L'ULIVO, PORTATORE DI PACE E DI SAPIENZA

Il Liceo G.P. Vieusseux in collaborazione con Libera, nell’ambito del Progetto Uliveto della pace, sostenuto dal Ministero del lavoro, dal MIUR e dalla Provincia di Imperia, invita gli studenti, i professori e tutti i cittadini che vorranno partecipare, venerdì 11 maggio alle ore 15, all’incontro letterario in cui il Prof. Corrado Bologna, della Scuola Normale Superiore di Pisa, e il Dott. Matteo Grassano, ex allievo del Liceo, racconteranno la meravigliosa storia dell’Ulivo, portatore di pace e di sapienza. L’evento si terrà nella suggestiva cornice dell’Uliveto Sperimentale della pace di Imperia, salita Aicardi 64, di proprietà della Provincia, che raccoglie decine di tipi diversi di questa antichissima e preziosa pianta e sarà occasione per riflettere insieme sull’importanza dell’ulivo, albero secolare della civiltà mediterranea, ma anche sul valore simbolico della pacifica e sapiente convivenza di popoli in quella che Giovanni Boine definì la «cattedrale degli olivi». Al progetto collaborano il Gruppo Ecologico Martiri della libertà Partigiani Val Prino, la Legacoop, L’Ufficio Minori del Ministero di Giustizia, il Cespim, la CIA, L’Associazione Pace Lavoro e Legalità e Help. Ecco le parole di presentazione  del Prof. Bologna che, venerdì prossimo 11 maggio, siamo ansiosi di ascoltare:  "Una goccia d'olio è una goccia di storia, di leggenda, di mito, di religione. È testimone del progresso millenario della civiltà che si sviluppò sui bordi del Mare nostrum alimentando lo sviluppo del commercio, delle conquiste economiche, dell’evoluzione umana. Già Tucidide, nel V secolo a. C., scriveva che «i popoli del Mediterraneo uscirono dalla barbarie quando impararono a coltivare l'olivo e la vite». E uno dei più grandi storici del Novecento, Fernand Braudel, ha sintetizzato con l’immagine dell’ulivo un’idea della nostra civiltà: «Il Mediterraneo si estende dal primo ulivo che si raggiunge arrivando dal Nord ai primi palmeti che si levano in prossimità del deserto». L’ulivo parla del sacro, della pace, della sapienza: del sapere e del sapore, anzi proprio del sapore del sapere. Nella civiltà greca l’ulivo è la pianta di Minerva, dea della Sapienza. Sul frontone est del Partenone, dove è immortalato il mito della contesa vinta da Atena contro Poseidone grazie al dono dell'ulivo alla città che da lei prende nome, nel IV secolo a. C., momento di pienezza della democrazia, Fidia scolpisce una folla di donne velate che recano anfore d’olio sulla spalla, in processione fino alla cima della grande collina. Ma anche per la cultura ebraica e poi per quella cristiana l’ulivo è emblema di armonia e di pacificazione. L’inizio di una nuova vita del mondo dopo il Diluvio Universale è segnato dal ritorno all’Arca di Noè della colomba bianca che porta nel becco un ramoscello d’ulivo per annunciare quiete e pace, e un rinnovato patto di alleanza fra Dio e l’Uomo. Ulivo è anche luce e calore, intimità e patria. Quando Odisseo, che in un ulivo aveva intagliato il suo letto nuziale, dopo il lunghissimo esilio nel Mediterraneo finalmente ritorna in patria, sulle rive della baia di Itaca riconosce «l’albero dal largo fogliame» (Od., XIII 102 ss.), e capisce di essere infine arrivato a casa. Per queste ragioni L’Ulivo portatore di pace e di sapienza è intitolato il percorso letterario, artistico e filosofico che propongono nell’Uliveto Sperimentale di Imperia, venerdì 11 maggio 2018 alle ore 15, il Prof. Corrado Bologna, della Scuola Normale Superiore di Pisa, e il Dott. Matteo Grassano, ex allievo del liceo Vieusseux di Imperia, che ha recentemente discusso una tesi di Dottorato all’Università di Nizza su Francesco Biamonti, grande scrittore ligure, nell’opera del quale l’ulivo occupa uno spazio centrale. Per Biamonti, come per Giovanni Boine, la Liguria è un’immensa «cattedrale degli olivi», simbolo di una continuità e solidità della vita che trascende l’esistenza dei singoli individui, attraversando i secoli. Imparare ad amare e a rispettare l’ulivo,  nell’Uliveto Sperimentale ove sono coltivate decine di specie diverse di questa pianta antichissima e comune a tante civiltà, in cui ogni esemplare ha una sua forma, un suo volto, una sua personalità, significa anche educarsi alla condivisione dell’esistenza con tutti i «popoli del Mediterraneo» del passato e del presente. La cittadinanza è invitata a partecipare.  Vi aspettiamo nell'Uliveto o, in caso di maltempo, nell'Aula Magna del Liceo Vieusseux      


 Al Vieusseux Liceali lezione di legalit con avvocati  La Stampa

Al Vieusseux: Liceali, lezione di legalità con avvocati - "La Stampa"

La Stampa 24/04/2018    Riportiamo sul nostro sito l'articolo pubblicato su "La Stampa" il 24 /4/2018   La visita al carcere di Imperia, per la quale si attendono solo le autorizzazioni, sarà l’ultimo atto del progetto «La legalità nell’educazione», realizzato dall’Ordine degli Avvocati del capoluogo con il liceo «Vieusseux» di Imperia. L’iniziativa, articolata in 4 incontri e conclusa con la simulazione di un processo guidata da avvocati veri ha coinvolto la II B e la II C dello Scientifico, per un totale di circa 35 studenti. Dopo un primo incontro in cui si è parlato di legalità e della Costituzione come atto normativo fondamentale che stabilisce «le regole del gioco», è stato distribuito agli studenti un questionario, da compilare in forma anonima. Dalle risposte dei ragazzi emerge un quadro confortante sulla loro considerazione di legalità e senso civico. Esempi? La quasi totalità degli studenti ha risposto che la legge va sempre rispettata. Non solo: quasi tutti comprano il biglietto sui mezzi pubblici e circa la metà degli studenti chiede lo scontrino. Soprattutto, è emersa una fiducia nelle istituzioni e nella famiglia: alla domanda «Se tu fossi vittima di un reato, cosa faresti», le risposte più frequenti sono state «denuncerei il fatto alle forze dell’ordine» e «ne parlerei con i miei genitori». È emerso un atteggiamento tollerante nei confronti di stranieri, omosessuali, persone di religione diversa. Il processo simulato ha visto la divisione degli studenti in gruppi: ognuno ha sviluppato un caso giudiziario. Il progetto era curato dagli avvocati Eugenio Aluffi, Simona Costantini, Sabrina Tallone e Marina Vassallo, con le docenti Silvana Covino e Roberta Rombolà. [P.I.] c BY NC ND +ALCUNI DIRITTI RISERVATI

Fisici delle particelle per un giorno

Fisici delle particelle per un giorno

Venerdì 9 marzo un nutrito gruppo di studenti del Liceo Scientifico Vieusseux di Imperia ha partecipato alla CERN - MASTERCLASS svoltasi al Dipartimento di Fisica (DIFI) presso l’Università di Genova sotto la sapiente guida dello staff del prof. Silvano Tosi e di Angelo Poggio. Alcuni ragazzi delle classi IVCS, IVASA, IVBSA, VBS, VASA, VBSA nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro hanno svolto la mansione di ricercatore in attività simili a quelle che si svolgono al CERN di Ginevra insieme a studenti di altri istituti. Grazie a questa esperienza, che era già stata svolta positivamente anche l'anno scorso, gli studenti hanno compreso il fascino della ricerca pura che si sviluppa nei grandi laboratori europei e sono tornati pieni di entusiasmo e di curiosità per le problematiche scientifiche. Le splendide foto pubblicate sono relative alle collisioni tra fasci di protoni avvenute nell'acceleratore LHC del CERN di Ginevra e ricostruite dal rivelatore CMS. Si vedono tracce di muoni ed elettroni provenienti dal decadimento di bosoni W e Z, i mediatori dell'interazione nucleare debole, o dal famoso bosone di Higgs, scoperto recentemente al CERN, il responsabile della massa delle particelle. Referente prof.ssa Rosanna Garello

 Risultati giochi sportivi studenteschi di atletica leggera

Risultati giochi sportivi studenteschi di atletica leggera

In data 16 aprile 2018, presso il campo sportivo “ Pian di Poma” a Sanremo,  si sono svolte le fasi provinciali dei giochi sportivi studenteschi di atletica leggera maschile e femminile. Dopo aver ben figurato nella fase comunale, i nostri ragazzi si sono impegnati al massimo anche in questa gara, ottenendo risultati prestigiosi. Nella categoria maschile,  Alessandro Basso ottiene la vittoria nei 400 metri  (qualificato per la fase regionale) accompagnato sul gradino più basso del podio dal compagno Pietro Giovanni Zagarella. Medaglia di bronzo anche per Lorenzo Formolaro nei 100 metri e Giovanni Matis. Al secondo posto si sono classificati Elio Luca Semeria sui 1000 metri e Giorgio Castelli nel salto in lungo. Da sottolineare anche le buone prove di Nicolas Toribio nel salto in alto e di Claudio Giordano e Gabriele Siffredi nel getto del peso. Alla luce dei risultati ottenuti dai ragazzi, la squadra si è classificata al terzo posto, rimanendo però esclusa dalla fase regionale per una manciata di punti. Obiettivo raggiunto invece dalla squadra femminile, la quale ottiene la vittoria grazie a eccezionali prestazioni individuali. Medaglia d’oro per: Lidia Mastrogiovanni nei 400 metri, Valeria Brignolo nei 100 metri hs, e per la staffetta 4X100 (Brignolo,Vassallo, Poracchio,Mastrogiovanni). Medaglia d’argento per Eleonora Poracchio nel salto in lungo, Chiara Megiovanni nel salto in alto e Arianna Ghirardo nel lancio del disco. Completano il gruppo sul gradino più basso del podio Francesca Giglio nel getto del peso e Anita Vassallo  nei 100 metri. Non ci resta dunque che attendere il 4 maggio per vedere come andrà a finire.  Forza Ragazze!!!!   Prof. Samuele Perotti  

Visita a Villa Hanbury premiati i vincitori del concorso fotografico Da Albingaunum ad Albintimilium

Visita a Villa Hanbury: premiati i vincitori del concorso fotografico "Da Albingaunum ad Albintimilium"

Vi ricordate del concorso fotografico "Da Albingaunum ad Albintimilium", promosso all'interno delle iniziative della "Notte nazionale del Liceo Classico"? cliccate qui per vedere di cosa si trattava Il 19 aprile 2018 è stato il giorno in cui i vincitori hanno potuto godere del loro premio: una visita guidata personalizzata a Villa Hanbury e ai suoi giardini. Si tratta di un premio insolito e di alto valore culturale, la cui proposta si deve alla nostra DSGA Cinzia Foroni, che ha seguito il progetto in tutte le sue fasi. La classe 5° della scuola primaria di Diano Castello, accompagnata dalle insegnanti Alixia Patri e Mara Cascella, e in rappresentanza del Liceo dal nostro Vicepreside Giovanni Siffredi e dalla DSGA Cinzia Foroni, si è dunque recata in località La Mortola, in visita di istruzione al celebre sito, che fa parte di un'Area Protetta Regionale e che partecipa al progetto ALPI DEL MARE per la candidatura al riconoscimento UNESCO di sito Patrimonio dell'Umanità. La realizzazione della villa e dei giardini si deve alla passione dal viaggiatore inglese sir Thomas Hanbury il quale, dopo aver fatto fortuna come esportatore di tè a Shanghai, decise di stabilirsi sulla costa ligure: qui acquistò il palazzo dei Marchesi Orengo di Ventimiglia, intorno al quale, a partire dal 1867, realizzò i giardini piantando specie botaniche raccolte in ogni parte del mondo. Dicono le insegnanti accompagnatrici: "La giornata è stata splendida, non solo dal punto di vista climatico, poiché sembrava estate, ma anche per la presenza di un'ottima guida: una botanica dell'Università di Genova, che ha saputo coinvolgere i ragazzi con affascinanti spiegazioni scientifiche e storiche. Gli alunni hanno potuto ammirare piante e fiori di altri continenti che Sir Thomas Hanbury è riuscito a far vivere nel parco; inoltre per l'occasione è stata aperta la Villa, con le sue splendide sale e i terrazzi con vista "mozzafiato".  Ringraziamo il Liceo per questa bellissima opportunità che ci è stata data: si tratta di un graditissimo premio, inserito nel contesto di un'iniziativa stimolante."


INAUGURAZIONE DELLAULA NATTA

INAUGURAZIONE DELL'AULA NATTA

Il giorno 30 Maggio 2018 si è tenuta l'inaugurazione dell'aula Natta, al terzo piano della nostra sede centrale. Si è trattato del momento conclusivo del progetto Natta-Dulbecco: «Il sogno di un Nobel», ideato, programmato e realizzato dalla Prof.ssa Raffaella De Meo, iniziato 5 anni fa con l'attuale classe V Classico.  Il progetto Natta Dulbecco vuole dare lustro alla nostra scuola e allo stesso tempo affermare il valore delle figure di due insigni scienziati della nostra città: Renato Dulbecco (ex alunno dell'allora Liceo Classico "De Amicis") e Giulio Natta (nato a Imperia), entrambi premi Nobel. Al Dott. Renato Dulbecco, a cui si deve la scoperta del genoma umano, è stata dedicata una mostra permanente nell’aula conferenze posta al primo piano del Liceo nel 2016. Il Dott. Giulio Natta, nato a Porto Maurizio nel 1903, ha avuto una vita esemplare di uomo e scienziato ed è stato capace di unire inventiva, capacità scientifiche e geniale intelligenza nella produzione di elaborati, ricerche, brevetti. A lui si devono 617 pubblicazioni, 333 famiglie di brevetti con la allora vincente industria chimica italiana MONTEDISON. Fu docente del Politecnico di Milano e di Torino. Egli riuscì ad avere un ruolo di primo piano a livello internazionale nell' industria chimica di sintesi (basti pensare alla preparazione degli idrocarburi liquidi), ottenne brevetti ENI sulle alfa e beta olefine (in collaborazione con Zinkler). Ricordiamo le grandi scoperte del Dott. Natta: la sintesi degli alcoli, la produzione di idrogeno dall’acqua, la sintesi dei chetoalcoli, la preparazione di aldeidi, polimerizzazione dell’etilene. Queste sono solo alcune delle importanti scoperte del Prof. Natta. In particolare, l'11 marzo 1954, il Dott. Giulio Natta ha scoperto il polipropilene isotattico, polimero organico alla base dell'industria Chimica di sintesi. Questa scoperta gli valse il premio NOBEL per la CHIMICA. Ricordiamo che il PET è il terzo prodotto chimico più sintetizzato al mondo. A questo grande scienziato la Prof.ssa De Meo ha dedicato una mostra fotografica permanente ed è stata realizzata, grazie alla preziosa collaborazione della Prof.ssa Lidia Rianna e di alcune allieve dalle spiccate doti artistiche, una rappresentazione pittorica che occupa una parete di 3 metri, un dipinto murale in cui, accanto alla figura del Dott. Natta, è impressa la frase pronunciata dal Principe di Svezia all’atto della consegna del premio Nobel a Stoccolma, il 12 Dicembre 1963:  “Le conseguenze tecniche e scientifiche della sua scoperta sono immense e non ancora valutate pienamente” La figura, il dipinto, la frase vivono così tra gli alunni del Liceo, animano le lezioni di CHIMICA ORGANICA sul meccanismo delle polimerizzazioni: biologiche, organiche, di sintesi. Addizione e condensazione hanno permesso a bassa pressione di sintetizzare una materia nuova IL POLIPROPILENE ISOTATTICO. Grazie al Progetto Natta-Dulbecco, è stata creata un aula apposita in cui gli alunni del Liceo possono apprendere la CULTURA SCIENTIFICA. E’ possibile in questo spazio attuare la didattica laboratoriale, e verificare le conoscenze scientifiche sperimentalmente nel vicino laboratorio di Chimica  e Biologia "Natta". La cultura scientifica è parte integrante della culturae permette di conoscere la nostra realtà e le regole della materia e del mondo che ci circonda. Sviluppare la cultura scientifica determina effetti particolarmente positivi: appassiona i giovani, li incuriosisce, li fa diventare migliori, più partecipi e curiosi della realtà. Il luogo è fondamentale nell'apprendimento, nel determinare il pensiero logico. Può diventare ambiente della mente, sfondo mentale del pensiero. Prendersi cura dell'aula è un atto volontario che migliora il presente, dimostra che è possibile contro tutte le previsioni fare qualcosa per le istituzioni, perchè esse vivono se diamo loro un senso. Nell’aula Natta, pensiero ed azione si coniugano e diventano ARTE: unica, incredibile, manifestazione della realtà. Facciamo nostro il motto di Don Lorenzo Milani: "I care": mi importa, mi interessa: degli alunni, del loro sapere, degli spazi dei luoghi del sapere. ARTE E SCIENZA sono immagini speculari della Realtà complessa che ci circonda. Gli alunni sono i protagonisti insieme alla Docente di questo spazio. Le classi coinvolte nel progetto sono la VA classico, VA Scientifico, VASA Scientifico delle Scienze applicate. Le alunne  artiste, che hanno lavorato con la Prof.ssa Rianna sono: Laura Amoretti , Alice Icardo, Arlisa Buceza, Giulia Olivieri, di VA Scienze Applicate. Relatori del progetto: Ngone Simal, Paolo Bertora, Federica Quadro, Alessia Bigazzi, Clara Labartino, di VA Scientifico. Il Liceo Vieusseux grazie a questi eventi diventa centro per la Divulgazione della cultura Scientifica. Ricordiamo gli altri  Progetti Scientifici attuati al Liceo e curati dalla Prof.ssa De Meo:  PROGETTO DI BIOETICA CNB, PIANO LAUREE SCIENTIFICHE SCIENZE DEI MATERIALI, Laboratorio di BIOLOGIA MOLECOLARE in collaborazione con l’UNIVERSITA’ STATALE DI MILANO e il centro per le BIOSCIENZE, il PROGETTO ORIENTAMENTO UNIVERSITARIO  Buona RICERCA. Prof.ssa  Raffaella De Meo

CANTAUTORI NELLE SCUOLE  Secondo posto del Vieusseux nel concorso ispirato alla musica dautore

"CANTAUTORI NELLE SCUOLE" - Secondo posto del Vieusseux nel concorso ispirato alla musica d'autore

Si è concluso con la serata di premiazione dello scorso 21 maggio, all’Auditorium di Palazzo Rosso a Genova, il progetto regionale Cantautori nelle scuole cui hanno partecipato per il nostro Liceo le classi IIIB e IIIC scientifico, seguite rispettivamente dalle prof.sse Frattaioli e Ramoino. Partito l’anno scorso in via sperimentale solo su alcune scuole genovesi, il progetto quest’anno ha coinvolto 15 scuole e più di 400 studenti. Gli alunni delle scuole partecipanti hanno realizzato elaborati di vario genere che sono stati valutati dai critici musicali: Renato Tortarolo (Il Secolo XIX), Marco Ansaldo (Repubblica), Paolo Giordano (Il Giornale) e Paolo Talanca (Il Fatto), due dei quali erano presenti sul palco e hanno animato l’incontro. Nel corso della serata, i ragazzi hanno potuto nuovamente ascoltare il cantautore Federico Sirianni (già molto apprezzato per la sua lezione presso il nostro liceo lo scorso gennaio), che ha interpretato di fronte ai circa 250 studenti presenti alcuni testi dei cantautori della scuola genovese. A premiare è stato l’ospite d’onore, il più atteso da tutti: Gino Paoli. Grande è stata la soddisfazione di Asia Re e di Alessia Ferri, che si sono classificate al secondo posto scrivendo due racconti ispirati proprio dalle canzoni dei grandi cantautori. In particolare Asia ha scritto un testo che trae ispirazione  dalla Ballata dell’amore cieco di De Andrè e racconta la vicenda drammatica di una ragazza che costruisce la sua vita su una relazione fallimentare e vive, senza essere capace di ribellarsi, un amore violento fino al suo tragico epilogo; Alessia invece, facendosi ispirare da C’è tempo di Ivano Fossati, ha narrato la storia di un uomo che ripercorre il suo passato, la sua giovinezza e soprattutto un amore giovanile che sembrava perduto e che, invece, avrà tempo di rincontrare. Asia ed Alessia hanno ricevuto i complimenti di Gino Paoli, dei critici che hanno molto apprezzato i loro elaborati e dell’assessore regionale Ilaria Cavo che ha detto “L’obiettivo di far conoscere alle giovani generazioni i grandi artisti liguri e la canzone d’autore è stato pienamente centrato”. Complimenti anche a Luca Memeo, che con competenza e disinvoltura, è salito sul palco a dialogare con Gino Paoli sulle difficoltà e le possibilità della canzone e dei musicisti di oggi.   Prof.ssa Emanuela Ramoino

INCONTRI DI EDUCAZIONE ALLA SALUTE

INCONTRI DI EDUCAZIONE ALLA SALUTE

Il Liceo Vieusseux cura la realizzazione di incontri di educazione alla salute riservati agli alunni del biennio.   Nel mese di aprile, gli allievi delle classi seconde hanno partecipato ad un incontro sulla sessualità condotto, per le ragazze, dalla Dott.ssa Giordano e, per i ragazzi, dal Dott. Caselli. Gli incontri hanno avuto lo scopo di illustrare l'anatomia dell'apparato sessuale maschile e femminile e di informare i ragazzi su questo tema. Nel mese di maggio, le classi 1As , 1Bs e 1Cs parteciperanno invece ad un incontro sul tema dell'ansia condotto dalla Dott.ssa Colazzo. L'incontro sarà il primo di un ampio progetto sull'ansia rivolto a studenti, genitori ed insegnanti, che si attuerà in forma più estesa nell'anno scolastico 2018/19. Questo argomento è stato scelto in seguito alle segnalazioni di alcuni insegnanti, che hanno riscontrato livelli di ansia molto alti nei loro allievi in occasioni di verifiche o interrogazioni.  Lo scopo di questi incontri sarà dunque migliorare il modo di affrontare l'esperienza scolastica, permettendo di viverla con maggiore consapevolezza e serenità.   La responsabile dell'Educazione alla Salute Prof.ssa Daniela Tolomelli

VIAGGI DI ISTRUZIONE 2018

VIAGGI DI ISTRUZIONE 2018

Anche quest'anno si sono svolti i tradizionali viaggi di istruzione di più giorni riservati al triennio. Ecco un resoconto di dove siamo andati e di quello che abbiamo visto. CLASSI TERZE B, C, Asa, Bsa - META: FIRENZE La gita si è svolta da lunedì 12 a giovedì 15 marzo 2018, con partenza da Imperia intorno alle 7,30 e arrivo a Firenze in tarda mattinata. L'Hotel posizionato sul Lungarno distava appena 10 minuti a piedi dal centro, il che ha consentito facili spostamenti sia diurni che notturni, e cena in un ristorante convenzionato vicino gli Uffizi, cosa che ci ha permesso di fare piacevoli passeggiate, godendo della magica atmosfera di Firenze by night. A tal proposito, segnalo positivamente un episodio fuori programma, che a nostro avviso è stato uno dei momenti più suggestivi e spontanei, avvenuto passeggiando dopo cena, nella splendida cornice di Ponte Vecchio, dove gli alunni, dopo aver ammirato la bellezza del posto e del panorama, e aver scattato le foto di rito, si sono lasciati andare a danze e balli “fai da te” accompagnando gli artisti di strada musicisti presenti, creando una coreografia coinvolgente e divertente. Il programma prevedeva una visita della città con la guida che ci ha accompagnati per due pomeriggi, illustrandoci la struttura della città e fornendo cenni storici su alcuni monumenti di rilievo:  - la cattedrale di Santa Maria del Fiore, conosciuta comunemente come il duomo di Firenze. La sua costruzione fu voluta dalla Signoria fiorentina nel 1296 e terminata nel 1436. Importanti artisti hanno lavorato alla sua realizzazione, da ricordare Arnolfo di Cambio, Giotto per il progetto del campanile e Brunelleschi per il completamento della cupola. All’interno presenta tre navate con importanti affreschi attribuiti a celebri pittori, di particolare bellezza Il giudizio universale di Giorgio Vasari. - Santa Croce, centro antichissimo di cultura francescana, è luogo di sepoltura di importanti personaggi , fiorentini e non. - Santa Maria Novella, dell’ordine domenicano: la facciata marmorea è fra le opere più importanti del Rinascimento fiorentino - la Casa di Dante, oggi museo storico di Firenze, che attraverso la raccolta di documenti e reperti racconta la vita e le opere del Poeta. - Orsanmichele, in origine una loggia costruita per il mercato delle granaglie e solo in seguito trasformata in chiesa delle Arti. - Il quartiere di San Lorenzo, il quartiere della famiglia Medici, oggi sede del mercato, presenta la chiesa di San Lorenzo e il Palazzo Medici Riccardi. - Ponte Vecchio, simbolo di Firenze, attraversa il fiume Arno ed è  ricco di botteghe orafe. - S. Trinità, antico esempio di basilica che ha subito interventi strutturali e architettonici in epoche successive. Il programma è stato rispettato nonostante le condizioni metereologiche decisamente sfavorevoli. Non essendoci un programma stabilito per le mattine, abbiamo deciso, tra le tante opportunità che offre la città d’arte, di visitare la Galleria degli Uffizi, opera del Vasari, ammirando le numerose opere d’arte presenti. Di particolare bellezza le opere del pittore rinascimentale Botticelli (La nascita di Venere e La Primavera), Tiziano (La Venere di Urbino), Michelangelo (il Tondo Doni). Per la seconda mattinata abbiamo prenotato una visita a Palazzo Pitti, con importanti opere pittoriche del ‘500 e del Barocco, ma anche dell’800 e del ‘900 italiano. Palazzo Reale, fu costruito nel ‘500 e utilizzato all’epoca dei Medici, Lorena e dei Savoia. Il Giardino di Boboli, parco storico della città con l’esposizione di opere d’arte, è il più importante esempio di giardino all’italiana. Gli alunni sono rimasti affascinati dallo sfarzo delle camere e dalle tante opere d’arte presenti nel Palazzo. La giornata di sole ci ha permesso di concedere del tempo libero ai ragazzi, i quali hanno avuto modo di visitare la città  e assaporarne l'atmosfera, e di passeggiare per le vie di negozi e souvenir. La visita al Campanile e alla Cupola del Brunelleschi prevista per le 17,00 è stata ottimale, in quanto ci ha regalato una spettacolare veduta di Firenze dall’alto nell’ora del tramonto, rendendo il tutto molto suggestivo.   Nel viaggio di ritorno abbiamo effettuato una sosta alla città di Lucca, dove ci attendeva una simpatica guida che ci ha illustrato gli aspetti storici rilevanti della città e della sua architettura, con visita alle Mura, al Duomo di san Martino e Chiesa di San Michele. La pioggia non ci ha permesso di fare un giro in autonomia della città e dopo pranzo siamo ripartiti per Imperia. In conclusione, il viaggio è stato interessante e gli alunni sono rimasti soddisfatti. Hanno dimostrato interesse e il comportamento è stato collaborativo da parte di tutti i partecipanti, dando vita ad una gita piacevole, con clima positivo e gradevole.  Prof.ssa Roberta Rombolà CLASSI TERZA A SCIENTIFICO E TERZA CLASSICO - META: PALERMO E DINTORNI Si è trattato di un viaggio nel patrimonio artistico, culturale, paesaggistico (...e gastronomico!) di una terra bellissima. Atterrati a Palermo, grazie alla disponibilità dell'autista che ci ha concesso questo extra, siamo andati a sul Monte Pellegrino, che sovrasta Palermo permettendo di godere di uno splendido panorama. Qui abbiamo visitato il santuario della "Santuzza" (Santa Rosalia), particolarmente suggestivo perché scavato nella roccia e ricchissimo di ex-voto. Abbiamo poi visitato la città di Palermo: il Palazzo dei Normanni e la splendida Cappella Palatina, la Chiesa degli Eremiti, la chiesa della Martorana, la Palazzina Cinese, la "Zisa", che  in arabo significa"la splendida" ed è un palazzo arabo-normanno, la cattedrale con la tomba di Federico II, i "Quattro canti", la "Fontana della vergogna", il Foro italico, i mercati Vucciria e Ballarò e tutti gli angoli più caratteristici del centro storico di Palermo. Ci siamo anche portati nelle scarpe un po' della sabbia della spiaggia di Mondello. Altro luogo di visita è stata Erice, splendido borgo medievale arroccato su uno sperone di fronte al mare, da cui godere la vista delle Egadi. Merita una citazione particolare la famosa pasticceria di Maria Grammatico, con le sue delizie. Tappa anche alle saline di Trapani.  Abbiamo potuto apprezzare anche il Duomo di Monreale e i suoi splendidi mosaici, tra cui spicca il Cristo Pantocrator, e il chiostro adacente. Siamo rimasti affascinati da una terra bellissima e particolarmente ospitale. Proff. Alberigo, Verda, Sasso CLASSI QUARTE - META: SIVIGLIA E CORDOBA  Dopo una sosta tecnica per visitare il centro storico di Bergamo, in attesa dell'aereo che sarebbe decollato nel tardo pomeriggio, il viaggio si è incentrato sulla visita a due delle principali città andaluse: Siviglia e Cordoba. Il percorso  culturale previsto è cominciato dalla  cattedrale metropolitana  di Santa Maria di Siviglia , che è la più grande cattedrale gotica del mondo. Lì  abbiamo potuto ammirare la Cappella Maggiore, che  conserva il più grande retablo  del mondo, la tomba di Cristoforo Colombo e le splendide opere di Bartolomé Murillo, pittore sivigliano. Dopo aver visitato l’interno, siamo saliti sulla Giralda, l'antico minareto del muezzin,  che oggi  esercita la funzione di torre e campanile della cattedrale di Siviglia ed è patrimonio dell’umanità dal 1987. Dalla sua cima (a cui si giunge con una rampa priva di gradini, per permettere al muezzin di salire a dorso di mulo), si gode di una fantastica vista panoramica del centro storico della città,  un dedalo inestricabile di viuzze che rivela la sua forte impronta araba. Siamo poi  andati a Cordova, dove abbiamo visitato la Grande  Moschea, oggi Cattedrale dell'Immacolata Concezione di Maria Santissima. Questa è una delle principali espressioni dell'arte arabo-islamica e dell'architettura gotica e rinascimentale dell'Andalusia. Bellissime le volte che ricordano un palmeto, così come Il  miḥrāb, la nicchia di preghiera che indica la direzione della Mecca. Stupefacente il sincretismo architettonico che con l’altare cristiano immerso in questo meraviglioso contesto di arte islamica ci insegna molto di più di tante parole, a volte vuote. Abbiamo concluso questo splendido viaggio d’istruzione con la visita al  Metropol Parasol, opera di recente costruzione dalla  cui terrazza  si può ammirare tutta la città di Siviglia. Gli allievi hanno partecipato con entusiasmo a tutte le attività previste, rispettando orari e modalità previsti dalla scuola, ottenendo anche i complimenti da parte della struttura ospitante. Portare gli adolescenti in viaggio è sicuramente una grande responsabilità, ma  i nostri ragazzi, ancora una volta, si sono dimostrati all’altezza della situazione. Prof.ssa Paola Consiglio CLASSI QUINTE - META: MINI TOUR DEL PORTOGALLO L'ultima gita dei nostri alunni è iniziata con una sosta tecnica a Pavia dove, in attesa dell'aereo per il Portogallo, abbiamo potuto visitare l'Università e la cattedrale di San Pietro in Ciel d'Oro, dove riposano i resti di Severino Boezio e di Sant'Agostino.  Siamo poi atterrati a Oporto (Porto), dove abbiamo trascorso la prima notte. Una passeggiata serale ci ha condotti sotto la Torre Dos Clerigos, simbolo di Porto, e poi alla Ribeira, il lungofiume dove, sotto il ponte Dom Luis I, sono ormeggiati i barcos rabelos, le caratteristiche imbarcazioni con a bordo le botti che da secoli sono usate per trasportare il vino porto dalle cantine di produzione ai magazzini. Il giorno successivo abbiamo iniziato il viaggio verso Lisbona, che ha visto tre interessanti tappe. La prima è stata nella cittadina di SINTRA: con i suoi incantevoli palazzi e ville e con i boschi di pini profumati di resina, Sintra è un concentrato assoluto di arte, natura e storia. Non per nulla, il Paesaggio Culturale di Sintra è stato inserito dall’Unesco tra i beni Patrimonio dell’Umanità. Qui abbiamo visitato il Palácio Nacional, il più antico palazzo reale medievale portoghese, edificato per volere di re Giovanni I° del Portogallo ed il cui nucleo originario risale al XIV° secolo. La seconda tappa è stata CABO DA ROCA: si tratta del punto più occidentale d'Europa ed è un luogo molto suggestivo dal punto di vista paesaggistico e naturalistico: una scogliera alta, a picco sull'Oceano, sferzata da un forte vento,  sormontata da un faro la cui luce arriva fino a 46 km di distanza. La terza tappa è stata CASCAIS: elegante località balneare e mondana, che ha ospitato in esilio il Re Umberto II dopo il referendum che ha trasformato l'Italia in una repubblica. Abbiamo visto la sua villa affacciata sulla spiaggia, nei pressi di un'impressionante scogliera a picco sull'Oceano chiamata  Boca do Inferno perché le onde, infrangendosi e facendo risacca nella particolare conformazione cava della scogliera, producono un grande frastuono. I due giorni successivi sono stati dedicati alla visita di LISBONA, città dal fascino vagamente decadente e nostalgico, con i suoi edifici liberty dalle facciate decorate di ceramiche. Abbiamo visitato il centro storico con l'antica cattedrale, camminato su e giù per i caratteristici saliscendi lastricati di cubetti di calcare e basalto, gustato pasteis de nata alla "Brasileira", il locale dove lo scrittore Pessoa era solito sorseggiare il caffè,  ci siamo fatti sferzare dal vento nella Praça do Comercio, affacciata sul Tago, abbiamo assaporato la lentezza del percorso della linea del mitico tram 28, solcata da vetture che risalgono ancora agli anni '30 del Novecento. Non abbiamo dimenticato la parte più moderna della città, visitando il quartiere dell'Expo 1998, situato a 5 km dal centro, oggetto di un intervento urbanistico tra i più vasti in Europa, in una zona un tempo occupata da moli e magazzini del porto, e riqualificata per l'Expo '98. Ci si arriva in metropolitana, scendendo alla stazione Oriente. La stazione è stata progettata dall'architetto spagnolo Santiago Calatrava per poter essere usata come parte dell'Expo '98 nel Parque das Nações. Particolarmente suggestivo lo skyline, dove svettano i due grattacieli gemelli che ricordano la prua di una nave. Durante il viaggio di ritorno verso Oporto (da dove abbiamo preso l'aereo che ci ha riportati a casa), abbiamo fatto una sosta a COIMBRA, sede della più antica città universitaria del Portogallo, che conta circa 22.000 studenti, alcuni dei quali sono riconoscibili per le vie della città perché indossano una caratteristica toga nera. La sede storica dell'università ospita ancora la Facoltà di Diritto e merita una menzione la meravigliosa Biblioteca Joanina, del XVIII secolo, una delle biblioteche più  belle del mondo, in stile barocco, con soffitti e pareti affrescate, arredata con mobili intarsiati. Il meteo, purtroppo, non ci è stato amico, tuttavia pioggia e vento non hanno potuto oscurare le meraviglie di un viaggio di istruzione particolarmente suggestivo e ricco di punti di interesse. Prof.ssa Barbara Rusponi  


AllUliveto Sperimentale di Imperia tanti giovani per la Pace

All’Uliveto Sperimentale di Imperia, tanti giovani per la Pace

Mentre nel mondo soffiano inquietanti venti di guerra, a Imperia, sabato  14 aprile 2018,  in un clima collaborativo e amichevole, si è svolto l’incontro organizzato dal Presidio Montalbano col coordinamento dalla Prof. Battistin tra i ragazzi del Liceo Vieusseux e un gruppo di giovani dei corsi di formazione  professionale dell'Istituto C.I.F. di Genova (operatori di servizi e sistemi logistici, tecnici dei servizi d'impresa  e operatori della ristorazione) che collaborano col Presidio Francesca Morvillo. L'incontro è avvenuto tra gli ulivi dell'Uliveto Sperimentale di Poggi (di proprietà della Provincia) nell’ambito del progetto di salvaguardia e rivalutazione di un bene comune, approvato dal MIUR e finanziato dal Ministero del Lavoro. Di questo progetto, “Uliveto della Pace”,  il Liceo è capofila con la partnership di Libera nazionale, CESPIM, le Associazioni “Pace, Lavoro e Legalità”, Help onlus, Gruppo Ecologico Martiri della Libertà, Partigiani Val Prino, e della Confederazione Italiana Agricoltori (CIA), dell'Alleanza cooperative italiane (ACI) e dell'USSM, Servizio minori del Ministero di Grazia e Giustizia. I ragazzi hanno potuto oggi confrontarsi su temi di cittadinanza attiva, attraverso il coinvolgimento in giochi preparati, nell'ambito di un'attività di alternanza scuola-lavoro,  da un gruppo di ragazzi del Presidio di Libera che opera da alcuni anni nel Liceo (sia classico che scientifico che delle scienze applicate). I giochi hanno fornito alcuni spunti di riflessione sulle basi sociali ed economiche che favoriscono l'aumento delle disuguaglianze, terreno fertile per il radicamento di fenomeni mafiosi o comunque criminali e hanno dato modo di discutere sul diritto-dovere costituzionale al lavoro, sulle diversità economiche di nascita e sul valore del risparmio; altre esercitazioni hanno avuto come argomento quello che dovrebbe essere il ruolo sociale delle banche, il valore della collaborazione, della solidarietà e della fiducia reciproca. Un bel sole, un panorama speciale, il prato ben ripulito, panche e tavoli nuovi: nient’altro occorreva per pranzare insieme e scambiarsi racconti ed esperienze. Dopo il pranzo, alcuni studenti della III B s.a. del Liceo hanno fornito alcune informazioni biologiche sull'olivo, su “come e cosa mangia”  questa tenace pianta. Sulla base di quanto appreso in incontri avvenuti a scuola con una rappresentante della CIA e ad approfondimenti attuati durante le ore di lezione di biologia, i ragazzi si sono cimentati nell'illustrazione dei cartelloni da loro preparati. La giornata si è conclusa con il percorso di visita dell'uliveto, che si presenta adesso curato, ripulito e potato grazie al lavoro svolto dai volontari del Gruppo ecologico Martiri della Libertà. Lungo il percorso, i partecipanti hanno visitato “Il giardino dei giusti”, una nuova installazione realizzata da alcuni ragazzi delle classi IV C, V C e IV A scientifico con il coordinamento  della Prof. Castagneto. E’ questa la più recente iniziativa del Liceo, che consiste nella dedica di dieci piante di ulivo ad altrettanti Premi Nobel per la Pace. Accanto a ognuno degli alberi prescelti si possono leggere le targhe che riportano le frasi più celebri che tanti coraggiosi ed esemplari uomini e donne hanno dedicato alla Pace nel Mondo, frasi che assumono un significato ancora più profondo ed emblematico in quei momenti, come i nostri giorni, in cui la Pace non c'è o è messa in pericolo. Gli ospiti, insegnanti e studenti, sono ripartiti soddisfatti dell’esperienza che continuerà nelle aule genovesi con un ulteriore percorso di riflessione. Un’esperienza speciale anche per il gruppo degli organizzatori che ha visto concretizzarsi l’impegno di anni di lavoro sui temi della giustizia, del contrasto alla povertà, delle disuguaglianze che generano i conflitti. Ettore Perlo, referente del Presidio, ha così commentato “Mai come oggi ci siamo sentiti fieri di questo progetto che la nostra scuola ha voluto dedicare alla PACE” Prof.ssa Graziella Battistin  

GLI STUDENTI IN MINIERA

GLI STUDENTI IN MINIERA

 Il 6 aprile 2018 le classi 3A s.a. e 3B s.a. sono state in escursione geologica alla miniera di manganese di Gambatesa,  nell'entroterra di Lavagna. Il lavoro didattico, svolto in collaborazione con il Prof. Cabella dell' Università di Genova nell'ambito del progetto lauree scientifiche di geologia,  ha permesso agli studenti di approfondire la tematica dei minerali come risorsa,  scoprendone gli aspetti scientifici e storico-sociali.  

OTTIMI RISULTATI PER IL TEST DI AMMISSIONE AL POLITECNICO DI TORINO

OTTIMI RISULTATI PER IL TEST DI AMMISSIONE AL POLITECNICO DI TORINO

Anche quest’anno un numeroso gruppo di studenti del Liceo Scientifico Vieusseux di Imperia ha partecipato al TEST di ammissione (T.I.L.) al POLITECNICO di Torino, ottenendo come sempre punteggi mediamente buoni,  che consentono l’accesso diretto a settembre ai corsi di prima o seconda scelta delle facoltà di Ingegneria o Architettura (Design o Pianificazione). In questa occasione siamo particolarmente orgogliosi dell'eccezionale risultato riportato da Elio Zadro,  della VA scientifico, che ha totalizzato un punteggio pari al 91.67%, il migliore in assoluto mai conseguito in tanti anni.    Elio Zadro     Oltre a Elio,  segnaliamo anche una studentessa, Rebecca Semeria  della classe VC scientifico, che ha meritato il titolo di GIOVANE TALENTO con il suo punteggio pari al 75,6%. La giornata si è conclusa con la visita ai laboratori del Politecnico organizzata dal prof. Tagliaferro,  che ringraziamo per la sua costante disponibilità all’accoglienza dei nostri ragazzi.   La Referente prof.ssa Rosanna Garello

CORSO DI PRIMO SOCCORSO

CORSO DI PRIMO SOCCORSO

Il 7 marzo 2018, le sei classi terze hanno seguito un corso di primo soccorso con la Croce Bianca, organizzato nell'ambito dell'educazione alla salute. Nel corso si sono approfondite le manovre per soccorrere feriti e soggetti in arresto cardiaco, si sono studiati traumi, ferite ed uso del defibrillatore. I ragazzi hanno partecipato con entusiasmo ed attenzione. Prof.ssa Daniela Tolomelli


TORNEO DI PALLACANESTRO

TORNEO DI PALLACANESTRO

E' in corso il Torneo di Pallacanestro del Vieusseux: 16 squadre del liceo. Quando si coniugano sport ed intelligenza tattica, condivisione e socializzazione sportiva. Prof. Salvatore Vicari

LA CRISI DEGLI OLIVI SECONDO BOINE

LA CRISI DEGLI OLIVI SECONDO BOINE

Venerdì 16 febbraio il nostro Liceo ha organizzato la presentazione della ripubblicazione dell'articolo di Giovanni Boine La crisi degli olivi in Liguria. L'evento si colloca nel quadro delle attività legate al progetto Uliveto della Pace, in collaborazione con Libera e con il presidio Montalbano del nostro Liceo. Sono intervenuti i curatori della pubblicazione Rita Cersosimo, Simone Fiori e Gabriele Volpara, tre ex alunni del nostro Liceo, classico e scientifico, che, come ha sottolineato Rita, sono "sempre entusiasti di tornare nella loro scuola dalla quale tanto hanno avuto". Gli interventi del prof. Mauro Aveto e del prof. Vittorio Coletti hanno rievocato ed illustrato la figura di Boine, intellettuale di spicco nel panorama letterario di primo Novecento. In particolare, il prof. Coletti ha analizzato la straordinaria attualità delle parole dell'articolo "La crisi degli olivi in Liguria" aprendo una proficua riflessione su un processo di involuzione e di declino che già era tragicamente percepito un secolo fa. A corollario degli interventi, è stato presentato un breve documentario curato dagli alunni del Liceo Artistico Statale di Imperia: un "volo" sul protagonista di più di mille anni di storia del nostro Ponente, l'ulivo, oggi tutelato e protetto da quanti ne riconoscono il ruolo portante nel panorama culturale e nel  complesso sistema socio-economico sempre più a rischio di essere soffocato dall'avanzare della globalizzazione.

ULIVETO DELLA PACE  Presentazione delle attivit

ULIVETO DELLA PACE - Presentazione delle attività

La PROVINCIA DI IMPERIA e il Prof. Paolo Auricchia, Dirigente Scolastico del Liceo ‘G.P.Vieusseux’   invitano a partecipare alla Conferenza stampa che si terrà  mercoledì  14 febbraio alle ore 12 presso il Liceo Vieusseux, (aula Dulbecco)  Per presentare le attività del progetto ‘Uliveto della Pace’   Il programma prevede gli interventi di   -          Paolo Auricchia, dirigente scolastico del Liceo Vieusseux -          Paola Consiglio, referente di progetto per il Liceo Vieusseux -          Paolo Pario,  studente del Liceo Vieusseux -          Marta Spreafico, studentessa del Liceo Vieusseux -          Ettore Perlo, studente del liceo Vieusseux e esponente presidio Montalbano di "Libera" -          Fabio Natta, presidente della Provincia di Imperia    Saranno presenti i partner del progetto ‘Uliveto della Pace’:   -          Maura Orengo, referente provinciale di "Libera" -          Chiara Bregolin, segreteria provinciale Lega cooperative -          Giuseppe Franciosi, presidente "Gruppo ecologico Partigiani Val Prino" -          Alessandra Enrico , agronoma CIA -          Stefano Roggerone, presidente provinciale CIA -          Ilaria Giordano ,  segreteria CESPIM   I  contenuti  della  cartella  stampa  e  le  immagini  sono  scaricabili  dalla pagina Facebook del progetto https://www.facebook.com/uliviperlapaceimperia/.

Lettera del preside agli alunni iscritti alle classi Prime as 1920 e alle loro famiglie

Lettera del preside agli alunni iscritti alle classi Prime a.s. 19/20 e alle loro famiglie

Un grazie sentito ai tanti ragazzi  e ragazze che si sono iscritti al Liceo per il prossimo anno scolastico e ai loro genitori. Il significativo incremento delle iscrizioni, pur in una situazione generale di decremento demografico, rappresenta il riscontro e il riconoscimento più tangibili della validità del progetto di innovazione e di rilancio di questa scuola che la dirigenza e il personale tutto si stanno impegnando a realizzare. Molte iniziative nuove sono state messe in atto al Liceo negli ultimi anni per la formazione, il successo e il benessere dei nostri studenti, e saranno consolidate e ulteriormente migliorate in futuro. Tutto il sistema scolastico del nostro Paese sta attraversando una fase di rinnovamento, con interessanti opportunità di miglioramento del servizio anche per le singole scuole, chiamate ad aderire a progetti di apertura al territorio, a opzioni di ampliamento dell’offerta formativa, a occasioni di orientamento in molteplici direzioni educative. Il Liceo è impegnato a far proprie le migliori tra queste iniziative, quelle più corrispondenti alle esigenze dell’utenza, per offrire in definitiva ai ragazzi un servizio di accompagnamento nella crescita e nella formazione sempre più efficace e adeguato. Grazie dunque ai molti insegnanti di questa scuola che, sentendosi partecipi di un ambiente educativo e di un progetto condivisi, quotidianamente mettono la loro professionalità e il loro impegno al servizio degli studenti e dell’istituzione. Grazie a tutto il personale Ata, il cui encomiabile lavoro è imprescindibile per il funzionamento di un’organizzazione che coinvolge più di 700 persone. E grazie, sia concesso, anche al legislatore, che a fronte della ben nota scarsità di mezzi, ha pur messo a disposizione delle scuole l’organico di potenziamento, permettendo a questo Liceo, nel quadro di un sistema che affida a un unico dirigente una pluralità esagerata di istituzioni scolastiche, di disporre di un insostituibile vicario e di un validissimo staff di collaboratori sulle più diverse funzioni organizzative. Si ricorda ai nuovi iscritti come ai ragazzi degli anni di corso successivi, che tutto lo staff, e personalmente il dirigente per quanto possibile, saranno sempre disponibili alle necessità di interlocuzione e di dialogo con ragazzi e famiglie, nell’ottica della condivisione e nell’interesse dell’ambiente educativo. Il Dirigente Scolastico Prof. Paolo Auricchia      


Alternanza scuolalavoro per lindirizzo biomedico

Alternanza scuola-lavoro per l'indirizzo biomedico

Nel mese di febbraio, gli alunni che hanno scelto l'opzione biomedica parteciperanno a due incontri validi ai fini dell’alternanza scuola lavoro, nelle seguenti date: - 13 febbraio alle ore 16.00 presso la sede dell’Ordine, incontro con il presidente dell’Ordine dei Medici, dei Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Imperia dott. Francesco Alberti (Via Felice Cascione 7, Imperia) sull’organizzazione e la funzione dell’Ordine professionale - 16 febbraio alle ore 15.00 presso l’aula Dulbecco del Liceo Vieusseux, incontro con i rappresentanti dei Lions sul tema dei vaccini. 

GIORNATA DELLA MEMORIA 2018

GIORNATA DELLA MEMORIA 2018

Il 27 gennaio 2018, nell'Auditorium del Museo Navale di Imperia, si è svolta la cerimonia di celebrazione del Giorno della Memoria. Presenti le autorità civili e militari e un folto pubblico interessato e partecipe. La cerimonia si è presentata da subito come una riflessione spontanea ed immediata in cui il ruolo di primi attori è stato assunto dagli studenti che hanno animato un palco su cui si sono alternati diversi ospiti, ognuno dei quali ha proposto riflessioni profonde e sentite sulla memoria dell' Olocausto. L'attore Simone Gandolfo ha portato il suo contributo professionale ed umano proponendo una serie di letture e offrendo alcune considerazioni personali con le quali ha legato il dramma della Shoa ad alcuni dolorosi ed inquietanti problemi del mondo d'oggi. Dopo il messaggio delle autorità, il Comandante della Capitaneria di Porto ha tracciato un breve ma intenso ritratto di Dante Novaro, il dottor Serra ha ricordato, con toni di partecipata emozione, la vicenda dei fratelli Serra e lo scrittore e studioso locale Paolo  Veziano ha rievocato una pagina buia e poco conosciuta della persecuzione ebraica sul confine italo-francese. Al termine della cerimonia, il prefetto di Imperia, dott ssa Silvana Tizzano, ha conferito una medaglia agli eredi di un internato nei campi di concentramento nazisti. Ciò che sembra aver maggiormente colpito il pubblico presente è stato il taglio conferito all'evento: decisamente originale e, nonostante il tema della commemorazione, fresco e poco paludato: le note di "Vivere" di Vasco Rossi, splendidamente interpretata da Matteo Ghirardo e Matteo Rodriguez, hanno comunicato un messaggio di speranza e di positività. La conduzione dell'intera manifestazione è stata affidata ai nostri alunni Federico Balbo e Francesco Peressin, che  hanno dimostrato straordinaria ed inusuale professionalità nell' intrattenere gli ospiti e, insieme a Alessia Marcianò, hanno fatto  domande interessanti e ricche di fresca spontaneità, dimostrando quanto i nostri giovani siano profondamente interessati a questa pagina dolorosa e buia della nostra Storia. Annalisa Tamietto, Elena Gattai, Chiara Minasso hanno letto con toccante commozione brani e poesie sull'argomento, suscitando sincera commozione ed applausi spontanei tra il pubblico. Ancora una volta la realizzazione e la regia dell'evento sono stati curati da Alessandro Nuti, assieme a Maria Vittoria Bottino e Andrea Nalli, con la partecipazione di Alessandro Saglietti: ancora una volta i nostri allievi hanno dato il loro essenziale contributo professionale, grazie al quale il Liceo Vieusseux dimostra una volta di più che per i nostri ragazzi la Scuola non si esaurisce negli spazi e nei tempi "canonici", ma prosegue ogni volta che si presenti l'occasione di dimostrare la spontanea e sentita riflessione su valori fondanti ed essenziali.  

Presentazione del Liceo Vieusseux

Presentazione del Liceo Vieusseux

È disponibile una presentazione del Liceo con le novità dell'offerta formativa 2019/20  

Piano Lauree Scientifiche  Scienze dei Materiali

Piano Lauree Scientifiche - Scienze dei Materiali

Il Liceo G.P.Vieusseux di Imperia, scuola Presidio per Piano Lauree Scientifiche Scienze dei materiali dell'Università di Genova, INVITA le classi IV delle scuole superiori della Provincia  il giorno 26 Gennaio 2018 al seminario ore 10,40-12,25 sui Metalli e leghe, presso l' Aula Magna del Liceo Vieusseux e al laboratorio sulle proprietà dei metalli(ore 14-16).Laboratorio di Chimica “Giulio Natta” del Liceo Vieusseux. Il laboratorio per motivi di spazio sarà garantito per 40 alunni circa.Seminario e laboratori saranno tenuti dal Prof Riccardo Carlini, Responsabile del Progetto dell'Università di Genova e coordinati dalla Profssa De Meo Raffaella, Docente del Liceo Vieusseux e responsabile del Progetto”Piano Lauree Scientifiche PLS Scienze dei materiali. L'attività dà credito presso l'Università se gli allievi parteciperanno al seminario e al laboratorio. Invece se la partecipazione è limitata al seminario rientra, per gli allievi del Liceo nel Progetto Piano Lauree Scientifiche,nel recupero orario.Il Progetto Lauree scientifiche,Scienze dei materiali, nasce nel 2004 e  vede la stretta collaborazione tra il Ministero dell’Università e dell’Istruzione, la Conferenza Nazionale dei Presidi di Scienze e Tecnologie e Confindustria che, grazie a differenti contributi, gli conferiscono ufficialità e prestigio. Gli obiettivi del progetto sono principalmente tre: • migliorare la conoscenza e la percezione delle discipline scientifiche nella scuola secondaria di secondo grado, garantendo agli studenti del triennio attività pratiche e teoriche, laboratori curricolari ed extracurriculari, approfondimenti specifici sui vari aspetti che caratterizzano le discipline scientifiche.• favorire un percorso di crescita professionale degli insegnanti di materie scientifiche nella scuola secondaria, tramite l’interazione diretta tra Scuola e Università.• ridurre, da un lato, il “gap” presente tra scuola e mondo del lavoro e, dall’altro, tra scuola e università dall’altro. A tale scopo sono incentivati e promossi stages e tirocini presso università, Enti di ricerca, imprese dell’area scientifica, tecnologica e dello sviluppo. I partecipanti,per poter partecipare all'evento,si devono iscrivere sul sito di Piano Lauree Scientifiche all'indirizzo:• www.scimat-pls.unige.it Contattare la Profssa De MeoLiceo Scientifico  G.P.Vieusseux Imperia0183 61119rdemeo@libero.itImperia,14 Gennaio 2018                                  Docente Referente del Progetto                                                                                 Profssa De Meo R.


Concorso letterario Gianfranco Moro

Concorso letterario "Gianfranco Moro"

Il Liceo G.P. Vieusseux indice la II edizione del concorso  letterario “Gianfranco Moro”. La gara è riservata agli alunni che frequentano il terzo anno della Scuola Secondaria di Primo Grado delle province di Imperia e Savona ed è intitolato alla memoria del professor Moro, insigne docente di Letteratura Italiana ed esemplare figura di educatore del nostro Liceo. Il prof. Gianfranco Moro La prova consisterà nella produzione di un racconto sul tema  “IL TEMPO” nell’ambito di uno dei seguenti generi: fantasy o fantascientifico, psicologico, storico, realistico, giallo. Il genere prescelto dovrà essere espressamente indicato a seguito del titolo. L’ elaborato  dovrà consistere in  massimo tre cartelle (interlinea 1,5, carattere Times New Roman, grandezza 11, giustificato). L’istituto di provenienza dei partecipanti dovrà far pervenire il testo del racconto in forma anonima, inserito in una busta contenente i fogli stampati, unitamente ad una seconda busta con il nome dell’autore e della scuola di provenienza. La busta dovrà essere inviata all’indirizzo del Liceo Scientifico e Classico “G.P. Vieusseux”, Via Terre Bianche 1, 18100 Imperia. Il termine per l’invio dei racconti è fissato improrogabilmente al 10 dicembre 2017, al fine di consentire la premiazione prevista per  il 12  Gennaio 2018 (all’interno della manifestazione Notte Nazionale del Classico, con orario 18-24). Categorie premiate – il racconto “più giallo” – il racconto “più fanta…” – il racconto “più intimista” – il racconto “più storico” – il racconto “più realistico” Premi Primo classificato di ogni categoria: 40 euro in buono libri da spendersi presso la libreria Mondadori di Imperia; Secondo classificato di ogni categoria: 20 euro in buono musica da spendersi presso il negozio di articoli e strumenti musicali “Lepre” di Imperia. La giuria sarà composta dai ragazzi della IV A  Liceo Classico, con la supervisione di alcuni docenti.   La prima edizione del concorso aveva avuto per tema IL VIAGGIO.  Questi i nomi dei ragazzi premiati l’anno scorso,  divisi per scuole di appartenenza: ISTITUTO COMPRENSIVO DI RIVA LIGURE E SAN LORENZO AL MARE – SCUOLA SECONDARIA DI SAN LORENZO AL MARE CATEG. GIALLO: UNAS DAVIDE CATEG. GIALLO: IACOPO MOLTENI E ASIA GELSOMINO STORICO: LUCA SEMINO ISTITUTO COMPRENSIVO MARIO NOVARO DI IMPERIA REALISTICO: AGNESE ZOCCO ISTITUTO COMPRENSIVO DI PIEVE DI TECO FANTASY: LETIZIA ROVERE REALISTICO: NAIMA FAEDDA ISTITUTO N.S. DELLA MISERICORDIA DI IMPERIA FANTASY: GABRIELE SIFFREDI ISTITUTO COMPRENSIVO DI TAGGIA, SCUOLA SECONDARIA DI BADALUCCO STORICO: LINNEA ROSSI

Preparazione sciistica a Bardonecchia

Preparazione sciistica a Bardonecchia

Dall’8 all’11 gennaio 2018 si è tenuta l'ormai tradizionale 4 giorni di sci a Bardonecchia. Da 13 anni il Liceo Vieusseux ha scelto questa località come stazione ideale sia per la facilità di accesso, sia per la disponibilità di organizzazione da parte dello staff tecnico locale, ma anche per la straordinaria bellezza dello scenario naturale, che pure è poco conosciuto ai ragazzi imperiesi. Il progetto prevede 12 ore di lezione con maestri FISI, mentre le restanti ore di sci vengono gestite dagli insegnanti accompagnatori. Al termine della giornata sugli sci, i ragazzi sono impegnati in ore di studio assistito dai docenti accompagnatori. L’ultimo giorno i maestri organizzano una gara di slalom gigante maschile e femminile, i cui risultati saranno utilizzati per individuare gli atleti che parteciperanno ai giochi studenteschi di sci. Quest’anno hanno partecipato 64 alunni, delle classi dalla prima alla quarta.  CLASSIFICA FEMMINILE:  BRUNENGO Diletta MADONNA Francesca PIANA Ilaria FERRI Alessia BASSO Alice BONI Alessandra  CLASSIFICA MASCHILE:  FOSSATI Emanuele RONDELLI Edward ARNALDI Adriano BONGIOANNI Dario SEMERIA Elio MASSA Giorgio Sebbene il tempo non sia stato particolarmente clemente, anche quest’anno l'iniziativa è risultata assai apprezzata dagli studenti, anche grazie all’impegno e alla professionalità del prof. Amorino, che, pur essendo in pensione, continua a seguire con grande entusiasmo questo progetto, di cui è l’ideatore.

Il liceo GP Vieusseux la scuola che prepara alluniversit

Il liceo "G.P. Vieusseux", la scuola che prepara all'università

Il 6 Dicembre 2017 si è svolta presso l’Università Statale di Milano un'esperienza universitaria unica. La nostra scuola ha offerto a 48 giovani delle classi 4° e 5° l’opportunità di diventare ricercatori per un giorno presso il CusMiBio, centro per la diffusione delle Bioscienze. Il CusMiBio è il Centro dell’ Università degli Studi di Milano – Scuola per la diffusione delle Bioscienze. Nato nell’aprile del 2004 dalla collaborazione tra l’Università degli Studi di Milano e l’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia, il CusMiBio si propone come collegamento tra attività scolastiche, ricerca scientifica universitaria e amministrazioni pubbliche o imprese attente alle innovazioni in campo biotecnologico. Il Liceo Vieusseux aderisce alle attività di questo Ente dal 2005, grazie all’impegno della Prof.ssa De Meo,  funzione strumentale per l’Orientamento Universitario del Liceo, che collabora con i maggiori atenei pubblici e privati del nostro Paese. Il CusMiBio diretto dal Dott. Plevani e dalla Dott.ssa Giovanna Viale, con le Docenti Cinzia Grazioli e Livia Pirovano,  accoglie da tutta Italia studenti  che vogliano seguire la passione per la ricerca biomedica e si pone l’obiettivo di avvicinare gli studenti alla ricerca scientifica, offrendo soluzioni didattiche e pratiche che aumentino l’interesse dei giovani verso le Bioscienze. Le classi partecipanti sono state: 5A Classico, 5A Scientifico, 4A Scientifico, 4A Classico,  5B Scienze applicate e 4A Scienze Applicate, accompagnate dalle Prof.sse Raffaella De Meo, Giuseppina Castagneto  e Maria Gabriella Alberigo. I nostri alunni  hanno provato affascinanti ricerche biotecnologiche nel campo della Biologia Molecolare. Il progetto ”Laboratorio di Biologia Molecolare” curato ed ideato dalla Prof.ssa Raffaella De Meo , docente di Scienze del Liceo,  da ben 12 anni permette ai nostri studenti di sperimentare personalmente ricerche sul DNA, sui cromosomi, sugli OGM. Quest’anno i nostri allievi hanno potuto saggiare il test  ELISA, un fondamentale procedimento di immunochimica che ha permesso  un notevole progresso della Scienza nel campo della diagnostica di laboratorio. Il test ELISA è oggi utilizzato in tutti i laboratori del mondo per diagnosticare l’infezione da HIV (questo test permette di rilevare precocemente l’infezione, con notevole vantaggio del paziente e miglioramento della terapia), per evidenziare marker tumorali, allergeni, tossine,  droghe. Il contatto con il mondo della ricerca biotecnologica permette ai nostri studenti di ampliare  le conoscenze di Biologia, approfondisce l’argomento d’esame delle Biotecnologie, permette di avere un diretto contatto con il mondo della ricerca, e tutto ciò costituisce anche un’efficace azione di orientamento Universitario. Le attività del CusMiBio continueranno presso il Liceo Vieusseux la prima e seconda settimana di Febbraio 2018, quando potremo far sperimentare ai nostri allievi altre fondamentali esperienze di laboratorio di Biologia Molecolare. Gli alunni interessati possono iscriversi presso l’aula Natta del Liceo contattando la Prof.ssa De Meo. La giornata milanese dei nostri aspiranti scienziati è stata degnamente completata dalla visita alla Pinacoteca di Brera dove hanno potuto ammirare capolavori unici del nostro patrimonio artistico: il Cristo del Mantegna, lo sposalizio della Vergine di Raffaello, la Pala Brera di Piero della Francesca, il Miracolo di San Marco del Tintoretto, la Cena in Emmaus di Caravaggio. Arte e Scienza uniti in un percorso di conoscenza unico ed esclusivo.  

Notte Nazionale del Liceo Classico

Notte Nazionale del Liceo Classico

Venerdì 12 gennaio 2018, in contemporanea in tutta Italia, circa 400 Licei Classici celebrano la NOTTE NAZIONALE DEL LICEO CLASSICO,  iniziativa nata da un’idea di Rocco Schembra, docente di Latino e Greco al Liceo Classico «Gulli e Pennisi» di Acireale (CT),  giunta quest’anno alla quarta edizione, sotto il patrocinio del MIUR, dell’UNESCO e dell’Associazione Italiana di Cultura Classica. Nel corso della serata, dalle ore 18 alle ore 24,  le scuole aderenti apriranno le loro porte a tutti i cittadini. Ciascun istituto ha personalizzato le sue iniziative in base al patrimonio umano di cui dispone. Il Liceo Vieusseux aderisce quest’anno per la prima volta, proponendo il seguente programma: Ore 18 – APERTURA IN CONTEMPORANEA CON TUTTI I LICEI ITALIANI ADERENTI: Lettura del discorso comune, proiezione del video ufficiale dell’iniziativa e saluto delle autorità LA SCRITTURA GENIALE: I GRECI E L’INVENZIONE DELL’ALFABETO – Conferenza della Prof.ssa FRANCESCA GAZZANO, Docente di Storia greca ed Epigrafia greca presso l’Università di Genova, Presidente del Corso di Laurea in Lettere, ed ex allieva del Liceo “De Amicis” Premiazione del concorso letterario “MORO” – Giuria composta dagli alunni della 4° classico, con la supervisione delle Prof.sse Garibaldi e Frattaioli, e del concorso fotografico “DA ALBINGAUNUM AD ALBINTIMILIUM: TRACCE DI STORIA ROMANA E MEDIEVALE NELLA RIVIERA DI PONENTE” SPAZIO THERMOPOLIUM CON PRODOTTI  OFFERTI DALLA DITTA “ALBERTI” DI PONTEDASSIO ESIBIZIONI MUSICALI DEGLI ALUNNI DEL LICEO VIEUSSEUX “GENS VAGA”: QUANDO CIMBRI E TEUTONI FECERO TREMARE ROMA – Presentazione del saggio del Dott. LUIGI MATTIOLI, edito da Aporema. Luigi Mattioli è nato e vive a Imperia. Studioso di cultura classica e di storia antica, è attualmente Dirigente delle risorse umane e finanziarie nella pubblica amministrazione. “LE NUVOLE” DI ARISTOFANE – Lettura animata a cura degli alunni della 2° classico (con  la partecipazione speciale di due alunni della 5° classico) – Supervisione a cura della Prof.ssa Milla Berio “PER SEGUIR VIRTUTE E CANOSCENZA” – Lectura Dantis a cura della Prof.ssa Barbara Rusponi. Lettura del XXVI canto dell’ ”Inferno” di Dante, animata da musica e immagini. Ore 24:  CHIUSURA IN CONTEMPORANEA CON TUTTI I LICEI ITALIANI ADERENTI: LETTURA DELL’INNO PSEUDOMERICO A SELENE Si ringrazia ALEXANDER SERVICE Clicca qui per scaricare il programma in PDF La Notte Nazionale del Liceo Classico è un inno festoso alla cultura classica, la dimostrazione della passione che anima studenti e docenti impegnati in questo indirizzo di studi.  Testimonia che il patrimonio degli studi antichi è ancora vitale e fecondo, capace di muovere gli animi dei ragazzi che, scoprendo il passato, scoprono anche se stessi. La Notte Nazionale del Liceo Classico vuole essere anche un modo alternativo e innovativo di fare scuola. Video dello spot autoprodotto dal liceo Vieusseux:   Videomessaggio di saluto e augurio dell’ideatore, prof. Rocco Schembra:


Premio IRIS a Rita Cersosimo

Premio IRIS a Rita Cersosimo

Il 14 novembre 2017 è stato consegnato  il premio Iris dell’Università degli Studi di Genova. L’indicatore Iris (acronimo di: Indicatore di Rendimento Interfacoltà Studenti) si propone di misurare l’efficienza e l’efficacia con cui gli studenti immatricolati all’Università di Genova e provenienti dalle diverse Scuole secondarie di secondo grado, superano gli esami del primo anno. Si tratta dunque di una rappresentazione oggettiva delle prestazioni degli studenti al termine del loro anno iniziale, nelle undici aree in cui è stato suddiviso l’Ateneo genovese. A ricevere il premio per la facoltà di Lingue e culture moderne quale miglior studentessa è stata Rita Cersosimo, imperiese, ex alunna del Liceo scientifico Vieusseux, diplomata nel 2015 col massimo dei voti e rientrata proprio per l’occasione da Bruxelles, dove sta studiando in questi mesi nell’ambito del progetto Erasmus. SI tratta di un premio che incoraggia gli studenti brillanti come Rita a proseguire sulla strada della serietà e dell’impegno, qualità che l’hanno caratterizzata già nel corso degli anni liceali e l’hanno vista protagonista di tante iniziative pregevoli a cominciare dalle manifestazioni contro le mafie organizzate da Libera, di cui è stata ed è tuttora vero ed apprezzato punto di riferimento. Siamo particolarmente lieti di questo riconoscimento perché, oltre ad essere una studentessa modello, Rita è anche una persona di grande valore umano, dalle non comuni doti  di sensibilità e di empatia, che si rispecchiano nel suo sorriso franco e solare. A Rita i complimenti e la stima di tutto il Liceo Vieusseux.

Incontro con il cantautore Federico Sirianni

Incontro con il cantautore Federico Sirianni

Si è svolto nel pomeriggio del 19 dicembre  il terzo incontro con la canzone d’autore genovese,  nell’ambito del progetto regionale “Cantautori nelle scuole”. Protagonista dell’atteso terzo appuntamento è stato il maestro Federico Sirianni, musicista, autore di spettacoli teatrali e soprattutto cantautore conosciuto fin dai primi anni Novanta perché vincitore, come miglior esordiente, del premio Tenco e ritenuto uno degli eredi del cantautorato genovese. Sirianni ha coinvolto i ragazzi delle classi III B e III C scientifico in un viaggio lungo la vita e la carriera di Fabrizio De Andrè, che ha avuto la fortuna di conoscere e frequentare fin da bambino, soffermandosi sui testi per lui più innovativi e significativi, quelli che per usare le sue parole “hanno tentato di svegliare la cultura italiana degli anni 60/70“. Ha raccontato aneddoti, letto qualche celebre passo tratto da interviste o riflessioni del grande Faber ma, soprattutto, ha cantato famose e indimenticabili canzoni. Spiegando lo strano rapporto di Fabrizio De Andrè con Genova, ha suonato e cantato Via del campo, per passare a intonare Quello che non ho, efficace manifesto poetico contro il consumismo e inno di ciò che conta davvero. Sirianni si è soffermato anche sui celebri personaggi femminili di De André,  come Boccadirosa, sul rapporto di amicizia con Tenco , di cui è testimonianza la bellissima Preghiera in gennaio, ma soprattutto sulla sua predilezione per gli ultimi, gli emarginati, le vittime… a partire dai carcerieri che lo avevano tenuto segregato per mesi durante il sequestro avvenuto in Sardegna nel 1979. Non è mancato lo spazio dedicato al dialetto. Nonostante nei primi anni Ottanta la scelta di cantare in  genovese, una lingua antica che De André ha reiventato, andasse contro le regole del mercato, il progetto non solo fu realizzato,  ma  ebbe anche un enorme successo. Il disco Creuza de ma, ha spiegato Sirianni,  è infatti considerato una delle pietre miliari della musica etnica mondiale. Ed ha infatti incantato anche gli studenti, conquistati dai suoni mediterranei e dalla lingua ricca ed affascinante. Dopo una serie di curiosità e domande a cui il maestro ha risposto con grande cordialità e disponibilità, l’incontro è terminato sulle note di una delle canzoni più emblematiche di De André, con cui Federico Sirianni ama chiudere i suoi concerti, ossia Il Pescatore, raccogliendo lunghi applausi e complimenti da parte di tutti i presenti. Prof.ssa Emanuela Ramoino

Incontro sulla canzone dautore con Paolo Giordano

Incontro sulla canzone d'autore con Paolo Giordano

Si è svolto il 21 novembre, presso il nostro Liceo, il secondo incontro del progetto “Cantautori nelle scuole”,  promosso e patrocinato dalla Regione Liguria allo scopo di far conoscere ai ragazzi, di valorizzare ma anche di attualizzare la canzone d’autore in particolare quella della cosiddetta scuola genovese. L’incontro di oggi ha visto protagonista Paolo Giordano, noto critico musicale e firma de “Il Giornale”, esperto di musica leggera e pop, già direttore di Area Sanremo nonché volto noto della TV per il suo ruolo di commissario esterno ad “Amici” su Canale 5. Gli studenti sono stati guidati in un percorso sulla canzone d’autore colto nei suoi legami con la storia e la società a partire dagli anni Cinquanta, dalle canzoni sentimentali e disimpegnate ai testi che, soprattutto a partire dagli anni Sessanta, hanno portato la quotidianità ma anche l’autenticità della vita e dei sentimenti nelle canzoni. Il Dott. Giordano si è soffermato sui alcuni brani di Gino Paoli e Luigi Tenco e sul loro cantare l’amore in modo scarno, realistico e talora contraddittorio, ma anche sulla vicinanza e la solidarietà con gli ultimi, siano essi popoli o singoli, dimostrata da De Andrè nelle sue più famose canzoni. In particolare ha analizzato il famoso brano “La guerra di Piero” ponendolo in relazione ai testi scritti dal gruppo di letterati e musicisti conosciuti col nome di Cantacronache , promosso fra gli altri anche da Italo Calvino,  che negli anni Cinquanta vollero portare l’impegno sociale nella canzone e che sono considerati i precursori dei cantautori italiani. Nella seconda parte dell’incontro è stato dato spazio alle riflessioni e alle curiosità degli studenti, che hanno rivolto al critico de “Il Giornale” molte domande soprattutto sul confronto fra il mondo della canzone di ieri e quello di oggi. Paolo Giordano, dimostratosi particolarmente interessato e attento alle opinioni e ai gusti dei ragazzi, ha salutato gli studenti dichiarandosi disponibile a rispondere ad ulteriori domande e a  confrontarsi con loro tramite i vari canali social. Prof.ssa Emanuela Ramoino

Olimpiadi Nazionali Debate 2017

Olimpiadi Nazionali Debate 2017

Si sono svolte a Roma, dal 15 novembre al 18 Novembre, le prime Olimpiadi Nazionali di Debate, disciplina formativa, educativa ed unica, che  ha visto coinvolti circa 150 partecipanti con 7 round e 27 giudici di gara. Si sono tenuti circa 57 dibattiti che hanno occupato i ragazzi per ben quattro giorni e che li hanno visti impegnati a discutere la trattazione di tre temi preparati e tre impromptu attraverso un interessante confronto dialettico tra due squadre, ciascuna delle quali ha rappresentato una diversa posizione sull’argomento. I primi round sono avvenuti presso l’Hotel Sheraton,  mentre la finale si è svolta nella Sala Capitolare del Senato della Repubblica sabato 18 Novembre alla presenza della Ministra Valeria Fedeli. La squadra olimpica della Liguria, composta da Filippo Verda del Liceo Vieusseux, Lorenzo Giostra dell’Istituto Nautico, Sofia Barberis e Anna Campi dell’Istituto Ruffini, ha partecipato con entusiasmo, capacità e serietà posizionandosi al quinto posto della classifica su diciannove regioni partecipanti. La squadra ha lavorato con grande serietà ed impegno, allenandosi anche nelle giornate festive, supportata dalle docenti Mara Ferrero dell’Istituto Ruffini di Imperia  e Stefania Glorio del Liceo Vieusseux di Imperia, impegnate anche nel difficile compito di giudici nazionali. Riportiamo a tale proposito la lettera di ringraziamento di Nadia Cattaneo, Preside ITE Enrico Tosi: Gentile Prof. Stefania Glorio, Desidero ringraziarLa per aver partecipato alle Olimpiadi di Debate accompagnando la Sua squadra e sostenendola nei giorni delle gare. Abbiamo condiviso belle emozioni e giorni intensi, che grazie al contribuito di tutti sono stati speciali e ricorderemo con piacere. Sono certa che manterremo vivo l’interesse per il Debate e che continueremo a dare ai nostri ragazzi nuove esperienze di formazione e di crescita culturale e umana Cordialmente Nadia Cattaneo Preside ITE Enrico Tosi E’ con estrema gioia che i ragazzi hanno rappresentato brillantemente la nostra regione, con grande soddisfazione di tutti i docenti, nell’attesa di affrontare altri temi nella gara regionale che si disputerà, probabilmente, nell’anno nuovo.


Cosimo Piovasco di Rond e la Scuola Holden al liceo

Cosimo Piovasco di Rondò e la Scuola Holden al liceo

Venerdì 17 novembre, alle ore  14.00, nell’Aula Magna del liceo Vieusseux, FEDERICA MANZON, scrittrice e docente presso la Scuola Holden di Torino, dialogherà con gli studenti sul “Barone rampante” di Calvino, nell’ambito della collaborazione Holden- Vieusseux, e del progetto Holden Classic. Saranno presenti alcune classi del triennio, in particolare tutte le classi quarte, accompagnate dai docenti di lettere. Federica Manzon Federica Manzon è nata nel 1981 a Pordenone e vive un po’ a Milano e un po’ a Trieste. Laureata in Filosofia Contemporanea, ha pubblicato i suoi racconti sulla rivista Nuovi Argomenti (di cui è redattrice). Esordisce nel 2008  con il romanzo Come si dice addio. Nel 2011 il suo secondo romanzo Di fama e di sventura ha vinto il Premio Rapallo Carige per la donna scrittrice ed è entrato nella cinquina finalista del Premio Campiello.  Attualmente lavora come editor della Narrativa Straniera a Mondadori, collabora con il quotidiano Il Piccolo e l’organizzazione del festival letterario Pordenonelegge.

Risultati INVALSI ed Eduscopio 201718

Risultati INVALSI ed Eduscopio 2017/18

Sono appena usciti i risultati relativi alla qualità delle offerte formative delle scuole superiori elaborati da Eduscopio in base all’osservazione degli esiti del primo anno di frequenza universitaria. Clicca qui per maggiori info su Eduscopio Perché proprio il primo anno? Una buona scuola favorisce innanzitutto un migliore impatto con l’università. Dopo il primo anno, il successo negli studi risente via via meno dell’influenza delle scuole di provenienza. Inoltre, i corsi di laurea hanno diverse articolazioni e durate. Per questo è preferibile confrontare gli esiti negli insegnamenti di base al primo anno. Eduscopio.it misura l’efficacia educativa di una scuola di II grado guardando agli esiti universitari e occupazionali di chi l’ha frequentata. Dai dati Eduscopio, appare chiaro come il liceo Classico e Scientifico siano gli indirizzi di studio che garantiscono un miglior successo universitario: Dati Eduscopio https://eduscopio.it/percorso-docenti-scelta-scuola-superiore#data-sheet-slide Le fonti dei dati analizzati sono: Scuola in Chiaro del MIUR, dalla quale ricavare i dati sui diplomati Anagrafe degli studenti universitari, dalla quale ricavare le informazioni relative alle scelte di iscrizione e agli esiti universitari dei diplomati che si immatricolano. I dati sono riferiti a tre classi successive di immatricolati (aa.ss. 2012/13-2013/14-2014/15) che hanno già completato il primo anno di studi universitari. Gli esiti universitari vengono confrontati In base alla media dei voti conseguiti ponderata per crediti formativi di ogni esame In base alla percentuale dei crediti acquisiti tra quelli previsti al primo anno In base  all’ Indice FGA, un indicatore sintetico che combina medie e percentuali di crediti acquisiti dando loro lo stesso peso (50/50) Le scuole sono confrontabili con altre scuole dello stesso tipo, perché a seconda dell’indirizzo di studi (liceali, tecnici) c’è molta differenza in partenza tra gli studenti in termini di risultati scolastici pregressi e condizioni familiari. con altre scuole dello stesso territorio (entro un raggio di 30km), perché le diverse condizioni dei contesti educativi in termini di ricchezza economica e capitale umano possono influire sulla capacità delle scuole di ottenere risultati di alto livello. Ecco dunque i risultati del Liceo Vieusseux comparati con gli uguali indirizzi degli altri licei nel raggio di 30 km da Imperia (con prosecuzione del confronto fino a Genova) LICEO SCIENTIFICO (SCIENTIFICO E SCIENTIFICO CON OPZIONE SCIENZE APPLICATE)  (Trovandosi a distanza superiore ai 30 km, nella tabella non compare il Liceo Aprosio di Ventimiglia, che ha riportato un Indice FGA pari a 64.06/100) Tabella di confronto per l’indirizzo Scientifico + Scienze Applicate Secondo la valutazione Eduscopio dunque il Liceo Vieusseux è il migliore della provincia di Imperia, mentre se allarghiamo l’orizzonte alle località confinanti in provincia di Savona, ci ritroviamo in seconda posizione dietro al “Giordano Bruno” di Albenga, ma sopravanziamo nettamente il “Don Bosco” di Alassio (oltre +9 punti nell’indice FGA e quasi +12 sui crediti ottenuti). CONFRONTO A PIU’ AMPIO RAGGIO Può essere interessante allargare ulteriormente  il raggio di indagine, sebbene occorra sottolineare che ci riferiamo in tal caso a contesti geografici e socio-economici non omogenei perché diversi dal nostro ( i numeri indicati corrispondono nell’ordine a quelli riportati nella tabella fotografata sopra, e cioè: POSIZIONE – INDICE FGA – MEDIA DEI VOTI – CREDITI OTTENUTI) GIOVAN PIETRO VIEUSSEUX   IMPERIA IMPERIA   67.39 25.93 68.71 PRIMI  LICEI SCIENTIFICI CLASSIFICATI NELLA PROVINCIA DI SAVONA: ORAZIO GRASSI   SAVONA SAVONA 1 78.51 27.69 76.31 SAN GIUSEPPE CALASANZIO   SAVONA CARCARE 2 67.29 25.81 69.48 PRIMI  LICEI SCIENTIFICI CLASSIFICATI NELLA PROVINCIA DI GENOVA: GIOVANNI DOMENICO CASSINI   GENOVA GENOVA 1 92.48 29.06 92.77 LUIGI LANFRANCONI   GENOVA GENOVA 2 77.35 27.03 79.43 DA VIGO – NICOLOSO DA RECCO   GENOVA RECCO 3 74.45 27.26 71.72 MARTIN LUTHER KING   GENOVA GENOVA 4 73.72 26.64 75.42 LEONARDO DA VINCI   GENOVA GENOVA 5 71.95 26.49 73.13 FORTUNIO LICETI   GENOVA RAPALLO 6 65.64 25.7 67.13                 In questo caso il Liceo Vieusseux si colloca al 3° posto nell’arco geografico compreso tra Ventimiglia e Savona, e al 6° posto su 19 scuole considerate, da Ventimiglia a Genova. LICEO CLASSICO (Trovandosi a distanza superiore ai 30 km, nella tabella non compare il Liceo Aprosio di Ventimiglia, che ha riportato un Indice FGA pari 58.97/100) Anche in questo caso operiamo un confronto a più ampio raggio, ribadendo l’avvertenza che ci riferiamo in tal caso a contesti geografici e socio-economici diversi dal nostro e non omogenei ( i numeri indicati corrispondono nell’ordine a quelli riportati nella tabella fotografata sopra, e cioè: POSIZIONE – INDICE FGA – MEDIA DEI VOTI – CREDITI OTTENUTI) GIOVAN PIETRO VIEUSSEUX   IMPERIA IMPERIA 1 84.22 28.66 79.61 PRIMI DUE LICEI CLASSICI CLASSIFICATI NELLA PROVINCIA DI SAVONA:   CHIABRERA – MARTINI   SAVONA SAVONA 1 75.2 26.56 79.09 SAN GIUSEPPE CALASANZIO   SAVONA CARCARE 2 74.13 27.65 67.89 PRIMI DUE LICEI CLASSICI CLASSIFICATI NELLA PROVINCIA DI GENOVA: GIUSEPPE MAZZINI   GENOVA GENOVA 1 75.56 27.28 73.78 ANDREA D’ORIA   GENOVA GENOVA 2 73.07 27.02 70.97 Dunque, per quanto riguarda l’indirizzo classico,  il Liceo Vieusseux è non solo il migliore della provincia di Imperia, ma supera anche i più rinomati licei genovesi e savonesi, compreso il “Giordano Bruno” di Albenga (+12.25 punti indice FGA e +8.21 sui crediti ottenuti), mentre questo indirizzo non è presente al “Don Bosco” di Alassio. Siamo dunque assai soddisfatti dei risultati ottenuti, pur nella consapevolezza che è sempre possibile e auspicabile migliorare. I buoni risultati della ricerca Eduscopio sono in linea con quelli emersi a livello nazionale dalle PROVE INVALSI, che ci vedevano in posizione pari o superiore alle scuole dello stesso indirizzo nell’area geografica del Nord-Ovest. Per un esame più accurato dei risultati INVALSI del Liceo Vieusseux, si rimanda al seguente articolo sul nostro sito: Commento esiti INVALSI

La montagna nel cuore

La montagna nel cuore

Quest’anno il Liceo ha attivato il progetto “La Montagna nel cuore” che si propone di far conoscere ai nostri ragazzi l’entroterra ed il paesaggio montano, apprezzandolo nelle varie stagioni. Il 24, 25 e 27 ottobre, in tre magnifiche giornate di sole regalate da questo autunno speciale, le classi Prime hanno effettuato delle uscite didattiche a Mendatica, dedicandosi alle seguenti attività: trekking alle Cascate dell’Arroscia, picnic nei prati, visita al museo  del carbone, (museo all’aperto) dove i ragazzi hanno potuto conoscere i vari stadi della realizzazione di una carbonaia, passeggiata fino a Montegrosso Pian Latte, con sosta al Bar della Pro Loco, aperto appositamente per noi, e ritorno a Mendatica. Le classi sono state accompagnate da due guide della Cooperativa  Brigì, particolarmente apprezzate dai ragazzi per la loro competenza e la loro simpatia. Dopo le vacanze di Natale, per le classi Prime e Seconde, saranno effettuate ulteriori uscite didattiche nel paesaggio innevato, con ciaspole ai piedi.

Da Albingaunum ad Albintimilium tracce di storia romana e medievale nella Riviera Dei Fiori

“Da Albingaunum ad Albintimilium: tracce di storia romana e medievale nella Riviera Dei Fiori

Quest’anno anche il Liceo Vieusseux aderisce alla “Notte nazionale del Liceo Classico”, evento di rilevanza nazionale,  giunto alla quarta edizione, che apre la scuola per una notte a conferenze, letture animate, reading poetici ed ogni iniziativa che possa far apprezzare al pubblico la bellezza degli studi classici e umanistici. Nell’ambito di questa manifestazione, che si terrà in tutta Italia il 12 gennaio 2018, dalle 18 alle 24, il Liceo Vieusseux ha ideato  un concorso fotografico mirato a far conoscere ed apprezzare le vestigia storiche più antiche della Riviera dei Fiori, da Albenga a Ventimiglia. Titolo del concorso è “Da Albingaunum ad Albintimilium: tracce di storia romana e medievale nella Riviera dei Fiori”. Il concorso è riservato agli studenti delle scuole elementari, medie inferiori di Imperia e Provincia, e  della provincia di Savona fino ad Albenga. I partecipanti al concorso presenteranno le loro fotografie,  che abbiano per soggetto monumenti, resti archeologici, tracce del passato romano e medievale nel presente, la convivenza di storia e modernità nella Riviera di Ponente. Le fotografie dovranno essere inviate al Liceo Vieusseux  sia in formato digitale, che stampate su carta. La raccolta  avverrà dal 30/10/2017 al 12/12/ 2017 Le fotografie in formato digitale saranno pubblicate in un apposito album dedicato sulla pagina Facebook ufficiale LICEO IMPERIA .IT Le foto partecipanti possono essere votate a questo link Le fotografie stampate saranno esposte nei locali del Liceo Vieusseux durante la “Notte Nazionale del Liceo Classico” Verranno premiate le tre fotografie che avranno ricevuto più  “reactions” sulla pagina Facebook ufficiale LICEO IMPERIA .IT alle ore 18 del 10 gennaio 2018 e la foto più votata dal pubblico partecipante nel corso della serata “Notte Nazionale del Liceo Classico”. Il premio consiste in una visita guidata esclusiva a Villa Hanbury, a Ventimiglia. Solo per i vincitori del nostro concorso, è prevista l’apertura straordinaria dei resti archeologici romani solitamente non visibili al pubblico. REGOLAMENTO CONCORSO FOTOGRAFICO clicca qui per scaricare il modulo liberatoria pubblicazione foto


Incontro con A J Carroll professore di filosofia alla UNIVERSITY OF LONDON

Incontro con A. J. Carroll, professore di filosofia alla UNIVERSITY OF LONDON

il 24 ottobre 2017,  la Quinta B del Liceo Scientifico ha incontrato il professor Anthony J. Carroll, docente di filosofia contemporanea e filosofia politica all’Heythrop College, University of London. L’incontro fa parte del progetto per la valorizzazione dello studio della filosofia grazie all’uso della lingua inglese e della metodologia delle scuole anglosassoni condotto nel nostro Liceo dal prof. Giorgio Durante.  L’argomento discusso con gli studenti, interamente in inglese, è stato ‘Where and how do Britain and Europe see themselves in the world?’ Partendo da alcune considerazioni iniziali sulla cosiddetta Brexit, la lezione si è rivelata un esempio di riflessione e interpretazione di un tema di attualità storica sulla base di una prospettiva filosofica.  E’ stato estremamente interessante vedere come la filosofia, intesa hegelianamente come ‘il proprio tempo appreso col pensiero’, sia in grado di gettare luce sul presente, possa aiutare a comprendere quanto accade intorno a noi e permetta di spalancare nuove prospettive per progettare il futuro.  L’incontro non è stato semplicemente l’ascolto di un’esposizione, per quanto culturalmente elevata, ma soprattutto un dialogo a più voci con gli studenti, che si sono dimostrati molto interessati e coinvolti. Superando il loro comprensibile disagio iniziale ad esprimersi in inglese, molti di loro hanno offerto originali spunti di riflessione, personali opinioni e stimolanti osservazioni, che sono state molto apprezzate e valorizzate dal nostro graditissimo ospite. Dice il professor Durante:   Questo incontro, insieme a tante altre iniziative che il nostro Liceo organizza per rafforzare le competenze comunicative, relazionali e di cittadinanza, ha rafforzato ancora una volta la nostra fiducia e la nostra stima per i nostri studenti. Se i nostri ‘cittadini del futuro’ sapranno essere sempre così sorprendenti, attivi e impegnati a far emergere le loro grandi potenzialità, allora noi insegnanti possiamo davvero essere orgogliosi, fiduciosi e contenti del lavoro che stiamo facendo ogni giorno con loro.

A scuola con i cantautori

A scuola con i cantautori

Ha preso il via il 31 ottobre 2017 presso il nostro Liceo il progetto “Cantautori nelle scuole” promosso e patrocinato dalla Regione Liguria allo scopo di valorizzare, ma anche di attualizzare, la canzone d’autore e che, secondo le indicazioni dei decreti nazionali, si propone di promuovere nuovi linguaggi di conoscenza. In primis la musica. Il progetto, che l’anno scorso è partito in alcune scuole genovesi, si è evoluto ed ampliato fino a coinvolgere gli studenti di una decina di licei liguri da Levante a Ponente fra cui i nostri alunni delle classi III B e III C scientifico che, durante lo scorso anno scolastico, hanno seguito con interesse e partecipazione un corso sulla poesia nella canzone d’autore tenuto dalle Prof.sse Emanuela Ramoino e Natascia Frattaioli. Il compito di avviare il percorso di quest’anno è stato affidato al Dott. Renato Tortarolo, giornalista e consulente per il Secolo XIX, noto opinionista ed esperto di musica, spettacolo, costume e moda…che ha proposto agli studenti una selezione di canzoni di Tenco, Fossati, De Andrè, Paoli, Lauzi, Bindi scelte soprattutto sulla base del loro messaggio sociale e formativo, a cominciare dal rispetto dei valori. Spaziando da Fiume Sand Creek di De Andrè a Sweet home Alabamadei Lynyrd Skynyrd, da Ho sognato una strada di Fossati a  Ti fa stare bene di Caparezza, da Tenco a Robert Plant da Paoli a Taylor Swift, da Bindi ai Rolling Stones,  il Dott. Tortarolo ha costruito un avvincente percorso ad intreccio fra passato e presente soffermandosi ora sui testi e la loro interpretazione ora sulla musica e dimostrando che la preziosa ed intensa canzone d’autore non ha tempo.

Il Vieusseux al premio BottariLattes di Grinzane Cavour

Il Vieusseux al premio Bottari-Lattes di Grinzane Cavour

Il 14 ottobre 2017 una rappresentanza del Liceo Vieusseux ha partecipato alla cerimonia conclusiva del Premio Grinzane Cavour, sezione “Il germoglio”. Il Liceo Vieusseux è stato scelto insieme ad altre 23 scuole superiori in Italia e una a Bruxelles per far parte della giuria di ragazzi che hanno votato il preferito fra i 4 finalisti scelti da una giuria tecnica composta da personalità del mondo della cultura, scrittori e giornalisti  presieduti dal  famoso linguista Gianluigi Beccaria. I quattro finalisti erano Laurent Mauvignier con Intorno al mondo (Feltrinelli; traduzione di Yasmina Mélaouah)  Gianfranco Calligarich con La malinconia dei Crusich (Bompiani), Olivier Rolin con Il meteorologo (Bompiani; traduzione di Yasmina Mélaouah) e Juan Gabriel Vásquez con La forma delle rovine (Feltrinelli; traduzione di Elena Liverani). Nei caldi colori autunnali delle Langhe, nella splendida cornice del Castello di Grinzane, in una cerimonia animata dalla conduzione  dello scrittore Alessandro Mari, è stato proclamato vincitore il francese Laurent Mauvignier,  autore del romanzo “Intorno al mondo”, una sequenza di storie accomunate dal “fil rouge” di un catastrofico maremoto. Come ha spiegato l’autore rispondendo alla domanda posta da una ragazza della giuria, la particolarità della sua formazione artistica (soprattutto cinema e teatro) è stata fondamentale per lo sviluppo della trama del suo romanzo. Una nostra alunna, Ilaria Piana, è stata scelta come delegata del Liceo per partecipare, da venerdì a domenica, nella cornice del Castello di Grinzane, alla serie di incontri organizzati dalla fondazione Bottari Lattes , che le hanno consentito di conoscere tutti i finalisti e gli ospiti del Premio. Dice Ilaria:  È stata un’esperienza molto stimolante,   Per me è stato bello entrare a contatto con il mondo della scrittura, capire come si comporti uno scrittore durante la stesura del testo e da cosa tragga ispirazione. E’ interessante comprendere il punto di vista di un autore e quello che cerca di comunicare attraverso il suo libro. In modo particolare mi ha colpito la lectio magistralis del noto scrittore McEwan, vincitore della sezione “La quercia”. Molto toccante l’intervento di Rosario Esposito La Rossa, parente di una vittima della Camorra, particolarmente impegnato nella difficile opera di risveglio culturale del quartiere di Scampia,  dove ha aperto “La Scugnizzeria”: una “piazza di spaccio di letteratura”, per dirla con le sue parole, che vuole anche esser un centro di aggregazione per i più giovani in uno dei quartieri più difficili di Napoli, dove da 40 anni mancava una libreria.

Giancarlo Caselli parla di legalit allUliveto della Pace

Giancarlo Caselli parla di legalità all'"Uliveto della Pace"

Nel pomeriggio di lunedì 9 ottobre 2017, il noto magistrato Giancarlo Caselli ha partecipato ad un incontro con gli studenti del Liceo Vieusseux presso l’Uliveto della Pace, situato in frazione Poggi a Imperia. Promotrice dell’iniziativa Maura Orengo, ex insegnante del Liceo e referente provinciale di Libera, Associazione Nomi e Numeri Contro le Mafie. Hanno partecipato all’evento le classi 3BSA e 4BSA con gli alunni del Liceo che fanno parte del presidio Libera, la dott.ssa Piras dell’Ufficio Minori del Ministero della Giustizia con i ragazzi che l’Ufficio assiste, Marco Donatiello dell’associazione “Pace Lavoro e Legalità” e Beppe Franciosi presidente del gruppo ecologico “Partigiani della Val Prino”. Il progetto, finanziato dal Ministero dell’Istruzione e dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, è frutto di una rete di grande valore sociale sostenuta dal presidente della Provincia  Fabio Natta, che ha stipulato con il Liceo una convenzione che prevede la gestione e la manutenzione dell’Uliveto e consente così agli allievi dell’istituto di dare vita in questo terreno ad un laboratorio tecnico-scientifico. Lo scopo è quello di salvaguardare, recuperare, tutelare e valorizzare un bene comune al fine di promuovere la cultura del volontariato, l’educazione alla legalità ed alla corresponsabilità. Circondati da ulivi secolari, testimonianza e patrimonio comune del Mediterraneo, il giudice Caselli e i ragazzi hanno condiviso un buffet. Alla fine del pranzo i ragazzi si sono seduti in cerchio attorno al giudice Caselli, che ha risposto alle diverse domande dei ragazzi con estrema chiarezza ed esaustività. Sul finire dell’incontro Caselli, che ha speso tutta la sua vita a combattere la mafia e la corruzione per far sì che si potessero affermare principi come la legalità e l’onestà,  in un’intervista rilasciata a Filippo Cecchelli, studente della classe 3 BSA, ha manifestato il suo pieno appoggio all’iniziativa definendola un perfetto spazio per i giovani dove trovarsi insieme per confrontarsi, per diffondere i valori fondamentali della cittadinanza e della legalità e un’ottima iniziativa di arricchimento personale e di valorizzazione della terra.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.